Carenza di fornitura globale di semiconduttori, Nissan interrompe la produzione nello stabilimento statunitense

La direzione di Nissan prevede di riprendere la produzione presso lo stabilimento dal 30 agosto.
Le principali case automobilistiche come Nissan, Toyota e Suzuki sono state costrette a ridurre la produzione a causa della carenza di semiconduttori. (Immagine: pixabay / CC0 1.0)
Le principali case automobilistiche come Nissan, Toyota e Suzuki sono state costrette a ridurre la produzione a causa della carenza di semiconduttori. (Immagine: pixabay / CC0 1.0)

La casa automobilistica giapponese Nissan sospende temporaneamente la produzione nel suo stabilimento di assemblaggio in Tennessee. La decisione è stata presa a causa della carenza di semiconduttori innescata dal crescente numero di casi COVID-19 in Malesia. L’altro stabilimento Nissan nello stato del Mississippi continuerà ad essere operativo.

Lo stabilimento Nissan di Smirne in Tennessee produce principalmente il SUV Rogue e i veicoli elettrici Leaf. La direzione di Nissan prevede di riprendere la produzione presso lo stabilimento dal 30 agosto.

I semiconduttori sono componenti cruciali per quasi tutti i prodotti di produzione industriale con elettronica moderna. La realizzazione di un chip può richiedere più di tre mesi e richiede enormi fabbriche, costi di macchinari che ammontano a milioni, tecnologia laser di fascia alta e ampi spazi privi di polvere.

Specifici per l’industria automobilistica, i semiconduttori sono ampiamente utilizzati in quasi tutti i segmenti di automobili, in particolare in quelli che, a livello tecnologico, sono di fascia alta. Tali auto utilizzano centinaia di sensori e controller gestiti da chip complessi per migliorare la funzionalità, la versatilità e l’efficienza del veicolo. La carenza di semiconduttori ha reso estremamente difficile continuare a produrre veicoli di nuova generazione.

In precedenza Nissan Motor Co. e la major automobilistica Suzuki Motor Corp. avevano annunciato un’interruzione temporanea della produzione in alcuni dei loro stabilimenti per giugno. “Una carenza globale di semiconduttori ha influito sull’approvvigionamento di componenti nel settore automobilistico. A causa della carenza, Nissan sta adeguando la produzione e intraprendendo le azioni necessarie per garantire la ripresa“, ha dichiarato a Reuters una portavoce di Nissan.

Due fonti della Suzuki hanno annunciato l’intenzione di interrompere la produzione in tre dei suoi stabilimenti nella prefettura di Shizuoka per circa tre-nove giorni. La società non ha confermato ufficialmente il piano. Mitsubishi Motors ha annunciato l’intenzione di ridurre la produzione di circa 30.000 veicoli a giugno in cinque dei suoi stabilimenti in Thailandia, Giappone e Indonesia.

 lotto di vendita di Marin Honda
SAN RAFAEL, CALIFORNIA – 9 LUGLIO: In una veduta aerea, il lotto di vendita di Marin Honda è quasi vuoto. La carenza globale di microchip continua a incidere sulla catena di approvvigionamento automobilistica e sta causando un aumento del prezzo delle auto nuove man mano che le scorte diminuiscono. (Immagine: JUSTIN SULLIVAN tramite Getty Images)

A maggio, Nissan ha previsto che, a causa della carenza globale di chip, quest’anno la sua produzione di veicoli sarà ridotta di mezzo milione. “Nonostante i venti contrari, abbiamo ridotto le nostre perdite più di quanto previsto grazie ad una trasformazione accelerata, concentrata sulla razionalizzazione e sulla qualità delle vendite, rafforzando al contempo gli investimenti in nuovi prodotti e nuove tecnologie“, ha dichiarato in una nota il CEO di Nissan, Makoto Uchida.

All’inizio di agosto, General Motors ha iniziato ad apportare modifiche alla sua produzione di pickup in tre dei suoi stabilimenti in Nord America. Anche le fabbriche di altre case automobilistiche come Honda e Toyota non erano pienamente operative, sebbene non indicassero sospensioni su larga scala nelle loro strutture.

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/08/15/global-semiconductor-supply-shortage-nissan-shuts-down-operations-at-us-plant.html