Truffa turistica: la Cina e i suoi 5 inganni più famosi

28
La Cina può essere un paese incredibilmente vario e bellissimo da visitare, ma nei grandi siti turistici ai turisti può capitare di essere derubati. (Immagine: Nick Richards via flickr CC BY-SA 2.0)

La Cina può essere un paese vario e bello da visitare, ma nei grandi siti turistici ci si può aspettare di subire diversi tipi di truffa, soprattutto se si è un turista; allora sii intelligente e non farti derubare, conoscendo le cinque trappole turistiche del paese.

Xishuangbanna, provincia dello Yunnan

Livello di truffa: ★★★

Principale imbroglio: truffa legata al matrimonio nella camera nuziale del parco della foresta Love Tribe.

Ci sono molte usanze popolari fittizie nel villaggio di Xishuangbanna, nella lussureggiante provincia cinese dello Yunnan. Qui ragazze molto truccate incontrano i visitatori e li coinvolgono in un gioco legato al matrimonio locale. Ciò avviene nel villaggio di una tribù locale immersa nella foresta, in cui gli uomini confusi vengono trascinati in camere da sposa fittizie, da cui non posso uscire a meno che non paghino. Le quote che finiscono per pagare sono pari a 50, 60 o 100 yuan (16,40 dollari).

Truffa delle tombe della dinastia Ming

Valutazione del livello di truffa: ★★

Truffa principale: acquisti un biglietto d’ingresso, ma lasci parecchi soldi per un pass di uscita.

Il mondo imperiale sotterraneo è poco pacifico e prospero e le guide turistiche di malafede non fanno eccezione. Richiedono infatti di lasciare soldi per riscattare i voti. Entrando nelle 13 tombe degli imperatori della dinastia Ming, si dice che disturberai lo yin (spiriti). Pertanto i turisti devono bruciare denaro cartaceo per riscattare i loro voti e placare gli spiriti, arrivando a pagare 100 yuan per voto e per ogni membro della famiglia. In più sono richieste centinaia di yuan per un pass di uscita.

Truffa turistica: la Cina e i suoi 5 inganni più famosi
Proprio come il mondo imperiale sotterraneo è poco pacifico e prospero, lo sono anche le guide turistiche di malafede che richiedono di lasciare soldi per riscattare i voti. (Immagine: kanegen / flickr CC BY 2.0 )

Città di Dali, provincia dello Yunnan

Livello di truffa: ★★

Truffa principale: attenti ai gioiellieri dei “concittadini”!

La truffa dei “concittadini” prevale nella zona di vendita di Yunnan, Dali e Lijiang. Qui l’addetto alle vendite ingaggia il turista in una conversazione e sostiene che provenga dalla stessa città del proprietario del negozio.
Successivamente, il proprietario, informandosi di un particolare posto della loro città natale, convince l’ignaro turista ad acquistare un oggetto per decine di migliaia di yuan alla boutique, ma solitamente finto e del valore di 20 o 30 yuan.

Bashang, Mongolia Interna

Livello di truffa: ★

Truffa principale: se è facile andare a cavallo, è difficile scendervi.

A Bashang, l’equitazione è un’attività popolare per i turisti, ma il privilegio ha un prezzo elevato. Non appena raggiungono la stalla, l’orologio inizia a contare il tempo e nel momento in cui il turista cavalca effettivamente il cavallo, guidato dal proprietario a ritmo lento, sono già passati 10 minuti.
Sebbene 40 yuan all’ora fossero stati concordati in anticipo, il turista troverà difficile smontare al momento prescritto. Sarà costretto a rimanere in sella per un considerevole lasso di tempo mentre il proprietario guiderà casualmente il cavallo attorno ad un pascolo, prima di tornare alla stalla.
Essendo facile passare più ore a cavallo, si vedono spesso i turisti di Bashang pagare sostanziose quote di equitazione per alcune centinaia di yuan.

Truffa turistica: la Cina e i suoi 5 inganni più famosi
A Bashang, l’equitazione è un’attività popolare per i turisti, ma il privilegio ha un prezzo elevato. (immagine: Todd Anderson / flickr CC BY-SA 2.0)

Truffa del Monte Tai, Shandong

Livello di truffa: ★

Truffa principale: ci sono molti “eroi” dai piedi della montagna verso l’alto.

Quando posano accanto al Monte Tai, i turisti devono pagare per scattare delle foto e nel caso alcuni si rifiutassero o discutessero, verrebbero accusati di mancare di rispetto allo stesso e rimproverati, minacciati o colpiti, rischiando possibili lesioni. Ci sono molti negozi ai piedi del Monte Tai dove i turisti sono sempre derubati. Se per caso un cliente si lamenta, lo staff del negozio di Mount Tai si arrabbia furiosamente, creando gravi conseguenze per lo stesso.

Articolo in inglese: http://www.visiontimes.com/2017/06/26/top-9-notorious-china-tourist-traps-photos-part-2.html