Di Qing: da codardo spaventato a vittorioso generale

Tra il 900 e il 1100 a.C., i pittori cinesi crearono paesaggi con l’intento di esaltare la sublime bellezza del creato. Per meglio apprezzarli chi osserva dovrebbe identificarsi con le figure umane dipinte. In Montagne d’estate, alcuni viaggiatori sono in cammino verso un tempio per un ritiro. La montagna al centro si staglia maestosa, come un imperatore tra i sudditi, all’apice della gerarchia naturale. (Qu Ding, 1050 a.C.) (Immagine: The MET / CC0 1.0)

Durante la Dinastia Song del Nord, Han Qi e Fan Zhongyan guidarono gli eserciti per difendersi dalla minacciosa Dinastia Xia occidentale. Entrambi gli influenti dignitari erano tenuti in grande considerazione dai militari. Al loro primo arrivo nello Shaanxi, un ufficiale raccomandò loro lo sconosciuto Di Qing. Era un combattente impavido e coraggioso, considerato dotato del talento, delle capacità e delle attitudini di un generale. A quel tempo, lo stratega militare Fan aveva seriamente bisogno di persone che fossero capaci di coprire il ruolo di generale. Dopo aver sentito questa raccomandazione, Fan si interessò, così chiese ai suoi subordinati di analizzare il passato e le capacità di Di.

Risultò che Di Qing era stato inizialmente un soldato regolare delle guardie imperiali. Fin da bambino era stato bravo nelle arti marziali, nell’equitazione e nel tiro con l’arco. Grazie al suo coraggio e alle sue capacità, in seguito ottenne una promozione come ufficiale minore.

Dopo che Li Yuanhao divenne il primo imperatore della dinastia Xia occidentale, l’imperatore Renzong dei Song del Nord inviò l’esercito imperiale per difendere il confine. Di Qing fu inviato come guardia di sicurezza nello Shanxi Baoan (ora Shanxi Zhidan). Rapidamente, l’esercito degli Xia occidentali attaccò e sconfisse più volte le truppe di sicurezza di Baoan. Il comandante a capo delle difese dei Song, Lu Shouqin, era preoccupato della situazione.

 Fan Zhongyan dignitario Dinastia Song
Un ritratto di Fan Zhongyan di Sancai Tuhui (1609). (Immagine: Wikimedia / CC0 1.0)

A causa dell’urgenza della situazione, Di chiese volontariamente di essere messo in avanguardia per combattere contro le truppe Xia occidentali. Lu fu impressionato dal fatto che Di Qing fosse disposto a ciò, così gli assegnò delle truppe per combattere contro l’esercito invasore.

Prima di andare in battaglia, Di Qing cambiò il suo equipaggiamento. Allentò il suo chignon, scompigliò i suoi capelli e indossò una maschera di rame sulla testa, mostrando solo due occhi penetranti. Con una lancia in mano, prese il comando e si precipitò nelle linee nemiche, manovrando da un lato all’altro. Vedendo il temibile abbigliamento da battaglia di Di, i soldati della Xia occidentale si spaventarono. Di Qing, al comando dell’esercito dei Song, ingaggiò le truppe degli Xia occidentali in pesanti combattimenti, verso il confine. Alla fine, quest’ultime furono sopraffatte, caddero nel caos e si ritirarono. Le truppe di Di si precipitarono, sbaragliarono il nemico e ottennero una vittoria significativa.

Quando la notizia trionfale giunse alla corte, l’imperatore Renzong fu molto contento. Di Qing fu promosso di quattro gradi più in alto. Renzong chiese ad un artista di dipingere un ritratto di Di e di farlo inviare alla corte.

generale Di QIng
Di Qing nacque da una famiglia povera di Xihe. Sfoggiava tatuaggi sul viso ed eccelleva nel tiro con l’arco a cavallo. (Immagine: Wikimedia / CC0 1.0)

Negli anni successivi, i soldati degli Xia occidentali continuarono ad invadere e a tormentare tutti oltre il confine, mettendo a disagio la regione. In difesa della patria, Di ha combattuto in 25 battaglie. Ha subito otto ferite da freccia, ma non ha mai perso una battaglia. Ogni volta che i soldati degli Xia occidentali sentivano il nome di Di, erano troppo spaventati per affrontarlo.

Sentendo le raccomandazioni dei suoi subordinati, Fan convocò immediatamente Di e gli chiese quali libri avesse letto. Di era nato tra le fila di un soldato regolare, quindi non aveva mai letto molto. Di si sentiva in imbarazzo e non sapeva come rispondere alla domanda.

Fan lo consigliò: «Attualmente lei è un generale. Se un generale non può imparare dalla storia, non basterà il coraggio personale». Così Fan introdusse alcuni libri militari da far studiare a Di.

Di era grato a Fan Zhongyan per averlo incoraggiato in questo modo. Da quel momento in poi, dedicò tutto il tempo libero che gli restava tra una battaglia e l’altra allo studio e l’apprendimento della storia e della tattica militare. Dopo alcuni anni, imparò l’arte della guerra da famosi generali delle dinastie Qin e Han. Grazie alle sue imprese militari e ai suoi successi, ricevette continue promozioni e la sua reputazione crebbe. Più tardi, l’imperatore Renzong ritrasferì Di nella capitale dove servì come vicecomandante della cavalleria.

Imperatore Renzong Dinastia Song
L’imperatore Renzong della dinastia Song. (Immagine: Wikimedia / CC0 1.0)

Nella dinastia Song, i soldati venivano tatuati sul viso come punizione se venivano catturati mentre scappavano dall’esercito. Di non faceva eccezione; quando era un soldato, venne punito con un tatuaggio sul viso per essere scappato. Più di dieci anni dopo, Di divenne generale, ma l’inchiostro nero era ancora sul suo volto.

Quando Di Qing tornò a casa, l’imperatore Renzong lo convocò e gli chiese di utilizzare la medicina per liberarsi dei tatuaggi.

Di disse: «Vostra Maestà non pensa che io provenga da un ambiente umile. Apprezzo che Vostra Maestà mi abbia promosso a questa posizione in base ai miei meriti militari. Per quanto riguarda questi tatuaggi neri, preferisco tenerli per motivare i soldati». Dopo aver ascoltato la sua logica, Renzong ammirava le intuizioni di Di e lo apprezzava ancora di più.

Più tardi, Di fu promosso al Consiglio della Corona, Capo dell’Esecutivo e comandò gli eserciti dei Song del Nord. Un uomo che un tempo era un umile soldato divenne Capo dell’Esecutivo. Questo non era mai successo prima nella storia della dinastia Song. Alcuni ministri pensavano che il background di Di fosse troppo basso, così consigliarono all’imperatore Renzong di non elevarlo a una posizione così alta, ma Renzong non li ascoltò.

Quando Di divenne il capo dell’esecutivo, ci furono sempre coloro che pensavano che il suo scarso background non fosse all’altezza del suo status. Un funzionario che sosteneva di essere un discendente di Di Ren Jie, un famoso primo ministro della dinastia Tang, prese un suo ritratto, lo diede a Di e disse: «Potresti vantarti con gli altri che Di Renjie è il tuo antenato!».

Di sorrise modestamente e disse: «Le mie origini sono umili. Come posso fingere di avere uno status così alto come Di Ren Jie solo perché mi è capitato di ottenere un’alta posizione?» Il funzionario non disse nulla e se ne andò imbarazzato. Questo piccolo incidente dimostra che questo generale di origini povere era davvero straordinario.

Scritto da Michael Segarty e tradotto da Massimiliano Volpato

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/08/02/di-qing-from-frightened-coward-to-victorious-general.html