Il Gerenuk: un’antilope che sopravvive senz’acqua

C'è molto di cui possiamo beneficiare osservando la natura. Anche dagli animali come l'antilope generuk possiamo imparare la resilienza e la resistenza, qualità che probabilmente saranno molto utili in questo mondo che cambia.
Il gerenuk, o antilope dal “collo di giraffa”, è ben adattato a vivere nelle aride terre dell'Africa, al punto che non ha nemmeno bisogno di bere acqua! (Immagine: Nirav Shah tramite Pexels CC 0)
Il gerenuk, o antilope dal “collo di giraffa”, è ben adattato a vivere nelle aride terre dell'Africa, al punto che non ha nemmeno bisogno di bere acqua! (Immagine: Nirav Shah tramite Pexels CC 0)

Immagina di vivere senz’acqua, una delle necessità più elementari della vita. In natura, molti animali hanno modi per far fronte alla mancanza di idratazione, ma anche un cammello non può sopravvivere senza bisogno di fare il pieno di tanto in tanto.

C’è un tipo di antilope nelle terre aride dell‘Africa, tuttavia, che si è adattata alla vita senz’acqua.

Antilope dal collo lungo

Il gerenuk , che in somalo significa “collo di giraffa”, si trova principalmente in Somalia, Kenya e Gibuti meridionale.

Chiamata così per il suo lungo collo, questa antilope può raggiungere un’altezza di circa 150 centimetri. I gerenuk sono in grado di raggiungere grandi altezze stando dritti sulle loro lunghe gambe, possono raggiungere gustose vegetazioni da circa due metri da terra.

I gerenuk vivono in piccoli gruppi, costituiti principalmente da femmine imparentate e dai loro piccoli, mentre i maschi tendono a vivere da soli o in piccoli gruppi di scapoli. 

I suoi grandi occhi e orecchie conferiscono al gerenuk un aspetto accattivante, poiché fa uso delle sue ciglia e dei peli sensoriali sul muso per pascolare in sicurezza tra i cespugli spinosi mentre mangia.

Gerenuk - riserva Nazionale di Samburu
Eccoli nella Riserva Nazionale di Samburu, in Kenya. I gerenuk stanno spesso sulle zampe posteriori, poiché questo è il modo migliore per raggiungere la vegetazione vivificante nel loro habitat arido. (Immagine: Fabiola Leyton e Carlos Castillo tramite Wikimedia Commons CC 0)

Niente acqua, nessun problema

Quindi, come sopravvive questo singolare animale senz’acqua? 

I gerenuk mangiano molta vegetazione ogni giorno. Il loro enorme appetito per foglie fresche, germogli, fiori e frutti dà loro abbastanza umidità per sopravvivere. 

I gerenuk hanno inoltre vari modi per conservare l’umidità: uno stile di vita sedentario, urina altamente concentrata e passaggi nasali unici, che si sono adattati al fine di prevenire la perdita per evaporazione.

Grazie alla loro capacità di vivere senz’acqua, i gerenuk possono vivere in terre aride e secche, dove la mancanza di adeguate fonti d’acqua significa anche un minor numero di predatori e una ridotta competizione con altri erbivori che hanno bisogno di bere.

Pericolo dagli umani

Sebbene il gerenuk si sia adattato ad affrontare condizioni difficili, deve affrontare altre minacce. A parte i tipici predatori africani, man mano che gli esseri umani si espandono nelle loro terre, la perdita e la frammentazione dell’habitat incombono su di loro.

Con soltanto circa 95.000 gerenuks in natura, essi sono classificati come “quasi minacciati”. I gruppi ambientalisti stanno lavorando per evitare che vengano classificati come “in pericolo di estinzione”.

Nel 2013 uno di questi gruppi, lo Sheldrick Wildlife Trust, ha salvato un vitello gerenuk orfano. La piccola antilope è stata chiamata Nuk, ed è stata curata presso la sede di Kaluku del Trust. Ha vissuto e socializzato con un branco di impala, ma quando ha iniziato a sviluppare le corna e si è avvicinato troppo alle femmine, i maschi hanno iniziato a scacciarlo e lui è tornato in libertà.

Il Trust è ottimista sul fatto che Nuk potrà avere un futuro brillante e avrà una famiglia tutta sua.

Sembra che si stia divertendo e che forse abbia definito il suo territorio“, ha detto Amie Alden, responsabile delle comunicazioni e dei media del Trust, come riportato da The Dodo.Anche se è un po’ spiacevole non vederlo, siamo orgogliosi che abbia semplicemente trovato il suo posto in natura. Una storia di completo successo“.

Gli animali nel loro habitat naturale possono essere incredibilmente ingegnosi e adattivi, ma sono indifesi contro il genere umano. Se riusciamo a fare un passo indietro e frenare i nostri impulsi egoistici, c’è molto di cui possiamo beneficiare osservando la natura. Effettivamente anche dagli animali come l’antilope generuk possiamo imparare la resilienza e la resistenza, qualità che probabilmente saranno molto utili in questo mondo che cambia.

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/08/02/gerenuk-the-antelope-that-survives-without-water.html