Der Spiegel: Xi Jinping chiese all’Oms di ritardare l’allarme

Secondo la testata tedesca Der Spiegel, il Presidente Xi Jinping avrebbe chiesto al Direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesu, di ritardare l’allarme sull’epidemia. Tuttavia, in un comunicato dell’Onu, vengono smentite «tali notizie imprecise, che distraggono e riducono gli sforzi dell’Oms e del mondo per mettere fine al Covid-19».

Secondo le indiscrezioni, durante una telefonata del 21 gennaio, Xi avrebbe chiesto a Ghebreyesus di tacere. La notizia che il virus è trasmissibile da uomo a uomo doveva essere nascosta. Come pure bisognava procrastinare l’allarme internazionale per la pandemia da Covid-19.

E’ quanto emerso da un rapporto dei servizi segreti esterni tedeschi (BND). Secondo Der Spiegel, «il 21 gennaio Xi ha chiesto a Ghebreyesus di tenere nascosta la notizia della trasmissione da uomo a uomo del virus in Cina e di ritardare la dichiarazione di pandemia. Il Bnd stima che la politica di comunicazione cinese abbia fatto perdere quattro o sei settimane nella lotta al virus a livello mondiale», come riportato da AGI.