Il Re Scimmia balza fuori dalla leggenda!

47
Il Re Scimmia balza fuori dalla leggenda!
Murale dipinto raffigurante Sun Wukong in giallo (il Re Scimmia) e altri personaggi di “Viaggio in Occidente”. (Immagine: wikimedia / CC0 1.0)

Da Viaggio Verso Ovest, uno dei romanzi classici della Cina, balza fuori con abile salto il Re Scimmia! Chiamato anche Sun Wukong, è un personaggio noto ai cinesi e protagonista di una delle più famose leggende!

Il Re Scimmia, infatti creò il caos in Cielo, tanto che persino i guerrieri celesti non riuscivano a domarlo. Tuttavia con l’aiuto di Lord Lao Zi e del Dio Erlang Sheng, il migliore dei generali del Cielo, fu finalmente catturato, ma nulla poteva ferirlo. Nemmeno un coltello o un’ascia potevano tagliarlo, né fulmini, tuoni o incendi lo potevano colpire.

Il Re Scimmia balza fuori dalla leggenda
Il Re Scimmia e il Coniglio di Giada (Immagine: wikimedia / CC01.0)

Così Lord Lao Zi lo mise nella sua fornace alchemica e lo raffinò per 49 giorni. Tuttavia, invece di bruciare, il re emerse da essa più potente che mai: aveva sviluppato infatti un paio di occhi che gli permettevano di vedere attraverso le cose, dove gli altri normalmente non potevano.

Così, non sapendo cosa fare, l’Imperatore di Giada (sovrano del Cielo) invitò il Buddha a conquistarlo. Il Buddha gli sorrise e disse:

“Sei una scimmia birichina. Non hai insegnante e non hai sperimentato la coltivazione, quindi come osi provare a prendere il potere dell’Imperatore di Giada? “

Al che il re rispose:

“Sono in grado di trasformarmi in 72 immagini diverse, ho l’immortalità e posso usare le nuvole per percorrere 18.000 miglia in un singolo salto mortale, quindi perché non posso prendere il potere dell’Imperatore di Giada?”

Il Re Scimmia balza fuori dalla leggenda
L’Imperatore di Giada, dipinto durante la dinastia Ming. (Immagine: wikimedia / CC0 1.0)

Il Buddha sfida il Re Scimmia

Il Buddha disse:

“Farò un accordo con te. Se riuscirai a fare un salto mortale dal mio palmo destro, allora lascerò che l’imperatore di Giada ti dia il suo potere; altrimenti, dovrai coltivare per migliaia di anni sulla terra.”

Guardando il palmo del Buddha, che non era più lungo di un piede, il Re Scimmia sorrise tra sé e disse in fretta: “Sei sicuro di poterlo gestire?” Il Buddha disse: “Sì”.

Quindi il re si trovava nel mezzo del palmo destro del Tathagata, sentendo che esso non era più grande di una foglia di loto. Fece quindi un salto mortale e continuò ad avanzare fino a quando vide cinque enormi pilastri.

Dopo aver causato il caos in cielo, il Re Scimmia cercò di fuggire dalla mano del Buddha. Tuttavia Il Buddha girò il palmo e trasformò le sue cinque dita in una montagna dei cinque elementi, imprigionandolo per cinque secoli. (Immagine: Beria via flicker / CC BY-SA 3.0)

Ingannato dal Buddha

Il Re Scimmia tornò al centro del palmo destro del Buddha con un’altra capriola e gridò al Buddha: “Sono partito e sono tornato; ora dovresti lasciare che l’Imperatore di Giada mi dia il suo potere. Il Buddha disse:” Scimmia, sai che sei ancora nel mio palmo?”

Così egli rispose: “Non sai che sono andato alla fine del Cielo e ho trovato cinque pilastri rossi. Ho lasciato un segno lì. Hai il coraggio di venire con me a controllare?”

Eppure il Buddha disse: “Non c’è bisogno che io vada a controllare; guarda in basso e vedrai.” Così guardò e scoprì che sul dito medio della mano destra del Buddha c’era una frase:“ Il grande Saggio alto come il Cielo ha fatto visita qui.” Vi era inoltre un forte odore di urina.

Il re fu molto sorpreso e disse: “Come può essere. Ho scritto queste parole su un pilastro che supporta il Cielo, ma come può essere sul tuo dito? No, non ci credo. È impossibile.”

Schiacciato sotto il Monte Wuxing

Il Re Scimmia cercò di scappare dalla mano del Buddha, che voltò il palmo e trasformò le sue cinque dita in una montagna di cinque elementi: oro, legno, acqua, fuoco e terra. Schiacciò così il Re sotto la montagna dove rimase imprigionato per cinque secoli.

Articolo in inglese: http://www.visiontimes.com/2016/11/02/famous-chinese-legends-the-story-of-the-monkey-king.html