Contea di Maricopa: i repubblicani della Pennsylvania visiteranno l’audit elettorale in Arizona

Karen Fann, presidente del Senato dell'Arizona, ha affermato che l'audit non ha lo scopo di modificare i risultati elettorali a Maricopa, ma di identificare errori nel sistema elettorale e nei relativi processi seguenti.
Tre legislatori repubblicani della Pennsylvania si incontreranno presto con i legislatori dell'Arizona e si recheranno al sito di verifica della contea di Maricopa. Nella foto vengono raffigurati impiegati dell’apparato elettorale che utilizzano macchine per la tabulazione delle schede elettorali per contare i primi voti presso il Maricopa County Tabulation and Election Center nell'ottobre 2004 a Phoenix, in Arizona. (Immagine: Jeff Topping tramite Getty Images)

Un team di legislatori repubblicani della Pennsylvania ha in programma di visitare l’audit, il sito di verifica delle elezioni della contea di Maricopa 2020 in Arizona. Intende mostrare il proprio sostegno alla “missione conoscitiva”. La delegazione comprende il rappresentante dello Stato Rob Kauffman e i senatori Cris Dush e Doug Mastriano.

L’audit dell’Arizona sta indagando sui 2,1 milioni di voti espressi nella contea di Maricopa. Dal 23 aprile, giorno in cui è iniziato, ha contato più di 1 milione di schede. L’operazione prevede anche l’analisi delle macchine utilizzate per il conteggio delle stesse.

I democratici hanno tentato di bloccare l’audit attraverso un’ingiunzione del tribunale. Tuttavia un giudice si è pronunciato contro, sostenendo che non fossero state presentate prove sufficienti per corroborare le accuse di violazione della privacy degli elettori.

“Sono convinto che l’Arizona sarà il trampolino di lancio delle verifiche elettorali e degli sforzi di integrità elettorale in tutto questo grande Paese”, ha affermato il rappresentante repubblicano Matt Gaetz ad AP. Il mese scorso ha partecipato a un raduno appena fuori Phoenix per chiedere il riconteggio.

I rappresentanti della Pennsylvania si incontreranno con i legislatori dell’Arizona prima di recarsi al sito di audit presso il Veterans Memorial Coliseum di Phoenix e ricevere un briefing dal team di audit forense.

“La vedo come una missione conoscitiva per far vedere cosa sta succedendo in Arizona”, ha spiegato Kauffman a The Epoch Times. Karen Fann, presidente del Senato dell’Arizona, ha affermato che l’audit non ha lo scopo di modificare i risultati elettorali, ma di identificare errori nel sistema elettorale e nei relativi processi seguenti.

Preoccupazione per le elezioni in Pennsylvania

A novembre 2020, Kauffman e Dush hanno chiesto un audit elettorale in tutto lo stato a seguito di segnalazioni di potenziali frodi in Pennsylvania.

Il mese successivo Kauffman e altri repubblicani hanno rilasciato una dichiarazione congiunta. affermano che i numeri delle elezioni semplicemente “non tornano” e che la certificazione dei risultati presidenziali è “prematura e errata”. Dopo aver condotto “un’analisi approfondita dei dati elettorali”, i legislatori hanno riscontrato “preoccupanti discrepanze”.

“La differenza di 202.377 voti in più rispetto agli elettori che votano, insieme ai 31.547 sopra e sotto i voti nella corsa presidenziale, si somma ad una discrepanza allarmante di 170.830 voti, che rappresenta più del doppio della differenza segnalata in tutto lo stato tra i due principali candidati alla presidenza degli Stati Uniti”, afferma la dichiarazione congiunta.

A febbraio 2021 il segretario di Stato democratico della Pennsylvania Kathy Boockvar ha respinto le preoccupazioni relative alle irregolarità elettorali. Nel fare ciò, ha citato le conclusioni di un audit di limitazione del rischio di 45.000 schede selezionate casualmente con “una forte evidenza sull’accuratezza del conteggio dei voti espressi nelle elezioni presidenziali del novembre 2020”.

Mastriano ha richiesto un audit nella contea di Fulton, in Pennsylvania, che è stato condotto dalla Wake Technology Services, una società che ha preso parte all’audit in Arizona fino alla scadenza del contratto il 14 maggio, giorno in cui l’audit era inizialmente previsto. Tuttavia i risultati dell’audit della contea di Fulton devono ancora essere pubblicati.

Tutti e tre i legislatori in visita in Pennsylvania, Mastriano, Dush e Kauffman, erano tra i leader repubblicani che hanno espresso opposizione ai voti elettorali dei loro stati espressi a favore di Joe Biden nella corsa presidenziale del 2020.

Secondo HereIsTheEvidence, un sito web che raccoglie informazioni sulle anomalie nelle elezioni presidenziali del 3 novembre, in Pennsylvania sono state riscontrate le seguenti irregolarità:

• 161.774 voti per corrispondenza sono stati modificati tra la versione del 10 novembre e la versione del 16 dicembre nel database delle richieste di voto per corrispondenza della Pennsylvania, 116.840 dei quali presentavano nuove date di restituzione.

• 69.004 schede sono state contrassegnate come “Restituite” dopo il giorno delle elezioni del 3 novembre, mentre 19.660 schede sono state contrassegnate come “Restituite” dopo il 6 novembre.

• La scadenza per l’invio delle domande della Pennsylvania era fissata al 27 ottobre. Tuttavia la contea di Berks il 16 novembre stava ancora compilando e presentando nuove schede.

Una contea della Pennsylvania è stata recentemente coinvolta in una controversia. Nelle elezioni primarie del 18 maggio nella contea di Luzerne le schede repubblicane sono state visualizzate in modo errato come schede democratiche sugli schermi elettronici delle macchine elettorali. I dispositivi sono forniti dalla Dominion Voting Systems, che in seguito ha ammesso che si è trattato di un “errore umano”.

“Il problema era limitato all’intestazione sullo schermo del dispositivo di marcatura delle schede elettorali e il direttore delle elezioni della contea ha confermato che tutte le schede erano state stampate correttamente con l’intestazione repubblicana e la corsa per le elezioni primarie repubblicane”, ha affermato la società in una nota.

Tuttavia Missy Thomas, membro del comitato elettorale, ha dichiarato a Times Leader che l’etichettatura errata delle schede elettorali ha portato molti cittadini a perdere la fiducia nelle elezioni. “Queste macchine… la loro credibilità è andata… il sistema è compromesso”, ha affermato.

Con segnalazione di Prakash Gogoi

Tradotto da: Andrea Murgia

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/06/05/maricopa-county-audit-pennsylvania.html