Contea di Fulton: Allarme scattato in un edificio che contiene le schede elettorali per posta

L'anno scorso un gruppo di elettori della contea di Fulton (Georgia) ha presentato una petizione per ispezionare le schede per corrispondenza delle elezioni presidenziali del 2020 per presunte anomalie nel conteggio dei voti.
Un allarme è scattato di recente nel magazzino della contea di Fulton, dove sono conservate le schede elettorali per corrispondenza. (Immagine: pixabay / CC0 1.0)

La causa di revisione delle schede elettorali della contea di Fulton in Georgia è stata complicata da una violazione della sicurezza. Il 30 maggio è scattato l’allarme presso l’edificio che conservava 147.000 schede elettorali per la corsa presidenziale del 2020.

Indagare sulle anomalie di conteggio dei voti

L’anno scorso nella contea di Fulton, un gruppo di elettori ha presentato una petizione per ispezionare le schede per corrispondenza delle elezioni presidenziali del 2020, a causa di presunte anomalie nel conteggio dei voti. Nel marzo di quest’anno, il giudice della corte superiore della contea di Henry, Brian Amero, ha concesso ai firmatari l’accesso alle immagini scansionate delle schede elettorali.

Tuttavia, i firmatari hanno affermato che la risoluzione di 200 punti per pollice (DPI) delle immagini delle schede elettorali era troppo bassa per condurre un esame adeguato. Hanno dunque richiesto immagini a 600 DPI e l’accesso alle schede originali. I convenuti nel caso, i funzionari della contea di Fulton, hanno chiesto al giudice di non consentire ai firmatari l’accesso alle schede elettorali.

Il 21 maggio, il giudice Amero ha deciso di aprire le schede elettorali per la revisione. Ha permesso ai firmatari di visitare il sito dove erano conservate le schede elettorali in modo che potessero osservare gli operai della contea che creavano immagini ad alta risoluzione delle schede. Poi il 28 maggio, Amero ha programmato un incontro tra le parti coinvolte nel caso presso il luogo di archiviazione delle schede elettorali.

Tuttavia, il 27 maggio, il giudice ha annullato l’incontro dopo che i funzionari della contea di Fulton hanno presentato diverse mozioni. Il giudice Amero ha deciso che le mozioni dovevano essere ascoltate prima che i querelanti potessero avere accesso ai voti per corrispondenza. Ha proposto un’udienza il 21 giugno.

“Sembra una mossa disperata. Il lato positivo è che ora abbiamo più tempo per perfezionare le modifiche che dovevamo apportare nel nostro piano di ispezione”, ha detto il principale firmatario, Garland Favorito, via e-mail a The Epoch Times.

Incidente di sicurezza

Emerald Robinson, corrispondente dalla Casa Bianca per Newsmax, ha dato la notizia dell’incidente dell’allarme il 30 maggio, attraverso il suo account Twitter.

“L’avvocato che si occupa di Fulton County GA sulla revisione di più di 145k schede elettorali delle elezioni del 2020 mi dice che l’allarme è scattato oggi in un edificio sicuro dove erano conservate le schede. L’edificio è stato trovato aperto e incustodito”, ha detto Robinson in un tweet.

L’avvocato ha anche fornito una foto dell’edificio, che mostra che le porte sono state lasciate spalancate. In un altro tweet del 31 maggio, Robinson ha detto che due deputati della contea sono stati assegnati a sorvegliare l’edificio. Tuttavia, “sembra che abbiano lasciato l’edificio 20 minuti prima che l’allarme scattasse”.

Un portavoce della contea ha dichiarato a The Epoch Times che la questione è “in fase di revisione da parte dell’ufficio dello sceriffo della contea di Fulton” e che sono fiduciosi sulla sicurezza delle schede elettorali.

Tuttavia, Bob Cheeley, un avvocato dei querelanti, ha detto in un’intervista al Atlanta Journal Constitution che i vice dello sceriffo della contea dove risiede l’edificio sono partiti sabato pomeriggio quando il loro turno è terminato. Inoltre la porta d’ingresso sarebbe stata probabilmente lasciata aperta durante la lunga vacanza del fine settimana.

Ha detto che la contea aveva promesso al giudice che i vice della stazione avrebbero sorvegliato l’edificio 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Cheeley ha espresso preoccupazione per “l’atteggiamento poco attento alla sicurezza”, come evidenziato dalla porta dell’edificio lasciata aperta. “Ovviamente, la contea di Fulton non prende sul serio la sua responsabilità di proteggere le schede elettorali… Qualcuno avrebbe potuto entrare e dare fuoco all’intero edificio”, ha detto.

In una dichiarazione rilasciata il 31 maggio, l’ex presidente Donald Trump ha detto che a nessuno dovrebbe essere permesso di “compromettere queste schede elettorali”. Ha affermato: “I repubblicani e i patrioti devono proteggere questo sito e le schede elettorali per corrispondenza. La sinistra parla di sicurezza elettorale ma non pratica ciò che predica perché ha paura di ciò che potrebbe essere trovato. Ai dirigenti della contea di Fulton: fate la cosa giusta e proteggete questi voti. È in gioco il nostro Paese!”

In una dichiarazione inviata via e-mail ai sostenitori, il repubblicano e candidato governatore della Georgia Vernon Jones ha invitato il governatore dello stato, Brian Kemp, a “ordinare immediatamente un’indagine” sulla questione.

Il membro del GOP ha detto che l’incidente “sottolinea ulteriormente” la necessità di condurre una verifica forense in Georgia, e ha aggiunto che l’integrità delle elezioni non è negoziabile. Queste schede elettorali devono essere protette in ogni momento. Se l’edificio in cui sono ospitate è stato lasciato non protetto, abbiamo bisogno di sapere come e perché è successo!

Tradotto da: Massimiliano Volpato

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/06/05/fulton-county-alarm-ballots.html