Il Curry fa bene alla salute?

61

Il curry è un grande concentrato di sapori arricchito con piccantezza, calore e terrosità. (Immagine: pixabay / CC0 1.0)

Il curry è un insieme di ingredenti, ricco di sapori e le sue caratteristiche sono: forte spezialità, piccantezza e gusto pieno. Il Curry, originario della cucina del sud est asiatico, è un insieme di spezie che generalmente include curcuma, semi di coriandolo, semi di cumino, peperoncino essiccato, pepe nero, fieno greco, foglie di curry, semi di mostarda, cannella, cardamomo, chiodi di garofano, noce moscata, pepe in grani e alloro. È una lunga lista di varietà di spezie unite assieme per formare il gusto unico del curry.

La parola “curry” significa salsa, dato che una spezia con quel nome non esiste. Ha un aroma e un sapore unico grazie alle diverse spezie che lo caratterizzano, questo è il perché un curry che si prepara in uno stato dell’India potrebbe essere diverso da un altro. Questa preparazione è antichissima ed è stata pensata per poter beneficiare dei diversi effetti sulla salute. Alcune ricette del curry sono addirittura uniche e tramandate nelle famiglie per generazioni.

Per approfondire ancora meglio, di seguito una lista di benefici per la salute derivanti dal curry indiano:

Previene il Cancro

La curcuma, un ingrediente principale da cui prende il suo colore unico, è piena di antiossidanti che aiutano a prevenire il cancro. La curcumina aiuta a ridurre o fermare la crescita di cellule tumorali. Per i pazienti a cui è già stato diagnosticato il cancro, la curcumina può aiutare a uccidere le cellule tumorali, lavorando bene in coppia con le terapie chemioterapiche. I rapporti dicono che i nutrienti presenti aiutano a prevenire il cancro al pancreas nel momento in cui  toccano la lingua. In più, gli studi suggeriscono che la curcumina può bloccare le metastasi cancerose.

curry spezie
La curcuma, un indrediente principale del curry e da cui prende il suo colore unico, è piena di antiossidanti che aiutano a prevenire il cancro. (Immagine: pexels CC0 1.0)

Curry per il cuore

La piccantezza del curry può aiutare ad abbassare la pressione del sangue e il colesterolo. Questo è vero anche per l’aglio, che è presente in abbondanza e che aiuta a ridurre il colesterolo cattivo. Anche fieno greco e cannella sono ingredienti che tengono sotto controllo il livello di colesterolo nel corpo.

Inoltre, la curcuma è una spezia utile al cuore. Migliora le funzioni  endoteliali e ne protegge il rivestimento, regola appropriatamente la pressione e la coagulazione sanguigna. Il cardamomo, considerato un vasodilatatore, aiuta a migliorare la pressione sanguigna e riduce i rischi di attacchi di cuore e infarti.

Curry per le ossa

La curcuma incrementa l’abilità del corpo di rigenerare, risistemare le ossa e rafforzare le giunture. La ricerca è ancora al suo stadio iniziale, tuttavia, gli esperimenti condotti suggeriscono che il consumo di curry può ridurre l’osteoporosi di più del 50 percento e migliorare la salute generale delle ossa, rendendole in grado di riprendersi velocemente anche dopo fratture o traumi.

curry spezie
La parola “curry” significa salsa, dato che una spezia con quel nome non esiste e ha un’aroma unico e sapore derivante dalle diverse spezie, è questo il perché il curry che si prepara in uno stato dell’India potrebbe essere diverso da un altro. (Immagine: pixabay CC0 1.0)

Combatte i disturbi cerebrali

Uno dei più gravi problemi cerebrali che sta diventando sfortunatamente comune, è l’alzheimer. Tuttavia gli studi suggeriscono che la curcuma contenuta nel curry può prevenire e/o trattare la malattia. Ciò è supportato anche dal fatto che l’India ha tra il minor numero di pazienti che ne soffrono.

La Curcumina aumenta la funzione cerebrale dei fattori neutrofici per far si che crescano nuove connessioni e in sostanza potrebbe rallentare il deterioramento del cervello e forse invertirne il processo.

Riduce le infiammazioni

Se si soffre di artrite o dolore alle giunture, il curry può aiutare ad alleviare il dolore. È un rimedio naturale che può avere gli stessi effetti di un antibiotico o degli antidolorifici. Chiodi di garofano, cumino e zenzero sono pieni di antiossidanti che alleviano l’infiammazione.

L’infiammazione cronica è un problema serio che coinvolge il cuore, il metabolismo e può anche essere causa di cancro e disturbi cerebrali. La Curcuma combatte l’infiammazione a livello molecolare e in generale il curry fornisce una buona dose di alleviante di stress e dolore.

Articolo in inglese: http://www.visiontimes.com/2018/05/31/is-curry-good-for-you.html