Il Legame Tra La Danza Cinese E l’arte del Kung Fu

arte Kung Fu danza cinese persone tempio
Non è sorprendente che, osservando le scene di combattimento di Kung Fu, a volte sembra che i praticanti di arti marziali stiano eseguendo un genere di danza? (Immagine: YouTube / Screenshot )

Non è sorprendente che, osservando le scene di combattimento del Kung Fu, a volte sembra che i praticanti di arti marziali stiano eseguendo un genere di danza? D’altra parte, mentre si guarda uno spettacolo di danza classica cinese come ad esempio quello di Shen Yun, una compagnia di danza tradizionale cinese di New York, i salti dei ballerini sono molto simili a quelli visti nelle scene di combattimento dell’arte del Kung Fu. Allora, cosa sta succedendo? C’è forse una connessione tra queste forme d’arte apparentemente diverse, eppure simili?

Fiori gemelli

La danza classica cinese e l’arte del Kung Fu sono state create dai primi progenitori della cultura cinese, 5.000 anni fa. Eppure, anche se questi “fiori gemelli” dell’antica cultura cinese sono collegati all’origine, differiscono enormemente l’uno dall’altro in vari modi.

Tradizionalmente, la danza classica cinese è stata pensata come un’arte performativa per intrattenere i dignitari della corte imperiale. Le arti marziali cinesi invece erano utilizzate esclusivamente con lo scopo pratico di combattere i nemici e di difendersi in guerra. Le differenze tra le due forme d’arte si trovano in tre elementi principali che sono presenti in entrambe: forma, portamento e tecnica.

shaolin  persone tempio
Le arti marziali cinesi erano utilizzate esclusivamente per soddisfare lo scopo pratico di combattere i nemici e di difendere in guerra.  (Immagine: Screenshot / YouTube)

Forma

Nella danza, la «forma» è l’espressione di ballerini che mostrano il loro repertorio in una serie di passi e pose diverse. I passi seguono la coreografia e si combinano con alcune pose che, legate tra loro, creano una sequenza di danze squisitamente aggraziate. Quando viene eseguita per il pubblico, la pratica della «forma» manifesta bellezza e grazia.

Anche il Kung Fu possiede una forma legata a movimenti e pugni, che hanno però uno scopo completamente diverso. I suoi movimenti sono guidati dalla praticità. La «forma» si manifesta quando serve allo scopo di attaccare o difendere. La «forma» esiste sicuramente nelle arti marziali, ma di solito non viene applicata solo per il gusto estetico.

Portamento

Dalla «forma» si manifesta «portamento», che si può definire l’anima della forma. È la «sensazione» che i ballerini mettono nella loro presentazione. Il «portamento» può essere descritto dal modo in cui tutto il corpo, compreso lo sguardo degli occhi, si fonde nella danza. Un gesto semplice trasmette l’intento di una ballerina ed è diretto dal respiro. È lo spirito del ballerino che guida il corpo per trasmettere il tono e l’umore unici di un messaggio voluto. Il «portamento» forma una delicata connessione tra gli interpreti e il loro pubblico. Può essere letteralmente descritto come una forma di comunicazione unica. È composto da una vasta gamma di gesti e trasmette i significati presenti nella trama, compresa l’intonazione, proprio come un linguaggio ed è molto espressivo.

ballerini Shen Yun palco sfondo
Il «portamento» può essere descritto dal modo in cui tutto il corpo, compreso lo sguardo negli occhi, si fonde nella danza. (Immagine: Screenshot / YouTube)

Il kung fu cinese ha il suo genere di «portamento». Non è però così enfatizzato come nella danza. È utilizzato principalmente dai praticanti di arti marziali per muovere l’energia in modo più naturale, cosa che a sua volta aiuta nell’arte dell’attacco o della difesa.

Tecnica

Salti, giravolte e tecniche acrobatiche sono caratteristiche della danza classica cinese e si trovano anche nel Kung Fu. Per manifestare queste abilità è necessario che i ballerini eseguano i loro salti e le loro acrobazie con assoluta grazia.

In un calcio, per esempio, la gamba si muove lungo una linea corta e i suoi movimenti sono volatili e veloci. I calci sono talvolta completati utilizzando percorsi brevi e diretti, ma le estensioni corporee, le giravolte e i salti eseguiti nel Kung Fu sono usati esclusivamente per aumentare la portata e la potenza di attacco.

Le somiglianze tra le tecniche delle arti marziali e la danza classica cinese sembrano renderle a prima vista intercambiabili, eppure osservando meglio, si nota che, sebbene siano collegate alla loro origine, sono diverse per scopo ed espressione.

Tradotto da: Veronica Melelli

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/06/08/the-connection-between-chinese-dance-and-kung-fu.html