I manifestanti europei e australiani invadono le strade per chiedere l’annullamento dei passaporti dei vaccini e delle restrizioni

Nei video su Twitter i partecipanti alle manifestazioni contro i passaporti per i vaccini litigano con la polizia. Associated Press ha anche riferito che le autorità hanno usato cannoni ad acqua e gas lacrimogeni contro la folla.
I manifestanti si radunano davanti al Parlamento durante una manifestazione anti-blocco il 24 luglio 2021 a Melbourne, in Australia. La polizia australiana ha incoraggiato i cittadini a denunciarsi a vicenda e ha promesso di utilizzare tutti i filmati di sorveglianza disponibili per punire coloro che hanno partecipato agli eventi. (Immagine: Diego Fedele/Getty Images)
I manifestanti si radunano davanti al Parlamento durante una manifestazione anti-blocco il 24 luglio 2021 a Melbourne, in Australia. La polizia australiana ha incoraggiato i cittadini a denunciarsi a vicenda e ha promesso di utilizzare tutti i filmati di sorveglianza disponibili per punire coloro che hanno partecipato agli eventi. (Immagine: Diego Fedele/Getty Images)

Centinaia di migliaia di cittadini sono scesi in piazza in diversi paesi, tra cui Francia, Regno Unito, Italia e Australia, per chiedere l’annullamento dei passaporti dei vaccini e le restrizioni prolungate nel fine settimana del 25 luglio. Le azioni sono state ampiamente e fortemente denunciate da leader nazionali e funzionari di polizia locale.

Il 24 luglio, circa 160.000 persone hanno partecipato a proteste pubbliche in Francia contro l’obbligo del passaporto per il vaccino appena annunciato dal presidente Emmanuel Macron. Tale mandato vedrà coloro che scelgono di non accettare un’iniezione di COVID-19 essere esclusi da quasi tutti gli ambiti della società pubblica. Sarà ora richiesta infatti una corretta analisi del sistema Health Pass QR code del paese al fine di poter accedere a ristoranti e bar, teatri, musei e per utilizzare il trasporto pubblico.

Il mandato prevede l’arresto degli imprenditori che non applicano le regole fino a un anno e i cittadini che eludono fino a 6 mesi, oltre a pesanti sanzioni pecuniarie.

I video pubblicati su Twitter mostrano i partecipanti che litigano con la polizia, mentre Associated Press ha riferito che le autorità hanno usato cannoni ad acqua e gas lacrimogeni contro la folla.

Nei commenti dati ai media il 25 luglio durante una visita in Polinesia francese, Macron ha duramente condannato i manifestanti, dicendo: “Questa non è libertà, si chiama irresponsabilità, egoismo“, secondo il rapporto di Ouest France in lingua francese. rapporto. 

Macron ha inquadrato la questione nel seguente contesto: “Se domani infetti tuo padre, tua madre o il sottoscritto, io sono una vittima della tua libertà mentre avresti dovuto scegliere un modo per proteggere te e me”.

I manifestanti tengono in mano cartelli e striscioni che recitano: “Passaporto sanitario = discriminazione illegale;  Vaccino, oggi gratis ma domani paghi;  apartheid, libertà;  Promemoria semplice: no ai vaccini” durante una protesta contro i passaporti dei vaccini, a Tolosa, in Francia, il 24 luglio 2021.
I manifestanti tengono in mano cartelli e striscioni che recitano: “Passaporto sanitario = discriminazione illegale; Vaccino, oggi gratis ma domani paghi; apartheid, libertà; Promemoria semplice: no ai vaccini” durante una protesta contro i passaporti dei vaccini, a Tolosa, in Francia, il 24 luglio 2021. (Immagine: FRED SCHEIBER/AFP tramite Getty Images)

E in nome della tua libertà, forse avrai una forma grave (del virus) e verrai in questo ospedale. Tutto questo personale dovrà farsi carico di te e forse rinunciare a curare qualcun altro.”

Brussels Times afferma che un emendamento alla legislazione sul passaporto ha rimosso il requisito per i bambini di età superiore ai 12 anni, sostituendolo con la parola “adulti“, oltre a richiedere il pass sanitario solo per gli spazi pubblici interni “confinati“.

Allo stesso modo, nel fine settimana, Londra ha visto massicce proteste quando l’amministrazione di Boris Johnson ha annunciato un simile obbligo di passaporto per i vaccini necessario per partecipare alla società pubblica, dopo aver sottoposto il Regno Unito a una delle chiusure più prolungate al mondo.

La copertura delle proteste da parte di Breitbart ha mostrato una folla estesa con persone che tenevano cartelli con slogan come “mostrate i vostri documenti, compagni”, con tanto di falce e martello, un omaggio al sistema restrittivo di “passaporti dei vaccini interni” dell’Unione Sovietica.

Manifestanti protestano a Londra
I manifestanti che bloccano le strade gridano slogan anti-governativi alle Houses of Parliament da Parliament Square come parte di una protesta per la libertà il 19 luglio 2021 a Londra, Inghilterra. I cittadini del Regno Unito temono che i mandati del passaporto per i vaccini creeranno una società a due livelli che limita la libertà di movimento di lunga durata, dopo che la pandemia sarà passata. (Immagine: Martin Pope/Getty Images)

Una donna dai capelli grigi ha raccontato al giornale di non essere mai stata coinvolta in una protesta in vita sua, ma ha deciso di partecipare perché “Il problema del passaporto per i vaccini è l’ultima goccia che fa traboccare il vaso”.

La cosa divertente è che tutte le teorie del complotto che esistono continuano a diventare realtà”, ha dichiarato.

Un altro manifestante ha affermato di non essere in alcun modo “anti-vaccino” perché aveva ricevuto la sua prima dose, ma si è opposto per principio ai passaporti dei vaccini. “Non mostrerò i miei documenti quando lo stato li chiederà, perché non ha il diritto di farlo”.

Il deputato conservatore Tom Tugenhadt dopo l’evento ha espresso la preoccupazione riguardo al fatto che i passaporti per i vaccini potrebbero imitare il sistema di credito sociale del partito comunista cinese: “I passaporti per i vaccini rischiano un sistema di controllo del credito sociale. Se abbiamo bisogno di un vaccino per eventi come una conferenza o una discoteca – perché non per viaggiare in treno, o andare a una lezione universitaria o in un negozio? Quali altre scelte comporteranno la negazione del servizio?”, ha chiesto nei commenti su Twitter .

Il 24 luglio, in Italia si sono verificate proteste simili che richiederanno ai cittadini di eseguire una scansione pulita sull’app Green Pass al fine di mantenere le libertà fondamentali nella società a partire dal 3 agosto, secondo un articolo del Giornale .

Anche Irlanda, Grecia, Amsterdam, Finlandia e Giappone hanno ospitato cittadini arrabbiati che dissentivano contro quella che è percepita come un’erosione delle loro società aperte e delle libertà individuali, secondo i video riportati in un file su Twitter.

In Germania, il capo di gabinetto della cancelliera Angela Merkel, Helge Braun, ha fatto commenti a un giornale tedesco prefigurando quello che sembra essere un certo lancio di passaporti vaccinali anche nel suo paese quando ha affermato: “Le persone vaccinate avranno sicuramente più libertà rispetto alle persone non vaccinate. …lo Stato ha la responsabilità di proteggere la salute dei suoi cittadini”.

In Australia, i governi statali e le autorità locali hanno adottato un approccio marcatamente negativo nei confronti di proteste simili durante il fine settimana. È avvenuto in risposta a una quinta ondata di blocchi, in un paese che ha visto un misero 32.917 sui test PCR positivi, e 918 decessi associati a COVID-19 durante tutta la pandemia. 

Secondo un articolo di Sky News del 25 luglio, il vice commissario di polizia del New South Wales Gary Worboys ha descritto la protesta di 50.000 persone nella sua zona come “comportamento violento, sporco e rischioso” .

La polizia ha emesso più di 500 multe poiché metà dell’Australia ha ricevuto ordini formali e di restrizione completa.

Chiaramente il comportamento è stato assolutamente disgustoso. Non sarà tollerato, non solo dalla polizia, ma dalla comunità”, ha affermato Worboys. Il vice commissario ha incitato il pubblico a presentare eventuali prove fotografiche o video delle proteste ai Crime Stoppers. Questo affinché i partecipanti potessero essere rintracciati dalle forze dell’ordine e puniti.

Nello stato di Victoria, attualmente sotto la giurisdizione del premier firmatario di Belt and Road Daniel Andrews, il vicecommissario di polizia Luke Cornelius si è vantato del fatto che il suo dipartimento avrebbe utilizzato tutti i filmati delle telecamere a circuito chiuso e delle videocamere di sorveglianza disponibili per rintracciare i dissidenti: “Le vostre facce sono sulla prima pagina dei nostri principali giornali. Le vostre facce sono sui social media. Le vostre facce sono state pubblicate, in lungo e in largo”, ha detto, secondo The Epoch Times .

Cornelius ha anche invitato il pubblico a denunciare i loro concittadini per aver protestato: “Vorrei dire a tutti i vittoriani che sono indignati da tutto questo, se sapete chi sono queste persone, chiamate Crime Stoppers e fateci sapere chi sono e noi prenderemo provvedimenti“. “

La premier dello Stato del Nuovo Galles del Sud, Gladys Berejiklian, si è unita alla condanna universale dei suoi stessi cittadini: “Sono assolutamente disgustata dai manifestanti illegali nella città di oggi le cui azioni egoistiche hanno compromesso la sicurezza di tutti noi“.

“Questo tipo di attività durante il blocco non saranno tollerate”, ha detto il premier, che ha descritto la protesta come una “tipologia di attività illegale”. Ha messo i partecipanti in guardia contro il fatto che la “piena forza della legge” sarà applicata contro di loro, secondo Sky News

Negli Stati Uniti, l’ex sindaco di Chicago, Rahm Emanuel, ha chiesto agli Stati Uniti di installare un “sistema di ricompensa-punizione“. Ovvero, senza mezzi termini, una richiesta di passaporti dei vaccini, per costringere gli indecisi ad accettare la vaccinazione: “Il fatto è che nessun bambino può presentarsi a scuola senza mostrare le sue vaccinazioni, vaiolo e morbillo. Bisogna renderlo noto alla gente“, ha detto Emanuel in un talk show della ABC.

Se vuoi partecipare alle attività, devi dimostrare di essere vaccinato. Allora diventerà un sistema di ricompensa-punizione. Sei tu che fai i tuoi calcoli”.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/07/28/europe-australian-protestors-vaxx-passports.html