Bambini e allattamento al seno: protetti da covid-19?

BAMBINI ALLATTATI AL SENO: PROTETTI DAL CORONAVIRUS?

Sono pochi i casi segnalati di bambini contagiati dal coronavirus di Wuhan. Il tasso di infezione è relativamente basso. Lo dimostra uno studio condotto nella provincia di Hubei, in Cina. Esso rivela che su 44,000 casi di coronavirus, solo il 2,2% ha coinvolto bambini sotto i 19 anni di età. Inoltre un nuovo studio dimostra ora che i neonati potrebbero essere maggiormente protetti dal coronavirus se allattati al seno dalle loro madri.

Donne più resistenti

Il tasso di mortalità delle donne infette è più basso rispetto a quello degli uomini. “La maggiore risposta immunitaria femminile è attribuibile, tra le altre cose, ad un vantaggio dovuto alla sopravvivenza evolutiva diretto alla prole che passa più tempo con le madri. I bambini godono inoltre delle difese contenute nel latte, ottenendo così maggiori protezioni contro le malattie” secondo l’Express. La maggiore resistenza femminile è da attribuire alla presenza di alti livelli di estrogeni e al doppio cromosoma x, come dimostrano test condotti su topi femmine infetti da SARS.

La trasmissione del virus da parte delle donne incinte ai loro figli è possibile. Tuttavia non ci sono prove concrete che supportino tale teoria. Le ricerche continuano comunque ad essere condotte sulla questione. L’UNICEF raccomanda alle donne in gravidanza di cercare immediatamente assistenza medica nel caso in cui dovessero cominciare a notare sintomi del virus. Tuttavia, il Fondo delle Nazioni Unite per la Popolazione (UNFPA) avverte che le donne che allattano non dovrebbero essere separate dai loro neonati.

Precauzioni necessarie

“Non c è evidenza che la malattia possa essere trasmessa attraverso il latte materno. Tuttavia, madri in tale fase che sono infette dovrebbero indossare una maschera quando sono vicino ai loro bambini. Dovrebbero anche lavarsi le mani prima e dopo l’alimentazione e disinfettare le superfici contaminate. Se una madre è troppo malata per allattare, dovrebbe essere incoraggiata a produrre latte per il bambino, prendendo tutte le precauzioni necessarie,” secondo l’UNFPA.

Ai genitori è consigliato di rimanere vigili per rilevare eventuali segni di infezione nei loro bambini. Tuttavia è da tenere presente che nell’emisfero nord questa è la stagione influenzale. I sintomi del coronavirus come febbre e tosse, sono gli stessi della febbre comune e del raffreddore. Ad ogni modo, se i vostri figli dovessero manifestare tali sintomi, non prendeteli alla leggera. Portateli immediatamente dal dottore.

allattamento

Se i vostri figli dovessero manifestare tali sintomi, portateli immediatamente dal dottore. (immagine: Screenshot/Youtube)

Benefici dell’allattamento al seno

L’allattamento al seno è d’incredibile beneficio per i bambini. Sono meno soggetti infatti alla Sindrome di Morte Infantile Improvvisa. Hanno inoltre una maggiore risposta degli anticorpi ai vaccini rispetto ai bambini allattati con latte artificiale. Ciò rende i vaccini stessi più efficaci su di loro. Attraverso l’allattamento, la madre fornisce fattori immunitari e globuli bianchi. Questi proteggono il neonato da malattie come il linfoma di Hodgkin, la meningite spinale e il diabete di tipo 1.

Il latte materno può anche influenzare l’intelligenza dei bambini. “Studi stanno dimostrando che bambini allattati al seno avranno più avanti nella vita un maggiore livello di Qi. Questo pur prendendo in considerazione i fattori socioeconomici. Gli acidi grassi presenti nel latte si pensa siano gli elementi potenzianti del cervello” secondo Parents. Il contatto della pelle durante l’allattamento si crede aiuti il bambino a sentirsi sicuro. Tali bambini tendono anche ad aumentare della giusta quantità di peso man mano che crescono.

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/03/12/breastfed-babies-better-protected-against-coronavirus.html