Donna modifica il look alle bambole Bratz

Sonia ha iniziato a rimodellare le bambole come progetto privato. Ma dopo aver pubblicato alcune immagini del suo lavoro online, è diventata subito famosa e ha scoperto che l'attenzione dei social media era maggiore di quanto potesse immaginare.
Sonia Singh, un'artista della Tasmania, modifica le bambole Bratz e conferisce loro una qualità innocente da bambina.. (Immagine: Screenshot / YouTube)

Sonia Singh è un’artista della Tasmania che è rimasta colpita dall’aspetto delle bambole Bratz. Queste bambole vengono commercializzate alle ragazze giovani, ma hanno un look glamour che di solito viene sfoggiato da donne adulte. Così Sonia ha deciso di cambiare le cose da sola e ha iniziato a modificare queste bambole, dando loro una qualità infantile e innocente che crede si meritino.

Rimodellare le bambole

«Queste bambole Bratz sono state salvate e riabilitate da op shop e tip shop in tutta la Tasmania. Queste bamboline per ragazze hanno optato per un «cambio di stile», scambiando lo sfarzo e il glamour con lo stile più tradizionale. Dipingo i volti delle bambole a mano, stampo scarpe nuove, e mia madre cuce e lavora a maglia i loro vestiti… Mi piace la soddisfazione di riparare e riutilizzare le bambole fuori moda, anche se ancora carine, per dar loro una nuova vita», dice Sonia, come riportato da Bored Panda.

Sonia ricorda che assieme alle sue sorelle è cresciuta con giocattoli fatti in casa e di seconda mano. Dunque apprezza la soddisfazione che riceve riparando le bambole scartate e rendendole utilizzabili, dando vita essenzialmente a cose che sarebbero state gettate come rifiuti. Sonia ha iniziato a rimodellare le bambole come progetto privato. Tuttavia dopo aver pubblicato alcune immagini del suo lavoro online, è diventata subito famosa e ha scoperto che l’attenzione dei social media era maggiore di quanto potesse immaginare. Tuttavia, l’artista della Tasmania ha imparato una cosa fondamentale: che si può influenzare il mondo anche senza avere l’intenzione di farlo.

Sonia Singh bambole Bratz bambole trasformate
Sonia Singh tiene in mano una bambola che è stata trasformata e una originale.
A Sonia piace la soddisfazione che riceve riparando le bambole scartate e rendendole utilizzabili. (Immagine: Screenshot / YouTube)

Sembrano un po’ impazzite

In un programma televisivo che riguardava il lavoro di Sonia, un ragazzino ha notato che le bambole originali sembravano un po’ impazzite per il trucco scuro e le labbra giganti. Un’altra ragazza ha trovato i giocattoli rifatti di Sonia più belli per poterci giocare e ha pensato che le bambole sembravano avere la sua stessa età. Sonia ha iniziato a riciclare le bambole dopo aver perso il lavoro in CSIRO.

Il suo hobby è presto diventato una discreta fonte di reddito. Ha iniziato a vendere le sue bambole attraverso il mercato online Etsy. Nel 2015, Sonia ha vinto il premio «community choice» agli Etsy Awards. Sonia non ha intenzione di trasformare il suo hobby in una specie di grande business. Tuttavia, ammette che sarebbe felice se il suo lavoro fosse considerato dalle aziende di giocattoli e ispirasse il design delle loro bambole.

Bambole Bratz

Bratz è una linea americana di bambole creata da Carter Bryant e prodotta da MGA Entertainment. Introdotta nel 2001, in origine c’erano quattro bambole di nome Yasmin, Jade, Sasha e Cloe, ognuna con labbra sensuali e occhi a mandorla. Nel 2006, l’azienda ha conquistato circa il 40% del mercato internazionale delle bambole di moda, rappresentando una grande minaccia per il dominio delle Barbie. Un fattore che ha contribuito all’immensa popolarità delle bambole Bratz è stato il fatto che la linea comprendeva tutti i tipi di etnia – caucasica, latina, asiatica e africana.

bambola Barbie
Una bionda bambola Barbie.
Entro il 2006, la linea di bambole Bratz era una minaccia per il dominio delle bambole Barbie.(Immagine: tramite pixabay CC0 1.0

Poco dopo la loro introduzione, le bambole hanno attirato l’attenzione in negativo da più parti. Alcuni genitori pensavano che fossero troppo volgari per le bambine, soprattutto a causa dei loro vestiti trasparenti e delle loro labbra sensuali. Nel 2007, l’American Psychological Association (Associazione Psicologica Americana) ha effettivamente sollevato preoccupazioni riguardo alle bambole Bratz, causando problemi di immagine corporea tra le giovani ragazze, oltre che di eccessiva sensualità. La versione originale di queste bambole era alta 10 cm. In seguito al successo delle bambole, l’azienda ha introdotto versioni da 6 cm rivolte ai bambini.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://visiontimes.com/2020/10/28/this-woman-is-changing-the-way-bratz-dolls-look.html