Fauci: Cina responsabile della diffusione di COVID-19

Fauci ha anche avvertito che il nuovo ceppo virale nel Regno Unito è una grande minaccia che arriva dalla Cina. Ha chiesto all'amministrazione americana di prendere questa questione sul serio.
Fauci ammette che la Cina è responsabile della diffusione di COVID-19. (commons.wikimedia)

Il Dr. Anthony Fauci, direttore dell‘Istituto Nazionale delle Allergie e Malattie Infettive, ritiene che la Cina abbia avuto un ruolo significativo nella diffusione di COVID-19 in tutto il mondo. L’esperto medico ha ammesso di aver in precedenza giudicato male il ruolo di Pechino nella pandemia.

«All’epoca, la mancanza di una totale consapevolezza della gravità di ciò che stavamo trattando, era [dovuta] a una serie di ragioni… Certe situazioni erano assolutamente sconosciute a tutti. alcune delle quali tuttavia erano note ai cinesi, ed erano poco trasparenti», ha detto Fauci ad Axios.

Ha dichiarato inoltre, che se il governo cinese avesse rivelato le sue scoperte sulla diffusione asintomatica del virus, i protocolli di sicurezza, come la distanza sociale e le maschere facciali, sarebbero stati alterati. Da quando Pechino ha soppresso le informazioni sul virus del PCC, molte persone al di fuori della Cina «sono state ingannate», pensando che avrebbe mostrato sintomi come la SARS. Ma non è stato così. Fauci ha notato che è impossibile sapere tutto sul virus il primo giorno e che le linee guida possono cambiare man mano che si accumulano più dati.

Fauci è impressionato dal fatto che un vaccino efficace è stato sviluppato in meno di un anno dall’inizio dell’epidemia. Ha detto che è “un risultato monumentale“. Tuttavia, ha criticato gli aspetti politici della pandemia. Ha detto che alcune decisioni sono basate sulla politica piuttosto che su una prospettiva obiettiva volta ad eliminare la minaccia pubblica.

Fauci ha stimato che circa l’85 percento della popolazione americana avrebbe dovuto essere vaccinata per attivare l’immunità del gregge.

Fauci ha anche avvertito che il nuovo ceppo virale nel Regno Unito è una grande minaccia che arriva dalla Cina.

Ha chiesto all’amministrazione americana di prendere questa questione sul serio. In un’intervista al Today Show di dicembre, ha sottolineato la necessità di seguire rigorosamente i protocolli di sicurezza per limitare la diffusione del nuovo ceppo.

Moltissimi i casi quotidiani di infezione negli Stati Uniti sono infatti intorno ai 300.000 dall’inizio dell’anno. I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) stimano che il numero totale di morti per il virus CCP potrebbe raggiungere i 430.000 entro la fine di gennaio.

personale sanitario
La Cina sta bloccando il tentativo dell’OMS di indagare sull’origine del virus CCP. (Immagine: pixabay / CC0 1.0)

Il direttore del CDC Robert Redfield ha detto che i mesi di gennaio e febbraio saranno «il periodo più difficile» nella storia della sanità pubblica americana.

Informazioni soppresse


A dicembre,l’ Associated Press ha rilasciato molti documenti del governo cinese. I documenti hanno rivelato che Pechino ha offerto centinaia di migliaia di dollari come sussidi agli scienziati per indagare sul virus del PCC. Tuttavia, le attività di questi scienziati sono state monitorate. Il governo ha anche stabilito una regola secondo la quale qualsiasi ricerca o dato deve essere prima approvato da una task force sostenuta dal governo prima di essere pubblicato. Il regime comunista probabilmente sa molto di più sul virus di quello che ha rivelato al mondo.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sta cercando di condurre un’indagine sull’origine del virus in Cina. Tuttavia, i suoi tentativi sono stati vanificati da Pechino. Il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha rivelato di essere deluso dal fatto che il regime cinese non abbia ancora ammesso chiaramente la questione alla squadra investigativa.

«Sono molto deluso da questa notizia, dato che due membri avevano già iniziato i loro viaggi e altri non hanno potuto viaggiare all’ultimo minuto, ma sono stati in contatto con alti funzionari cinesi… Siamo ansiosi di dare il via alla missione il prima possibile», ha detto alla conferenza stampa. L’indagine dell‘OMS sarà formata da un totale di dieci membri del team e si prevede che indagherà per quattro o cinque settimane.

Tradotto da Monica Padoan

Articolo in inglese:

https://visiontimes.com/2021/01/09/dr-anthony-fauci-head-of-the-national-institute-of-allergy-and-infectious-diseases-believes-that-china-played-a-significant-role-in-how-much-the-coronavirus-has-spread-worldwide-fauci-china-is-respo.html