Il Giappone avrà un nuovo premier: Yoshihide Suga

«A Ogachi l’inverno è gelido, ma poi viene il sole», ha detto Suga in una recente intervista. «I campi mi hanno insegnato la perseveranza prima che capissi quanto è necessaria»
suga nuovo premier Giappone
Il prossimo Premier Giapponese, Yoshihide Suga. (Immagine: YouTube / Screenshot )

Sarà Yoshihide Suga, uno dei più noti e stimati politici del Giappone, ad essere formalmente nominato come prossimo premier. Successore e braccio destro di Shinzo Abe, Suga è in politica da più di trent’anni, passati alla scalata della politica.


Nel 1996 infatti entrò in Parlamento e nel 2012 diventò l’assistente di Abe, assumendo la carica di segretario di governo.


Dopo le dimissioni di Abe per motivi di salute, il nuovo candidato premier non era considerato fra i principali favoriti, ma ha saputo muoversi bene e ottenere il sostegno di quasi tutte le correnti del partito, nonostante non appartenga apertamente a nessuna di loro.
«Suga rappresenta un fattore di continuità dell’amministrazione Abe», ha detto al Japan Times Daniel M. Smith, un esperto di Giappone che insegna politica comparata ad Harvard.

Tuttavia, la differenza dagli altri politici liberal democratici è evidente, poichè egli proviene da una famiglia meno privilegiata di ceto basso.


Inoltre momentaneamente ha evitato dichiarazioni e decisioni controverse, che lo identifichino come un «nazionalista di destra». Tuttavia Suga si è candidato alle primarie con 377 schede votate a suo favore, avendo la maggioranza superando di quasi 300 voti il secondo classificato, l’ex ministro degli Esteri Kishida Fumio.

Nel discorso di ringraziamento dopo la vittoria, Suga ha ringraziato Abe e gli ha offerto un mazzo di fiori, celebrando assieme a lui il risultato del voto.
Il New York Times ha sottolineato che la scelta di Suga dimostra che il Giappone rimane un paese dove «la stabilità conta più dell’ideologia», e in cui Suga «è riuscito a imporsi in una classe dirigente legata alle tradizioni e ostile al cambiamento».