La Cantata: Musica per la Gloria di Dio

34
La Cantata: Musica per la Gloria di Dio
Nella storia, la musica è stata spesso classificata in base al suo scopo. (Immagine: wikimedia / CC0 1.0)

La cantata apparve in Italia verso la fine del 1600. È composta da una parte vocale accompagnata dalla musica e generalmente contiene più di un movimento e coinvolge un coro. L’aria invece, tipicamente è scritta per una voce solitaria con un accompagnamento orchestrale.

Tuttavia, nella storia la musica si categorizzava in base allo scopo. Infatti durante le messe in chiesa o nei giorni sacri, si usava la musica cosiddetta Sacra. Tutti gli altri tipi di musica – dance, canzoni d’amore si consideravano come musica secolare. Una cantata era considerata un tipo di musica sacra ed era largamente utilizzata durante le funzioni religiose della chiesa Luterana.

Johann Sebastian Bach una volta disse:

 “L’unico scopo della musica dovrebbe essere per la Gloria di Dio e il rinnovamento dello spirito umano”.

Persone con un’inclinazione spirituale credono che la saggezza culturale e le tradizioni morali ereditate nel mondo – incluse arte e musica classica – sono degli insegnamenti venuti dal Cielo con lo scopo di stabilire una “Cultura Divina” (神傳 文化). Forse alcune persone straordinarie della storia hanno contribuito a passare questa eredità culturale nella storia.

La Cantata: Musica per la Gloria di Dio
La musica sacra veniva suonata durante le messe in chiesa oppure alle feste religiose. (Immagine: pixabay /CC0 1.0)

Johann Sebastian Bach reinventa la cantata

Johann Sebastian Bach (1685-1750), del periodo Barocco, è una di queste figure straordinarie. Considerato uno dei più grandi compositori di tutti i tempi, egli stesso si considerava come un servo di Dio. Dedicava infatti ogni pezzo di musica che scriveva alla gloria del Creatore. I suoi componimenti – scritti con lo scopo di ispirare l’umanità – influenzarono così molti compositori di talento che più seguirono le sue orme per creare una musica davvero eccelsa.

Infatti Bach estese e reinventò la cantata, diffondendo così il genere. Egli ne scrisse più di 300, inclusi alcuni delle sue arie e cori più famosi. Nella seconda parte della sua vita, Bach riscrisse ed estese molti dei suoi componimenti precedenti.

Sleepers Awake, un corale (Cantata n.140)

Sheep May Safely Graze, un’aria di bach

Articolo in inglese:
http://www.visiontimes.com/2018/07/22/the-cantata-music-for-the-glory-of-god.html