Panace gigante: pianta infestante e cecità

42

Una pianta la cui linfa può causare la cecità è stata trovata crescere in abbondanza in Virginia. (Immagine: Fritz Geller-Grimm via flickr CC BY-SA 3.0)

Panace Gigante dell’Asia Centrale e Caucaso: quando Robert Emma di Berryville,Virginia ha visto alcune strane piante crescere vicino casa sua, era incerto e un po’ in ansia. Queste piante erano più alte di una persona media, avevano steli frastagliati di circa cinque piedi di larghezza e con tanto di aculei.

Così ha contattato Mark Sutphin, un noto esperto agricoltore della Virginia Tech. Dopo un attento controllo, ha estratto la pianta usando occhiali protettivi e un completo Tyvek e l’ha portata al suo laboratorio. Mark ha identificato la pianta come la famosa “ panace gigante ”, nota per essere molto pericolosa per l’essere umano. La sua linfa ha la capacità di bruciare la pelle e di causare persino la cecità se viene in contatto con gli occhi.

Il sito web “Le specie invasive” ha anche avvisato i residenti locali di stare attenti alla pianta. “Fate attenzione se incontrate questa pianta invasiva! La linfa chiara e acquosa della panace gigante contiene delle tossine che possono causare dermatite (infiammazione della pelle). Può causare delle ustioni se la linfa è a contatto con la pelle e poi essa è esposta ai raggi solari”, ha twittato il sito web.

https://twitter.com/invspecies/status/1007250012500320256/photo/1

Panace gigante

La “Panace gigante”, anche nota con il nome scientifico di “Heracleum mantegazzianum”, è una pianta originaria dell’Asia centrale e del Caucaso. Introdotta per la prima volta in occidente nel diciannovesimo secolo in Inghilterra, più tardi, la pianta è arrivata negli USA per scopi ornamentali.

Il governo degli U.S.A. ha stabilito ufficialmente che la “panace gigante” è una pianta velenosa ed è illegale portarla nel territorio americano o anche spostarla tra i diversi stati. Chiunque è coinvolto in queste attività, viene punito. Solo tramite un permesso del dipartimento di agricoltura si può importare la pianta negli Stati Uniti.

Tuttavia, nonostante la pianta possa essere gradevolmente decorativa, rimane comunque il fatto che danneggi gli esseri umani e anche i bambini sono molto vulnerabili in questo senso, dato che potrebbero non riconoscerla ed entrarne accidentalmente in contatto.

Effetti nocivi

“Le reazioni della pelle possono variare, ma la foto-dermatite può esserci, dato che la linfa rende la pelle talmente sensibile alla luce solare che (…) può causare ustioni con una normale esposizione alla luce solare (…) i sintomi includono vesciche dolorose che diventano scure e possono anche restare cicatrici. La pelle può restare sensibile al sole anche per molti anni. E se la linfa viene in contatto con gli occhi, c’è il rischio di perdere la vista”, ha riportato il The Washington Post citando una dichiarazione della contea dell’isola di Wight.  

panace gigante vesciche dolorose cicatrici
I sintomi includono vesciche dolorose, che si scuriscono e possono causare cicatrici. (Immagine: Lamiot via flickr)

Gli effetti dannosi per la pelle sono dovuti principalmente ai derivati delle “furanocumarine” della pianta, che causano la morte delle cellule fondendosi con il DNA. La pelle poi si scurisce dato che le sostanze chimiche innescano la produzione di melanina.

Se trovata, è consigliato ai residenti di non rimuoverla per conto proprio. Invece, bisogna chiamare subito il proprio dipartimento dell’agricoltura statale o un servizio specifico e cercare un esperto locale per rimuovere la pianta. Se invece si vuole comunque fare autonomamente, bisogna ricordare di usare attrezzatura protettiva per il corpo e gli occhi in modo da non rischiare di restare ustionati dalla linfa. Si consiglia inoltre di tenere lontani dalla pianta bambini e animali.

Articolo in inglese:
http://www.visiontimes.com/2018/07/09/an-invasive-plant-that-can-cause-blindness-discovered-in-virginia.html