Delhi, India: inquinamento atmosferico molto grave

35
Nel novembre 2018, gli inquinanti nella capitale indiana di Delhi hanno raggiunto 20 volte i limiti di sicurezza raccomandati dall'Organizzazione mondiale della sanità.  (Immagine: Screenshot / YouTube)
Nel novembre 2018, l’inquinamento nella capitale indiana di Delhi ha raggiunto 20 volte i limiti di sicurezza raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. (Immagine: Screenshot / YouTube )

La capitale indiana di Delhi possiede l’aria più inquinata al mondo. A novembre 2018, il livello di inquinamento della città ha raggiunto 20 volte i limiti di sicurezza raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Un anno dopo, le persone in città sono ancora costrette a respirare aria inquinata.

Delhi: una megalopoli inquinata

Secondo il Centro per la Scienza e l’Ambiente (CSE), i livelli di particolato della capitale con un diametro inferiore a 2,5 micrometri (PM2.5) stanno scendendo e hanno raggiunto un picco nel periodo 2012-2014. I particolati PM 2,5 inoltre, nel periodo 2016-18 sono stati inferiori del 25 percento rispetto al periodo 2012-2014. Tuttavia, ciò non significa che la qualità dell’aria di Delhi sia migliorata in alcun modo. La città rimane piena di gas tossici e inquinanti che danneggiano chiunque li respiri.

“Il rapporto CSE sottolinea che Delhi deve ancora ridurre le attuali concentrazioni di PM2,5 del 65 percento per raggiungere gli obiettivi nazionali di aria pulita. La loro analisi dei dati ufficiali sull’inquinamento per il 2018 mostra che la concentrazione media di PM2,5 dell’anno scorso era di 115 microgrammi per metro cubo. Lo standard nazionale è fissato a 40 e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha una linea guida media annuale di soli 10 microgrammi per metro cubo”, secondo la  BBC .

Un’importante causa per la sua aria altamente inquinata è la posizione. La città è situata infatti vicino agli stati del Punjab e Haryana. Gli agricoltori di questi due stati effettuano la raccolta a metà ottobre. Durante questo periodo, il tempo inizia a cambiare. L’inverno inizia e il vento cambia direzione, soffiando da nord-ovest a sud-est. In quanto tale, l’inquinamento provocato dalla combustione della stoppia da parte degli agricoltori di Haryana e Punjab viene portato a Delhi.

(Immagine: CIAT tramite wikimedia CC BY-SA 2.0)
Uno dei motivi principali della scarsa qualità dell’aria di Delhi è che i venti invernali soffiano verso la città l’inquinamento provocato dalla combustione delle stoppie a Haryana e Punjab. (Immagine: CIAT tramite wikimedia CC BY-SA 2.0 )

Per risolvere il problema, l’Università di Agricoltura del Punjab ha sviluppato una nuova varietà di risaia che può essere raccolta in circa 95 giorni. Questa matura più velocemente rispetto ai semi delle colture esistenti che possono impiegarci fino a 130 giorni. L’adozione della nuova varietà può consentire la raccolta un mese prima, a metà settembre. Con tale variazione la bruciatura della stoppia delle colture non dovrebbe causare molti problemi a Delhi. Tuttavia, è in corso un’azione del governo in materia.

Risolvere il problema dell’inquinamento

Delhi ha implementato un metodo di limitazione del traffico noto come “schema pari-dispari” per aiutare a risolvere il problema. I veicoli con numeri che finiscono in cifre pari saranno ammessi sulle strade in date pari, in date dispari quelli con cifre dispari. I trasgressori saranno multati. Tuttavia, gli esperti non sono troppo sicuri del sistema. Sagnik Dey, coordinatore del Centro di Eccellenza per la Ricerca sull’Aria Pulita presso l’Istituto Indiano di Tecnologia di Delhi, ha condotto uno studio sullo schema e ha scoperto che non aveva alcun effetto significativo sui livelli di inquinamento in città.

“Lo studio ha concluso che le restrizioni al traffico tra il 1° gennaio e il 15 gennaio 2016 hanno ridotto il PM 2,5 del 4-6 percento in media e di un massimo del 10 percento in tre località. Il fallimento del programma è stato attribuito a condizioni meteorologiche stabili, il che significa che i venti non erano abbastanza forti da disperdere il PM 2,5 a lunga distanza, o avere un impatto sul PM 2,5 al di fuori della periferia della città, dove lo schema non è stato implementato”, ha detto a Business Standard .

(Immagine: Biswarup Ganguly via Wikimedia CC BY 3.0)
Gli esperti non sono sicuri che il “piano dispari” possa avere effetti significativi sui livelli di inquinamento a Delhi. (Foto: Biswarup Ganguly via Wikimedia CC BY 3.0 )

L’inquinamento atmosferico ha preoccupato molti genitori in città. Secondo le stime, in India un bambino muore ogni tre minuti per inalazione di aria inquinata. I bambini piccoli sono anche a rischio di sviluppo cerebrale improprio poiché la respirano fin dall’infanzia. Secondo l’OMS, quasi il 98% di tutti i bambini di età inferiore ai cinque anni nei paesi in via di sviluppo come l’India sono esposti a livelli elevati di PM2,5. Mentre nelle nazioni ad alto reddito equivalgono a solo il 52 percento.

Articolo in inglese: http://www.visiontimes.com/2019/11/15/indian-capital-suffering-from-serious-air-pollution.html