Caso Ilyinsky: uomo canadese arrestato per aver starnutito durante un volo Air Canada

Quando il personale della compagnia aerea si è avvicinato a Ilyinsky, mentre egli stava spiegando la situazione, gli è venuto improvvisamente da starnutire, e lo ha fatto direttamente sulla gonna dell'assistente di volo.
Vadim Ilyinsky è stato arrestato nell'agosto del 2020 dopo essere tornato in Canada dal Messico perché aveva starnutito su un'assistente di volo. Ilyinsky dice di avere problemi cronici di sinusite a causa di un intervento chirurgico fatto da bambino e lo starnuto è stato completamente involontario. (Immagine: Rebel News tramite Rumble Screenshot)
Vadim Ilyinsky è stato arrestato nell'agosto del 2020 dopo essere tornato in Canada dal Messico perché aveva starnutito addosso un'assistente di volo. Ilyinsky dice di avere problemi cronici di sinusite a causa di un intervento chirurgico fatto da bambino e lo starnuto è stato completamente involontario. (Immagine: Rebel News tramite Rumble Screenshot)

Un signore canadese è stato arrestato e incriminato dalla polizia di Toronto dopo essere tornato dalle vacanze in Messico. Avrebbe starnutito durante un volo Air Canada. 

Nell’agosto del 2020, Vadim Ilyinsky stava tornando a casa dal Messico su un volo Air Canada. Secondo Ilyinsky, l’elastico della sua mascherina si è rotto durante il viaggio. Mentre stava cercando di riannodarlo, un altro passeggero si è lamentato con gli assistenti di volo per il fatto che un signore non indossava la mascherina. 

Quando il personale della compagnia aerea si è avvicinato a Ilyinsky, mentre egli stava spiegando la situazione, gli è venuto improvvisamente da starnutire. Lo ha fatto dunque direttamente sulla gonna dell’assistente di volo. 

Ilyinsky, sostiene di aver avvisato l’hostess come ha potuto nel poco tempo a disposizione, scusandosi profusamente subito dopo. Tuttavia, quando il volo è atterrato all’aeroporto internazionale Pearson di Toronto, la polizia regionale di Toronto Peel lo stava aspettando. Ilyinsky è stato accusato di “Disturbo – Interferenza con il legittimo uso, godimento o esercizio della proprietà”, punibile con una multa di 5.000 dollari.

Nei verbali del tribunale ottenuti da Rebel News, si legge che l’assistente ha dichiarato nel suo rapporto di polizia che Ilyinsky “improvvisamente e molto deliberatamente si è piegato in avanti ed ha emesso uno starnuto molto forte“, che ovviamente ha portato “saliva e possibili fluidi nasali” sulla sua uniforme.

In un’intervista a Rebel, Ilyinsky ha affermato di soffrire spesso di attacchi di starnuti a causa di un’operazione chirurgica alle cavità nasali effettuata da bambino, che si manifesta con sintomi da sinusite. Afferma inoltre che durante il volo aveva precedentemente sofferto di un attacco di starnuti. Tuttavia era corso alla toilette per occuparsene in privato, poiché aveva capito che i passeggeri e il personale erano paranoici riguardo al COVID-19 a causa dell’dell’isteria e della paura che circonda la pandemia.

Qualche momento dopo essere tornato al suo posto, la mascherina di Ilyinsky si è rotta. È stato dunque avvicinato dal personale della compagnia aerea mentre stava cercando di ripararla, in quanto non ne aveva una di ricambio. I documenti della polizia mostrati nell’intervista rivelano che il file ufficiale sul caso dice: “I denuncianti hanno avuto un problema con l’imputato… per l’uso di una mascherina legata alla pandemia di COVID-19. All’accusato è stato detto più volte di indossare la sua mascherina, e a quel punto si è rifiutato“.

Ha semplicemente ignorato e ha fatto finta di starnutire più volte in segno di sfida“, afferma il rapporto. 

Ilyinsky ha dato la sua versione dei fatti: “Il membro dell’equipaggio è venuto da me e mi ha chiesto ‘Hai un problema con la mascherina? E sì, è così, e abbiamo iniziato la conversazione ed in quel momento ho sentito che dovevo starnutire di nuovo, e ho detto ‘Mi dispiace, mi dispiace, sto starnutendo. Mi dispiace, mi dispiace che sto starnutendo!’. E ho starnutito”.

Ilyinsky ha affermato che starnutisce rumorosamente, così come tutta la sua famiglia. Dopo il suo forte starnuto, l’hostess se n è andata sconvolta ed è tornata per porgergli quello che ha descritto come un avvertimento, consigliandogli di non farlo più. Il resto del volo di due ore è stato tranquillo fino all’atterraggio a Toronto, dove è stato arrestato dalla polizia.

Tre volontari infettati dal virus del raffreddore comune per scopi di ricerca
Tre volontari sono stati infettati dal virus del raffreddore comune per scopi di ricerca presso l’Harvard Hospital nel Wiltshire, il 28 dicembre 1955. Da sinistra a destra, sono la studentessa Brenda Jeanes, la turista tedesca Anne Weddig e il funzionario Pat Brown. Il canadese Vadim Ilyinsky è stato arrestato e accusato dalla polizia di Toronto per danno dopo aver starnutito su un volo Air Canada dal Messico nell’agosto del 2020. (Immagine: FPG/Hulton Archive/Getty Images)

Rebel afferma di aver contattato i media center di Air Canada per un commento prima di pubblicare l’intervista, ma la compagnia aerea ha rifiutato di parlare.

Ilyinsky ha spiegato che lo starnuto è stato completamente involontario e non poteva controllarlo a causa di un problema di salute: “A volte nella mia vita, di tanto in tanto ho questo attacco di starnuti. E la ragione è che quando ero bambino ho subito un’operazione chirurgica alle cavità nasali per cui sono piuttosto delicato”.

Inoltre, un direttore di servizio di Air Canada che era sul volo, ha presentato un denuncia alla polizia a sostegno delle accuse. Ha detto che al momento del fatto, si trovava nelle vicinanze per “occuparsi di una questione non correlata”. Tuttavia, la storia del direttore di servizio differiva da quella dell’assistente. Il direttore ha affermato che Ilyinsky si “è tolto la maschera con entrambe le mani mentre era rivolto a Gail [l’assistente di volo] e ha tossito direttamente verso di lei”.

Quando Ilyinsky è stato arrestato dopo l’atterraggio ha detto: “Onestamente, mi sento molto sconvolto. Come sapete, mi è uscito il sangue dal naso… non sapevo cosa dire. Non sapevo cosa fare”.

Ilyinsky ha detto che deve comparire a una conferenza pre-processuale all’inizio di luglio come prima fase del suo processo e sta cercando un avvocato, un compito che si è rivelato difficile, “Non è facile trovare un avvocato che sia dalla tua parte. Perché le persone oggi sono un po’ divise. E anche se l’avvocato ti rappresenta, potrebbe essere personalmente un po’ contro di te perché… è un momento molto strano”.

Sto solo cercando una buona soluzione, perché temo che la corte potrebbe non difendermi a causa di quello che è successo nel mondo… quindi intendo dire che non avevo alcuna intenzione di fare qualcosa di sbagliato a nessuno, ma la situazione è questa, quindi spero per il meglio“, ha detto Ilyinsky. 

Rebel News gestisce un programma chiamato Fight the Fines , nel quale si impegna a pagare un avvocato rappresentante per “ogni singolo canadese che riceve una notifica di blocco“. Il programma si è esteso alla rappresentanza nel Regno Unito e in Australia. Finora, la campagna ha attirato donazioni da 12.500 entità separate.

Rebel ha preso in carico più di 2.000 casi a fronte di più di 13 milioni di dollari in multe emesse a livello nazionale dalla polizia contro i cittadini. Il fondatore della pubblicazione, Ezra Levant, dice che il progetto è diventato di fatto il più grande progetto di libertà civili del Canada.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/06/30/canada-man-arrested-sneezing.html