Antica mitologia cinese sulla musica

flauto bamboo Cina
La Cina possiede una tra le più antiche culture musicali del mondo, la cui storia dura da migliaia di anni. (Immagine: YouTube / Screenshot )

La Cina possiede una delle più antiche culture musicali al mondo, con una storia di migliaia di anni. I cinesi hanno interessanti racconti della mitologia che narrano l’origine della musica e uno di essi ha per protagonista una creatura magica.

Mitologia

In un tempo in cui gli immortali camminavano sulla Terra, una giovane donna si ritrovò a calpestare l’impronta di un gigante. Subito rimase incinta e diede la vita ad un bambino che chiamò Fuxi. Aveva la testa di un uomo e il corpo di un dragone. Crescendo divenne alto come un gigante e quando fu abbastanza grande, decise che era tempo di conoscere chi fosse suo padre e partì.

Fuxi presto scoprì che suo padre era il Dio del Tuono. Col passare del tempo fu nominato Sovrano Celeste d’Oriente e gli fu affidato il compito di sovrintendere all’umanità. Era molto compassionevole e cercava sempre di porre fine alle sofferenze della gente. Quando vide che le persone si ammalavano perché mangiavano carne cruda, insegnò loro come accendere il fuoco. Quando vide che lottavano per il cibo, insegnò loro come fare delle armi per cacciare e come creare reti da pesca.

Un giorno, mentre passeggiava attraverso il mondo mortale, un albero parasole attrasse la sua attenzione, e accadde qualcosa di speciale. All’improvviso, una nuvola trasportò verso l’albero una coppia di fenici. Decine di uccelli volavano dietro di lei e uno dopo l’altro, aprirono il becco e iniziarono a cantare per rendere omaggio al loro re e alla loro regina. Vedendo questo, Fuxi comprese che quello era un albero benedetto e che qualsiasi strumento realizzato dal suo legno avrebbe prodotto una musica meravigliosa.

albero parasole
Un giorno, mentre passeggiava attraverso il mondo mortale, un albero parasole attrasse la sua attenzione. (Immagine: YouTube / Screenshot )

Fuxi creò uno strumento simile ad una cetra e ricco di simbolismo. Ad una estremità si assottigliava di quattro pollici di diametro e rappresentava le quattro stagioni. La parte spessa due pollici corrispondeva alle forze duali yin e yang. Dall’altro lato, Fuxi fissò 12 tasti, uno per ogni mese dell’anno e cucì cinque corde a simboleggiare i Cinque Elementi», secondo la Shen Yun Performing Arts.  

Dopo che le persone scoprirono la musica, furono piene di gioia. Fuxi aveva già insegnato loro a pescare, cacciare e ad accendere il fuoco. Ora grazie al nuovo strumento, potevano gioire per la musica dopo il raccolto e nelle feste. Ecco come la musica venne creata, secondo la mitologia cinese.

Storia

Gli archeologi hanno scoperto in Cina flauti fatti con le ossa risalenti a 8000 anni fa. Hanno ritrovato anche strumenti musicali fatti d’argilla di 6000 anni fa. Tuttavia non si sa molto della cultura musicale di quei periodi. La Cina conobbe la prima sistematizzazione della conoscenza musicale durante la Dinastia Zhou (tra il X e il VII secolo a.C), quando furono creati formali sistemi cerimoniali e di corte. In quel periodo le persone consideravano la musica come una manifestazione della natura e del cosmo, in armonia con il concetto di yin e yang.

Tao Yin Yang Cina mitologia
Le persone consideravano la musica come una manifestazione della natura e del cosmo, in armonia con il concetto di yin e yang. (Immagine: YouTube / Screenshot )

Grande impatto ebbe il filosofo Confucio, che considerò la musica come una delle arti più elevate. «Egli pensava che delle sei principali materie di studio, la musica fosse seconda per importanza soltanto allo studio dei riti e delle cerimonie pubbliche. Poneva la musica più in alto delle altre quattro materie obbligatorie di studio che erano arcieria, guida del carro, calligrafia o scrittura e calcolo o matematica», secondo China Highlights. La filosofia confuciana considera la musica formale come fonte di elevazione morale.

Tra il 500 a.C. e il 1900 d.C., diverse idee musicali straniere sono entrate in Cina. Esse si sono combinate con le conoscenze locali e hanno prodotto una ricca cultura musicale. Dall’India venne la scala eptatonica, dall’Asia centrale strumenti come il pipa e l’erhu. Durante la Dinastia Tang (618-907) uno strumento molto famoso era il qin. La musica europea arrivò nel XVI secolo quando un prete gesuita in visita donò un arpicordo alla corte della Dinastia Ming.

Tradotto da: Veronica Melelli

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/03/28/the-mythology-and-history-behind-chinese-music.html