La Mongolia interna è scossa da forti proteste, dopo che il regime guidato dal Partito Comunista Cinese ha introdotto l’obbligo dell’insegnamento del cinese mandarino nelle scuole della regione. Le autorità avrebbero emanato un piano per sostituire gradualmente il mongolo con il cinese a partire dal 1 settembre. La notizia ha fatto rapidamente il giro del mondo. Un giovane studente mongolo ...