Il legame tra Medicina Tradizionale Cinese e Arti Marziali

Le due discipline presentano forti legami che risalgono a tempi remoti, e spesso viaggiano insieme, dove l'una può essere di ausilio e complemento dell'altra.
I monaci Shaolin dimostrano le arti marziali, una pratica strettamente legata alla medicina tradizionale cinese. (Immagine: podoboq tramite Flickr) CC BY 2.0

I grandi praticanti della medicina tradizionale cinese (MTC) sono spesso grandi artisti marziali. Coloro che praticarono sia la medicina che le arti marziali possono essere fatti risalire fino a Hua Tuo (华佗), probabilmente il medico della Dinastia Han orientale (25-220) più noto in Cina. Hua Tuo inventò l'”Esercizio dei cinque animali (五禽戏 Wǔqínxì)”, considerato la prima forma di Qigong medico nella storia cinese. Nella Dinastia Tang, Sun Simiao (孙思邈, 581~682 ), noto come Re della Medicina, si diceva che fosse abile anche nelle arti marziali. Curava la paralisi della spalla con il metodo della pressione di un punto del dito (一指点穴法).

La medicina ortopedica e l’agopuntura nella MTC sono strettamente legate alle arti marziali

Nell’ambito della MTC, la medicina ortopedica e l’agopuntura sono strettamente legate alle arti marziali. La maggior parte degli artisti marziali pratica qualche tipo di combattimento fisico. Date le loro frequenti ferite, gli artisti marziali hanno sviluppato e classificato un insieme di trattamenti e metodi per le lesioni ossee. La medicina ortopedica e le arti marziali si completano a vicenda, guidando la crescita e lo sviluppo reciproco.

Mentre gli infortuni nelle arti marziali hanno creato opportunità cliniche per lo sviluppo e l’innovazione della scienza ortopedica, i rimedi della MTC offrono agli artisti marziali sia protezione che trattamento. Usando terapie come il bagno medicinale e l’agopuntura, che possono calmare i meridiani, attivare il sangue, alleviare la fatica ed eliminare l’infiammazione, gli artisti marziali possono aumentare la loro energia e migliorarsi. Quando si spingono fino al punto di ferirsi, la MTC può trovare nuovi trattamenti medicinali.

Una figura più recente nella storia delle arti marziali e dell’agopuntura è il grande Maestro Huang Shiping (黄石屏, 1850-1917). C’era un ufficiale militare, Yuan Shikai (袁世凯), che mise fine all’ultima dinastia in Cina, ma in seguito si dichiarò imperatore e fallì miseramente. Quando soffriva di emicranie, nessun medico poteva aiutarlo fino all’arrivo del maestro Huang. Con un solo ago, Huang fu in grado di fermare il mal di testa. Oltre ad essere un agopuntore, il signor Huang era anche un grande artista marziale e maestro di qigong. Combinando le arti marziali e il qigong nell’agopuntura, ottenne il doppio dell’effetto con metà dello sforzo. Il nonno e il padre di Huang erano entrambi maestri di arti marziali, e lui aveva imparato da loro fin da bambino.

medicina cinese arti marziali
Incisione su pietra di Hua Tuo e Han Fei. Hua Tuo era un famoso medico conosciuto per le sue operazioni chirurgiche che utilizzava un anestetico a base di erbe. (Immagine: LiuTau tramite Flickr CC BY-NC-ND 2.0)

Secondo il libro “Huang’s Family Acupuncture”, il metodo di agopuntura di Huang richiedeva che una persona fosse abile nella boxe Shaolin (少林) e nel qigong interno ed esterno. Questo permette di trasportare l’essenza, il qi e lo spirito (精氣神, Jīng qì shén) di tutto il corpo su due dita. Le due dita tengono l’ago per l’agopuntura, e quando viene applicato così al paziente, i risultati sono miracolosi.

Perché la combinazione di arti marziali e agopuntura di qigong può essere così efficace? Si dice che più energia vibra negli aghi, più impatto hanno sui meridiani del corpo e sul sangue. Dunque, più rapidamente possono stimolare le capacità naturali di guarigione e l’immunità del corpo. Il livello superiore di energia che si trova nei maestri di qigong può essere dimostrato semplicemente confrontando un loro pugno con quello di una persona comune. La velocità e la potenza del pugno differiscono enormemente.

Termini e concetti condivisi tra MTC e arti marziali

La medicina cinese e le arti marziali hanno molti altri legami teorici e pratici. Nel processo di pratica delle arti marziali, il percorso di trasporto dell’essenza e dell’energia segue il sistema dei meridiani della medicina cinese. Il Grande Circuito Celeste delle arti marziali corrisponde alla circolazione dei dodici meridiani principali del corpo umano della MTC. Oltretutto il Piccolo Circuito Celeste è la circolazione dei meridiani Ren (任Rène Du (督Dū)). I “tre tesori” delle arti marziali, che rappresentano l’essenza, il qi e lo spirito, sono termini della medicina tradizionale cinese.

I nomi di molti movimenti delle arti marziali sono derivati dalle caratteristiche e dagli elementi culturali della MTC, come “Qi che affonda nel Dantian (丹田Dān tián)”. I luoghi chiamati “vitali” che gli artisti marziali colpiscono sono in realtà i principali punti di agopuntura del corpo umano. Lì dove i nervi si incontrano e si riuniscono.

Gli artisti marziali prestano anche attenzione ai cinque elementi (五行Wǔ Xíng), allo yin (陰Yīn)/yang (陽Yáng), ai meridiani, alla nutrizione e alla medicina. Si tratta di elementi inerenti alle tradizioni della medicina cinese.

Nel processo di trattamento delle malattie, i praticanti della MTC hanno anche preso in prestito e applicato contenuti rilevanti dalle arti marziali, come la terapia dei punti di agopuntura, la terapia di guida, la terapia di correzione e la terapia di esercizio. Le arti marziali sono persino diventate un metodo di trattamento chiave usato nella MTC.

Tradotto da: Gabriele Esposito

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/06/30/martial-arts-ties-with-traditional-chinese-medicine.html