Ponte del diavolo in Germania: una passeggiatina?

44
Si ritiene che navigare sotto il ponte sblocchi abilità mistiche.  (Immagine: svolks via wikipedia CC BY-SA 3.0)
Si ritiene che navigare sotto il ponte sblocchi abilità mistiche. (Immagine: svolks via wikipedia CC BY-SA 3.0 )

A Kromlau Park, nella Germania orientale, c’è una struttura chiamata “Rakotzbrucke”, ovvero “Ponte del Diavolo”. Dal nome, si potrebbe presumere che sia un ponte minaccioso con una storia terribile. Al contrario, chiunque veda la struttura rimarrà stupito da una caratteristica unica: il riflesso che proietta sull’acqua sottostante.

“Il tratto più evidente di questo ponte è la sua parabola, progettata in modo tale da formare la metà di un cerchio impeccabile. Pertanto, quando le acque sotto il ponte sono calme e la luce è giusta, si crea l’illusione di un cerchio splendidamente perfetto fatto di pietra, il sogno di ogni fotografo”, secondo  The Vintage News .

Il ponte del diavolo

Il ponte fu commissionato nel 1860 da un cavaliere locale. Tuttavia ci sono molte leggende attribuite alla sua costruzione. Secondo una di esse, l’architetto ha stretto un patto con il diavolo col quale ha chiesto la possibilità di costruire un ponte davvero unico. In cambio, il diavolo voleva l’anima della prima persona che avrebbe attraversato la struttura. (Va bene, c’è una parte inquietante.)

Il Rakotzbrucke forma un cerchio perfetto quando le acque sono ferme. (Immagine: pixabay / CC0 1.0 )

Una versione della storia dice che l’architetto abbia permesso a un cane di attraversarlo, battendo così il diavolo. Un’altra versione afferma che l’architetto stesso fu la prima persona a camminarci, sacrificando così la sua anima al diavolo e impedendo a una persona innocente un simile destino.

I miti nativi affermano che una persona che naviga su una barca sotto di esso durante la luna piena sarà in grado di sbloccare le sue abilità mistiche. Invece le persone che guardano lateralmente rispetto al ponte sono avvisate che vedrebbero la faccia del diavolo. Ci sono altri tuttavia che pensano che il ponte sia un portale che può portarci in un altro mondo. (Va bene, sta diventando spaventoso ora.)

Allo stato attuale, il governo non consente al pubblico di camminarvici sopra. Dato che è vecchio, la struttura potrebbe non essere in grado di sostenere il peso di troppo traffico e potrebbe eventualmente collassare. Lo scopo del divieto è quello di preservare il ponte per le generazioni future. Perciò è possibile vederlo solo da distante, che già di per sé è uno spettacolo bellissimo.

Il “Grand Budapest Hotel” di Wes Anderson è stato girato a Gorlitz. (Immagine: Eva Rinaldi via flickr CC BY-SA 2.0 )

In visita

Il ponte può essere visitato in qualsiasi momento dell’anno. Tuttavia, “il momento migliore per visitare Rakotzbrücke è in primavera, dopo lo scioglimento della neve o in autunno (agosto / settembre) quando il fogliame autunnale intorno al lago crea un effetto davvero mozzafiato”, secondo  The Whole World Is A Playground .

Rakotzbrucke è a poche ore dalla capitale tedesca di Berlino. Il modo più semplice per raggiungerlo è in auto. Sebbene possa essere visitato liberamente, potresti dover pagare una tariffa per parcheggiare l’auto. Se prevedi di utilizzare i mezzi pubblici, prendi un treno per Oberlausitz da Cottbus. Da lì prendi invece un bus per Kromlau, Gablenz. Una volta a destinazione, basta camminare per 1 km e si dovrebbe arrivare al ponte. Tuttavia, ricorda che a Kromlau gli autobus potrebbero non funzionare ogni giorno. Quindi controlla gli orari prima di decidere di visitare il luogo.

Se hai intenzione di esplorare la regione, considera di fermarti a Gorlitz, dove il regista di Hollywood Wes Anderson ha filmato il Grand Budapest Hotel. In Baviera, il parco nazionale della Svizzera sassone è un posto meraviglioso che merita una visita.

Articolo in inglese: http://www.visiontimes.com/2019/10/12/care-for-a-stroll-over-the-devils-bridge-in-germany.html