Cina: esplosione in un albergo a Zhuhai, Guangdong

Giallo sul numero reale dei feriti; le autorità locali ne hanno confermato solo una manciata. Per i sanitari locali, sono almeno 250

L’11 settembre i cittadini della città di Zhuhai, nella provincia del Guangdong, hanno ripreso una forte esplosione avvenuta nei pressi di un albergo. Dapprima in fiamme, l’abitato è stato danneggiato dalla forte deflagrazione, probabilmente causata da una perdita di gas.

I negozi vicini sono stati pesantemente danneggiati e le persone che erano sulla scena sono scappati per mettersi in salvo. Le autorità locali hanno diramato la notizia che solo una manciata di cittadini siano rimasti feriti. Da un rapporto delle autorità sanitarie locali si evince invece, che ci siano stati almeno circa 250 feriti.

Secondo gli abitanti di Zhuhai la scena dell’esplosione all’albergo si è trasformata all’improvviso in un incubo. Centinaia di persone sono state investite dalla forte onda d’urto, mentre le palazzine sono state gravemente danneggiate. I feriti sono stati soccorsi e trasportati in ospedale per le cure immediate.

Voice of America (VOA) ha contestato il modo in cui è stata riportata la notizia, affermando che sia attendibile il rapporto delle autorità sanitarie locali, le quali hanno stimato più alto il numero dei feriti. Un documento della Baijiao Town Health Center della città di Zhuhai sarebbe in accordo infatti con Voice of America, attestando a 255 il numero totale dei feriti causati dall’esplosione.