Fan Xiaojie congedato dal governatore per una moneta

Il giovane strizzò gli occhi, si guardò intorno per vedere se qualcuno l'aveva notato, poi mosse il piede destro e nascose la moneta di rame sotto la scarpa. Dopo che il cliente lasciò il negozio, il giovane si chinò per raccoglierla.
monete
Le monete di un cliente cadevano a terra e rotolavano sul lato del piede del giovane. (Immagine tramite pixabay CC0 1.0)

Questa è la storia di Fan Xiaojie congedato dal governatore per una piccola disattenzione fatale. Durante il periodo Kangxi della Dinastia Qing, alla Libreria Lianji, lungo una strada di Pechino, un giovane stava leggendo un libro vicino al bancone. Un altro cliente davanti al bancone stava pagando il suo libro. Una sua moneta cadde a terra e rotolò a lato del piede del giovane. Il giovane non si rese conto del karma che questo avrebbe creato per lui in futuro.

Il giovane strizzò gli occhi, si guardò intorno per vedere se qualcuno l’aveva notato, poi mosse il piede destro e nascose la moneta di rame sotto la scarpa. Dopo che il cliente lasciò il negozio, il giovane si chinò per raccoglierla.

Per coincidenza, un uomo più anziano, seduto su uno sgabello della libreria, lo stava osservando silenziosamente. Fissò a lungo il giovane, poi si alzò, si avvicinò a lui e lo coinvolse in una conversazione. L’uomo più anziano sapeva che il nome del giovane era Fan Xiaojie e venne conoscenza della situazione familiare del giovane. Dopo la conversazione, l’uomo più anziano se ne andò con un’espressione severa.

libreria libri
Mucchi di libri.
Per coincidenza, un uomo più anziano seduto su uno sgabello della libreria stava osservando tutto ciò che accadeva senza essere notato. ( immagine: pixabay CC0 1.0)


Più tardi, Fan superò l’esame imperiale e fu nominato tenente della contea di Changshu, nella provincia di Jiangsu. Fan si rallegrò e andò a prepararsi per la sua nomina. Si recò prima presso l’ufficio governativo superiore di Jiangning, nella contea di Changshu, per fare rapporto e chiese di vedere il suo superiore.

A quel tempo, Tang Bin, governatore di Jiangsu, era nell’ufficio del governo di Jiangning. Tan ricevette il biglietto da visita di Fan, ma non lo incontrò. Fan dovette tornare indietro e soggiornare in albergo. Il giorno dopo, Fan si recò all’ufficio del governo di Jiangning per fare di nuovo rapporto, ma Tang ancora non voleva incontrarlo. Questa situazione durò per dieci giorni.

L’undicesimo giorno, Fan andò pazientemente a chiedere di nuovo un incontro con il governatore Tang. La guardia ufficiale gli passò l’ordine del governatore: «Fan Xiaojie non ha bisogno di andare nella contea di Changshu per fare rapporto. Lei è stato congedato».

«Perché il vostro Signore mi ha congedato? Quale crimine ho commesso?» Fan non aveva capito ed era in ansia.

«Avido di soldi», rispose la guardia con calma.

«Ah?» Fan fu preso alla sprovvista e pensò tra sé: non ho ancora assunto l’incarico, come mai il governatore ha le prove della mia corruzione? Il governatore deve aver commesso un errore. Così chiese in fretta e furia una dichiarazione al governatore per chiarire i fatti.

monete mano

«Avido di soldi», rispose con calma la guardia. (Immagine:Pexels )


Dopo essere entrato in ufficio per denunciare il governatore, l’addetto alla sicurezza uscì di nuovo per riferire le parole del governatore: «Fan Xiaojie, non ricordi cosa è successo alla Libreria Lianji? All’epoca amavi le monete degli altri come la tua vita. Oggi sei fortunato a diventare magistrato. Non cercherai in futuro di fare tutto il possibile per rubare e diventare un rapinatore con il cappello nero? Per favore, togliete il vostro sigillo ufficiale e andatevene immediatamente, in modo che i civili non soffrano».

Solo allora Fan si ricordò dell’uomo più anziano che aveva incontrato prima alla Libreria Lianji e si rese conto che si trattava del governatore Tang Bin in un’ispezione privata.

La condanna del governatore fu abbastanza acuta da togliere il fiato a Fan. Il karma ha sempre un prezzo da pagare.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.it/wp-admin/post.php?post=12961&action=edit