Il Calendario lunisolare: fondamentale nella cultura cinese

I termini solari del calendario lunisolare in Cina sono celebrati attraverso una canzone tradizionale chiamata Jieqige o «canzone dei termini solari», che aiuta le persone a memorizzare ogni termine con facilità.
calendario lunisolare stagioni
I 24 termini solari servono come "punti di riferimento" con date fisse nel calendario gregoriano, consentendo di rappresentare il ciclo lunare e i corrispondenti giorni solari in un unico calendario. (Immagine: tramite Dreamstime.com © Britvich)

Il 12 febbraio scorso i cinesi hanno dato il benvenuto all’Anno del Bue, come da tradizione. Quella del capodanno, equivale ad una grandiosa celebrazione cinese, cadenzata da festeggiamenti osservati in giorni specifici. È divertente da osservare o ancora meglio parteciparvi, anche se non sei cinese di origine. Ma sapevi che anche il calendario lunisolare gioca un ruolo fondamentale nella cultura cinese?

Come molti paesi asiatici, la Cina segue infatti il calendario lunare, che imposta le date in modo diverso da quello solare, come ad esempio il calendario gregoriano utilizzato in Occidente. Un calendario lunisolare raffigura sia i giorni del ciclo lunare che i corrispondenti giorni solari, in modo che sia la cultura che la connessione col mondo siano entrambe mantenute.

L’importanza dei periodi solari nel calendario lunisolare

È noto che un cerchio o un’ellisse siano di 360 gradi. Ed è proprio questa conoscenza della natura ellittica dell’orbita terrestre che ha portato allo sviluppo del calendario lunisolare. Ogni variazione di 15 gradi dà origine a uno dei 24 termini solari che tiene il tempo con il fenomeno naturale dei cambiamenti stagionali. Quando una cultura è prevalentemente lunare, questo calendario a termini solari aiuta a trovare i giorni corrispondenti e l’inizio delle stagioni specifiche, oltre a prevedere i giorni più freddi o più caldi.

Risalente alla Dinastia Shang, il calendario a termine solare era abbozzato in modo primitivo e veniva usato con una certa moderazione. Fu solo durante la Dinastia Han che il calendario lunisolare e i 24 termini solari furono chiaramente definiti e utilizzati soprattutto per l’allevamento e l’agricoltura.

capra con collare
Una capra con un collare verde e marche auricolari gialle in un recinto pieno di paglia.
Durante la dinastia Han, i 24 termini solari erano chiaramente definiti e usati soprattutto per l’allevamento e l’agricoltura. (Immagine: tramite pixabay / CC0 1.0)

I 24 termini solari e le stagioni in base al calendario lunisolare

Come menzionato, i termini solari sono distanziati di 15 gradi ciascuno, ma il calendario lunisolare in realtà è diverso e inizia con febbraio anzichè gennaio. Si possono raggruppare i termini solari insieme alle stagioni e si avrà quanto segue.

Primavera

Questo è l’inizio della primavera e va fino all’inizio dell’estate. I termini inclusi nella stagione primaverile sono Lichun (4 febbraio), Yushui (19 febbraio), Jingzhe (6 marzo), Chunfen (21 marzo), Qingming (5 aprile) e Guyu (20 aprile). Chunfen cade anche nel giorno dell’equinozio di primavera. Jingzhe segna il momento in cui gli insetti escono dal letargo. Guyu è il giorno segnato come “pioggia di grano”, un periodo in cui la temperatura aumenta rapidamente e le piogge si verificano nel nord della Cina.

Estate

Inizia con Lixia (5 maggio), che segna l’inizio dell’estate, e comprende i termini Xiaoman (21 maggio), Mangzhong (6 giugno), Xiazhi (21 giugno), Xiaoshu (7 luglio) e Dashu (23 luglio). Xiazhi segna anche il solstizio d’estate. Xiaoman indica il rifornimento dei cereali e segna il momento in cui i raccolti estivi iniziano a crescere. Dashu è il momento in cui fa più caldo.

Autunno

Liqiu (8 agosto) descrive l’inizio dell’autunno. Questa stagione comprende anche i termini di Chushu (23 agosto), Bailu (8 settembre), Qiufen (23 settembre), Hanlu (8 ottobre) e Shuangjiang (23 ottobre). Qiufen segna anche l’equinozio d’autunno. Qui, i giorni sono spesso rappresentati come “calore che si ritira” o “inizio della rugiada fredda”. Shuangjiang è chiamato la “discesa del gelo” perché segna la vicinanza dell’inverno.

alba con  brina
L’alba vista attraverso l’erba del pascolo coperta di brina. (Immagine: Susanne Nilsson tramite flickr/ CC BY-SA 2.0)

Inverno

Questa stagione comprende i termini rimanenti di Lidong (7 novembre), Xiaoxue (22 novembre), Daxue (7 dicembre), Dongzhi (22 dicembre), Xiaohan (6 gennaio) e Dahan (22 gennaio). Dongzhi segna anche il solstizio d’inverno ed è anche chiamato il massimo invernale. Daxue segna forti nevicate. Dopo il solstizio, i giorni sono definiti “gelidi” o con “pesanti gelate”.

È interessante sapere che l’inizio dell’anno non è a zero gradi o a 360 gradi; piuttosto, i termini solari partono da 315 gradi. I termini solari sono anche celebrati attraverso una canzone tradizionale chiamata Jieqige o «canzone dei termini solari», che aiuta le persone a memorizzare ogni termine con facilità.

La natura scientifica dei termini solari ha portato questo calendario a essere riconosciuto come una grande invenzione. L’UNESCO etichetta questo calendario solare come una delle più grandi invenzioni della Cina ed è registrato come uno dei capolavori del patrimonio orale e immateriale dell’umanità.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://visiontimes.com/2021/03/12/the-24-solar-terms-in-the-chinese-lunisolar-calendar.html