Gli antichi medici cinesi e un solo pensiero: trattare al meglio i pazienti (parte 1) 

Era comune vedere che tra colleghi, gli antichi medici cinesi agivano da mentori, si raccomandavano l'un l'altro ai pazienti e si davano reciprocamente credito per i trattamenti di successo, mostrando tra loro il contegno dei gentiluomini.
medicina tradizionale cinese
Selezione di erbe medicinali tradizionali cinesi con mortaio e pestello. Gli antichi medici cinesi erano indifferenti alla fama e alla fortuna, non si preoccupavano dei loro guadagni e delle loro perdite, e per tutta la vita prendevano il salvataggio delle persone come missione legata alla propria professione. (Immagine: tramite Dreamstime.com © Marilyn Barbone)

Nel passato molti famosi medici cinesi, prima di praticare la medicina, leggevano i classici confuciani. Erano indifferenti alla fama e alla fortuna, non si preoccupavano dei loro guadagni e perdite, e per tutta la loro vita consideravano il salvare le persone come missione legata alla propria professione. Con tutto il cuore, aspiravano ad essere buoni medici, preferendo adempiere a quel ruolo piuttosto che essere un eccellente primo ministro. Di conseguenza, era comune vedere che tra colleghi, gli antichi medici cinesi agivano da mentori, si raccomandavano l’un l’altro ai pazienti e si davano reciprocamente credito per i trattamenti di successo, mostrando tra loro contegno da gentiluomini, rispetto reciproco e cortesia.

Durante la Dinastia Yuan, il famoso medico Zhu Danxi (noto come Yanxiu) era uno dei “Quattro grandi maestri delle dinastie Jin e Yuan”. Un altro rinomato medico, Ge Gansun (noto come Kejiu) nella zona di Jiangsu e Zhejiang, aveva competenze mediche altrettanto valide. I due avevano un buon rapporto e spesso discutevano di tecniche mediche e curavano i pazienti insieme.

Una volta, un funzionario locale ebbe un ictus improvviso e rimase paralizzato. Dopo averlo visitato, Zhu disse: «I metodi nei libri di medicina non possono curarlo». Ma Ge disse: «Potrei fare un tentativo con l’agopuntura». Zhu spiegò: «Anche così, il paziente può muovere solo metà del suo corpo. È inutile e non può salvargli la vita».

agopuntura
Aghi d’argento per l’agopuntura, ramo della medicina tradizionale cinese, sopra un tavolo di legno.
Ge voleva provare l’agopuntura sul paziente, ma Zhu sapeva che non sarebbe servito a nulla. (Immagine: tramite Dreamstime.com © Mykhailo Baidala)

La famiglia del funzionario insistette per lasciare che Ge trattasse il funzionario con l’agopuntura, ma alla fine, come disse Zhu, la malattia del funzionario non riuscì a guarire. Zhu convinse la famiglia a tornare rapidamente a casa, dicendo: «Una volta che il paziente tornerà a casa, ho paura che morirà immediatamente». In seguito, fu ciò che accadde.

Poiché Zhu, dopo aver esaminato il funzionario, era in grado di prevedere il risultato, le sue capacità mediche potevano sembrare migliori di quelle di Ge. Ma secondo Zhu, Ge poteva curare strane malattie che i medici cinesi ordinari non potevano. Quando incontrava malattie intrattabili, il primo pensiero era per Ge.

C’era una donna che aveva contratto la tubercolosi. Zhu l’aveva curata, ma improvvisamente c’erano due macchie rosse sul suo viso, e lui non poteva rimuoverle. Zhu non riusciva a pensare a un modo migliore, così disse alla paziente: «Perché non inviti il dottor Ge Gong di Wuzhong a fare un tentativo. Potrebbe non venire immediatamente, ma scriverò una lettera d’invito per te. Tu portagli la lettera e lui verrà dopo averla letta». La famiglia del paziente ricevette la lettera e mandò immediatamente una barca a prendere Ge.

fiume Yangtze montagne
Dalle le barche che viaggiano lungo il fiume Yangtze in Cina, lungo le rive si riescono a scorgere le montagne. Su raccomandazione del Dottor Zhu, la famiglia del paziente Mandò una barca a prendere il dottor Ge. (Immagine: tramite Max Pixel / CC0 1.0)

Dopo aver letto la lettera di Zhu, Ge mise immediatamente da parte altre cose e andò in barca con il messaggero.

Dopo aver controllato la paziente, Ge applicò l’agopuntura sul corpo della donna attraverso i suoi vestiti, e le macchie rosse sul viso della donna scomparvero all’istante. La paziente era grata e preparò un generoso regalo per Ge. Ma Ge sorrise e rifiutò: «Sono qui per il signor Zhu, quindi come posso chiedere i vostri regali?». Così Ge non prese soldi o regali di nessun tipo.

Scritto da Helen e tradotto da Massimiliano Volpato

Articolo in inglese: https://visiontimes.com/2021/04/03/ancient-chinese-doctors-recommend-each-other-to-provide-better-treatment-for-patients-1%e2%80%af.html