Alla ricerca dei colori dimenticati: un documentario sul fascino dei coloranti naturali

Nel caso in cui siate alla ricerca di abiti che abbiano una sfumatura rilassante o una tonalità morbida, i coloranti naturali sono un'ottima scelta.
In Search of Forgotten Colors" è uno dei quattro brevi documentari dell'emittente nazionale giapponese NHK che esplora il lavoro di Sachio Yoshioka sui coloranti naturali.( Immagine: YouTube/Screenshot)

In Search of Forgotten Colors è uno dei quattro brevi documentari dell’emittente nazionale giapponese NHK che esplora il lavoro di Sachio Yoshioka sui coloranti naturali. Yoshioka è il responsabile di quinta generazione del laboratorio di tintura di Somenotsukasa Yoshioka a Fushimi.

Yoshioka e i colori della natura


Nel 1988, Yoshioka ha rilevato l’azienda di famiglia e ha immediatamente smesso di usare colori sintetici, passando a tinture con materiali naturali. Yoshioka ritiene che i colori ottenuti dalle piante siano di migliore qualità se paragonati ai coloranti sintetici: Questa è la ragione principale per cui continua a fare quello che fa. I coloranti a base vegetale possono essere ottenuti da fiori, radici, foglie, bacche e corteccia.

In passato, i vestiti venivano colorati con pigmenti vegetali. Dopo l’invenzione di coloranti sintetici a metà del 19° secolo, i coloranti vegetali sono andati fuori uso. Nella sua ricerca per far rivivere le tecniche di tintura scomparse, Yoshioka passa in rassegna documenti storici e campioni tessili. Yoshioka ha dedicato quasi tre decenni alla comprensione dell’arte della tintura con le piante. In Search of Forgotten Colors dura poco più di 5 minuti. Inoltre, nel video si possono vedere altri tre mini-documentari sui coloranti naturali.

In un’intervista a Toki, Yoshioka ha sottolineato che, pur essendo appassionato della tintura biologica tradizionale, è meno adatta alla società moderna. La tecnica giapponese della tintura biologica consuma molta acqua, ingredienti naturali e altre risorse. Inoltre, trovare gli ingredienti naturali giusti per creare l’esatto pigmento di colore è un processo che richiede molto tempo.

Coloranti naturali
Nel 1988, Yoshioka ha rilevato l’azienda di famiglia e ha immediatamente smesso di usare colori sintetici, passando alla tintura con materiali naturali. (Immagine YouTube/Screenshot)

«In una società in cui la gratificazione istantanea è diventata la norma, questo processo potrebbe essere trascurato per alternative più economiche e sintetiche. Tuttavia, Yoshioka ha fatto notare che non sta necessariamente continuando la tradizione della tintura per preservare l’arte; crede che l’uso di coloranti e pigmenti naturali possa creare i colori più belli del mondo, e si sforza di ricreare quel tipo di bellezza», secondo Toki

Coloranti naturali a confronto con quelli sintetici


Poiché i coloranti naturali provengono da fonti naturali, è inevitabile che tali coloranti non danneggino l’ambiente. Il loro smaltimento non provoca alcun tipo di inquinamento. Inoltre, le fonti di coloranti naturali sono rinnovabili. In quanto tali, gli abiti realizzati diventano una scelta ovvia per le persone con un’ideologia favorevole all’ambiente. E nel caso in cui siate alla ricerca di abiti che abbiano una sfumatura rilassante o una tonalità morbida, questi colori sono un’ottima scelta.

L’aspetto meno positivo è che il costo di produzione dei coloranti naturali è molto alto se paragonato a quello dei coloranti sintetici. Per esempio, una libbra di cotone può essere tinta con 230 grammi di tintura naturale. Al contrario, per colorare una libbra di cotone sono necessari solo 5 grammi di colorante sintetico.

Il colore dei coloranti naturali tende anche a sbiadire più velocemente. Allo stesso tempo, la consistenza del colore è un po’ incerta se confrontata con i coloranti sintetici. Infine, gli ingredienti utilizzati per produrre questi colori, potrebbero non essere disponibili tutto l’anno.

tinta naturale
Poiché i coloranti naturali provengono da fonti naturali, è inevitabile che tali coloranti non danneggino l’ambiente. ( (Immagine: YouTube/Screenshot)


I coloranti sintetici offrono più scelta quando si tratta di colore. La resistenza del colore dura anche più a lungo, il che significa che è possibile utilizzare l’abito per un lungo periodo di tempo senza doversi preoccupare dello scolorimento rapido del colore. Dal lato opposto, i coloranti sintetici possono essere dannosi per le persone e per l’ambiente a causa dell’uso di varie sostanze chimiche.

Tradotto da: Vision Times Italia

Articolo in inglese: https://visiontimes.com/2020/11/19/in-search-of-forgotten-colors-a-documentary-about-the-beauty-of-natural-dyes.html