Ami i fiori di loto? puoi farli crescere a casa tua

Sia che lo coltivi per la loro bellezza, utilità o aspetti spirituali, il fiore di loto delizierà i tuoi sensi e darà una nuova personalità al tuo giardino. Innalzati dal fango, insegui la luce e sicuramente brillerai.
I fiori di loto sono antichi e straordinariamente belli, ricchi di simbologie spirituali. Inoltre è sorprendentemente facile coltivare i propri. (Immagine: Hieu Hoang tramite Pexels )

Chi non ama il loto? Straordinariamente bello e profondamente spirituale, il fiore di loto è come una porta verso un altro mondo. Sorprendentemente, questa favolosa pianta acquatica può essere coltivata senza difficoltà… in casa! Senza avere nemmeno bisogno di uno stagno.

Prima di entrare nei dettagli, consideriamo alcune delle proprietà uniche del loto, e perché dovreste considerare di coltivarlo.

Storia e tradizione del fiore di loto

Essendo la prima angiosperma apparsa sulla Terra, il fiore di loto è una delle piante più antiche conosciute. Prove fossili mostrano che le piante di loto risalgono al primo periodo del Cretaceo, o 145 milioni di anni fa. Durante l’ultima era glaciale, che ha spazzato via la maggior parte della vita vegetale nell’emisfero settentrionale, sono sopravvissute due specie di loto, che hanno generato i molti ibridi e cultivar disponibili oggi. Un fattore chiave della resistenza del fiore di loto, è il duro guscio legnoso del suo seme, che deve essere rotto o inciso prima che possa germogliare.

Il fiore di loto possiede un significato spirituale in molte culture tradizionali orientali. In Cina, India ed Egitto è considerato sacro. A differenza di qualsiasi altra pianta, il fiore emerge dall’acqua per fiorire al mattino, si immerge, si chiude di notte e fiorisce di nuovo il giorno successivo. Questo ciclo, che in genere si ripete tre volte, ha come significato la rinascita. Il rivestimento ceroso dei petali permette al fiore di emergere puro e pulito dall’acqua più fangosa e torbida, il che dà origine al simbolismo di purezza legato al fiore.

Ricordando il sole, il loto è un’icona potente degli antichi miti e leggende egiziane e spesso lo si ritrova nei geroglifici. Vale la pena notare, tuttavia, che la mitologia egizia includeva un “loto” blu, che non è un vero loto (genere Nelumbo), ma in realtà una ninfea (genere Nymphaea).

radice di loto a fette con salsa piccante di arachidi

La radice di loto a fette con salsa piccante di arachidi è una delizia del capodanno Lunare. (Immagine: Edsel L tramite Flickr CC BY-SA 2.0)

Ogni parte della pianta di loto è commestibile. I semi possono essere gustati arrostiti o crudi come snack. La radice amidacea può essere tagliata a rotelle e bollita, fritta, saltata in padella o brasata, pur mantenendo una consistenza croccante e liscia. I gambi, sia bolliti che tagliati a fettine sottili e crudi, sono deliziosi nelle insalate. Le foglie sono utilizzate come cestini commestibili o nel classico dim sum lo mai gai, in cui il riso appiccicoso e altri ingredienti sono avvolti e cucinati in un involucro di foglie di loto.

Secondo la mitologia greca il fiore è un delizioso e potente narcotico, che induce gli uomini di Ulisse in una beata apatia, portandoli a dimenticare le loro preoccupazioni. Tuttavia quello era solo un fiore mitologico, cresciuto su un albero leggendario. Il vero fiore di loto può essere tranquillamente saltato in padella o usato come guarnizione.

La radice di loto è un vegetale di prima scelta per arricchire la vostra dieta. I tuberi forniscono vitamina B per migliorare l’umore, potassio per regolare la pressione sanguigna, fibre per promuovere la digestione, vitamina C per aumentare l’immunità e vitamina A per pelle, capelli e occhi sani. I diabetici devono fare attenzione, tuttavia, poiché la radice di loto può ridurre i livelli di zucchero nel sangue, quindi si raccomanda un attento controllo.

La pianta di loto è uno scrigno di tesori medicinali. Oltre ai benefici naturali per la salute derivanti dal consumo di loto, la medicina tradizionale cinese (MTC) prescrive la pianta in tutte le sue forme per una vasta gamma di disturbi.

Ricche di ferro e altri minerali, molte parti della pianta sono nutrienti per il sangue. I fiori, ricchi di calcio e ferro, possono alleviare le infiammazioni e migliorare la coagulazione del sangue; i semi, ricchi di proteine e vitamine, sono legati alla salute di reni, milza e intestino. Le foglie sono note per curare i disturbi dello stomaco e hanno eccellenti proprietà rinfrescanti. Tutte le parti della pianta possono essere utilizzate contro i sintomi di avvelenamento da funghi.

Se tutte queste ragioni non fossero sufficienti per coltivare questa incredibile pianta, ecco il fattore determinante… i fiori in realtà generano calore. Le capacità di termoregolazione permettono loro di aumentare la temperatura fino a 30 gradi in più rispetto alla temperatura ambiente, una qualità che si ritiene attiri gli impollinatori nei climi più freddi.

Coltivazione e cura del loto

I semi di loto possono essere acquistati online a un prezzo ragionevole. Assicuratevi di scegliere il genere Nelumbo per avere quello autentico. Come accennato in precedenza, il guscio del seme deve essere in qualche modo compromesso, per permettere all’acqua di penetrare per la germinazione. Alcune persone percuotono in modo leggero il seme con un martello, altre usano una lima o un piccolo trapano. Qualunque sia il metodo scelto, devi stare attento a non danneggiare il seme tenero all’interno del guscio duro. 

Una volta che i semi sono preparati, mettine quattro o cinque in un bicchiere alto riempito con acqua filtrata o in bottiglia. Assicurati di cambiare l’acqua ogni giorno. Dopo circa una settimana dovresti ottenere dei germogli e forse una o due foglie. Ora possono essere spostati su un terreno / terreno fangoso.

Nelumbo nucifera.  Il fiore di loto simbolicamente significativo non è solo bello e utile, ma è anche facile da coltivare!
Nelumbo nucifera. Il fiore di loto simbolicamente significativo non è solo bello e utile, ma è anche facile da coltivare! (Immagine: Katja Schulz tramite Flickr CC BY 2.0)

Aggiungi 1,5 centimetri di terreno (relativamente pesante in argilla) sul fondo di ogni piccolo contenitore di semina. Satura il terreno con acqua. Pianta i semi a un centimetro e mezzo di profondità in vasi singoli. Un sottile strato di ghiaia di piselli manterrà il terreno in posizione quando (passaggio successivo) saranno tutti immersi in acqua all’interno di un contenitore più grande. 

Questo recipiente per l’acqua dovrebbe essere ampio e poco profondo, senza fori di drenaggio. Un loto si adatterà alle dimensioni del suo contenitore, quindi se vuoi ottenere grandi piante di loto, dai loro ampio spazio. Una volta che è iniziata la crescita delle foglie aeree (le foglie sono sopra la superficie dell’acqua), le tue piante possono essere trasferite in una posizione interrata. Questo è spesso sconsigliato, tuttavia, poiché il loto può facilmente diventare invasivo, quindi va bene lasciarli esattamente dove sono.

Se tutto va bene, il tuo loto diventerà troppo grande per i piccoli vasi, quindi preparati a fare un altro rinvaso.  

Questa volta metti circa 15 centimetri di terreno fangoso sul fondo del tuo contenitore grande e poco profondo. Rimetti delicatamente le piante nel fango e aggiungi abbastanza acqua in modo che le foglie piccole possano galleggiare sulla superficie. Le piante coltivate da seme non fioriranno nel primo anno, ma sono comunque deliziose di per sé. Tuttavia se sei impaziente e non ti dispiace barare, puoi comprare una pianta viva o partire con un bocciolo. Usa lo stesso programma di coltivazione, ad eccezione del fatto che puoi partire da una base più grande.

Conserva le tue piante di loto in un luogo caldo e soleggiato. Questo è essenziale per le fioriture. Durante la fioritura e la fruttificazione, puoi dare loro una spinta con un fertilizzante liquido naturale. Questo può essere fatto a casa in diversi modi, in base a ciò che hai a portata di mano. Assicurati di diluire il fertilizzante prima di aggiungerlo all’acqua. 

Lo scarabeo dei fiori è un comune impollinatore dei fiori di loto.  Attratto dal calore del fiore, passerà spesso la notte nella fioritura chiusa, per essere liberato quando il fiore emerge e si riapre il giorno successivo
Lo scarabeo dei fiori è un comune impollinatore dei fiori di loto. Attratto dal calore del fiore, trascorrerà spesso la notte nella fioritura chiusa, per essere liberato quando il fiore emerge e si riapre il giorno successivo. (Immagine: jeans_Photos tramite Flickr CC BY 2.0)

I parassiti più comuni che sono attratti dalle piante di loto sono gli insetti. Le foglie sono molto sensibili e molti spruzzi possono danneggiare la pianta. Deve essere osservata una buona igiene generale e la terra diatomacea è utile contro gli afidi e gli acari. Pota via qualsiasi materiale morto, ma solo sopra la superficie,  poiché la radice, per ricevere ossigeno, fa affidamento sui suoi collegamenti sopra l’acqua… Non rimuovere i suoi impollinatori però, che sono soprattutto coleotteri dei fiori. Spesso passano la notte chiusi dentro il fiore caldo e se ne vanno al mattino quando il loro lavoro è terminato.

Nei climi in cui è le radici di loto tendono a congelarsi, dovrai fare qualcosa per proteggerle. Le radici degli esemplari interrati dovrebbero essere al di sotto del livello del gelo per evitare danni da congelamento. I contenitori possono essere spostati in un garage o in un capannone che fornirà un riparo sufficiente per evitare il congelamento. La temperatura dovrebbe essere sopra lo zero ma inferiore a 50 gradi. L’oscurità e le temperature fresche impediranno ai tuberi di germogliare troppo presto. 

Se non è disponibile tale spazio, togli le radici, pulisci ogni altra crescita e conservale in un luogo fresco, buio e asciutto, come faresti con patate o cipolle. Quando torna la primavera e la temperatura è mite, piantale di nuovo in un contenitore di fango e acqua

Sia che le coltivi per la loro bellezza, utilità o aspetti spirituali, le piante di loto delizieranno i tuoi sensi e daranno una personalità nuova al tuo giardino. Come ogni nuova esperienza, può comportare delusioni e sfide, ma fatti coraggio e impara dal loto. Innalzati dal fango, insegui la luce e sicuramente brillerai.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/05/02/grow-love-lotus-genus-nelumbo.html