Brillanti Strategie: Un Liuto Ferma Esercito di 150.000

liuto musica legno
Il celebre generale cinese Zhuge Liang sconfisse un esercito di 150.000 uomini usando un liuto. (Immagine: Jorge Royan via wikimediaCC BY-SA 3.0)

Trovandocisi di fronte a 150.000 soldati nemici, si potrebbe pensare che sarebbe necessario avere una forza equivalente e un esercito ugualmente numeroso. Eppure il celebre generale cinese Zhuge Liang (181-234) risolse questa difficile situazione in modo diverso: con un liuto.

Nessun esercito, solo un liuto

Liang visse durante il caotico periodo dei Tre Regni. Fu al servizio di Liu Bei e più tardi del suo successore Liu Shan della Dinastia Han orientale. Infatti, fu proprio lui che suggerì loro l’idea di staccarsi dagli Han e di ritagliarsi un proprio regno. Nel corso di diverse guerre, Liang si guadagnò la reputazione di brillante stratega militare.

La sua battaglia più famosa si svolse a Xicheng. Liang aveva inviato un grande esercito in un campo lontano e così rimanevano solo un centinaio di uomini in città. Alcune sentinelle lo avvertirono che Sima Yi dello stato Wei stava marciando verso Xicheng con un esercito di 150.000 soldati. Liang e i suoi cento soldati non avrebbero avuto alcuna possibilità e allora, con astuzia, decise di bluffare.

Zhuge Liang ritratto
Zhuge Liang aveva solo un centinaio di uomini in città, ma con astuzia decise di bluffare. (Immagine: wikimedia / CC0 1.0)

Perché suonare il liuto con tanta tranquillità?

Liang ordinò alle sue truppe di abbassare le bandiere, di aprire i cancelli della città e di nascondersi. Vestito di una tunica bianca taoista, si sedette sulle mura della città in un punto ben visibile. Così si mise a cantare e suonare il suo liuto, mentre dell’incenso da lui acceso si liberava nell’aria. Solo pochi minuti dopo, una schiera infinita di soldati incominciò ad avvicinarsi, era l’esercito nemico. Tuttavia Liang finse di non notarli, continuando a cantare e a suonare il liuto.

Quando Sima Yi vide il suo rivale suonare sopra le mura, si fermò. Pensò che Liang sembrasse troppo a suo agio e che senza dubbio doveva aver ricevuto un avvertimento sull’esercito in avvicinamento. Altrimenti perché suonare il liuto con tanta tranquillità? Sima Yi pensò che il rivale stesse mettendo in scena questo spettacolo per attirare il suo esercito all’interno della città e massacrarlo, così chiese al suo esercito di ritirarsi. Grazie alla sua astuzia e a un po’ di fortuna, Liang riuscì ad evitare la disfatta.

Stupefacenti tattiche di guerra

Ci sono molti esempi nella storia di combattenti che usarono tattiche stravaganti per ottenere la vittoria sul nemico o per proteggersi. Nella battaglia di Pelusio, avvenuta nel 525 a.C., il leader persiano Cambise II utilizzò i gatti per sconfiggere l’esercito egiziano. Consapevole del fatto che gli egiziani tenevano in grande considerazione questi animali, considerandoli sacri, chiese al suo esercito di dipingere i loro scudi con immagini di gatti. Egli portò anche centinaia di gatti sul campo di battaglia. Vedendo quell’«esercito felino», gli egiziani si rifiutarono di combattere e finirono per essere sconfitti.

Il leader persiano sapeva che gli egiziani consideravano sacri i gatti, così ne portò centinaia sul campo di battaglia. (Immagine: Screenshot / YouTube)

Minacciati dall’invasione da parte di Annibale, i romani ricorsero ad una tattica che ha avuto seguito nella storia: diedero fuoco a dei maiali dopo averli cosparsi d’olio e li spinsero verso l’esercito nemico. Quando gli elefanti dell’esercito di Annibale videro i maiali in fiamme correre verso di loro, si spaventarono e si dispersero. Anche il re Giovanni d’Inghilterra (1166-1216) utilizzò i maiali in fiamme durante l’assedio del castello di Rochester, una tattica usata anche in altri assedi: le forze nemiche scavavano gallerie sotto il castello e liberavano alcuni di questi animali in fiamme, che davano fuoco ai sostegni e facevano crollare il castello. Poveri animali, però.

Tradotto da: Veronica Melelli

Articolo inglese: https://www.visiontimes.com/2020/02/19/a-brilliant-army-strategy-outwitting-150000-enemies-using-a-lute.html