Il NIH ammette di non aver fatto “alcun controllo” su come sono state utilizzate le sovvenzioni USA presso l’Istituto di virologia di Wuhan

Gli Stati Uniti e il NIH hanno fornito oltre $ 600.000 in sovvenzioni all'istituto di virologia di Wuhan tramite l'EcoHealth Alliance di Peter Daszak. Tuttavia non è chiaro come quei fondi siano stati utilizzati.
Personale di sicurezza di guardia a Wuhan fuori dall'Istituto di virologia mentre il 3 febbraio 2021 i membri del team dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che indagano sulle origini del coronavirus (COVID-19), fanno visita all'interno dell’istituto, nella provincia centrale cinese dell’Hubei. (Foto di Hector RETAMAL / AFP) (Foto di HECTOR RETAMAL / AFP tramite Getty Images)

Il Dr. Francis Collins è direttore del National Institute for Health (NIH) e capo del dottor Anthony Fauci. Ha ammesso che il governo degli Stati Uniti non aveva “nessun controllo” su come i fondi forniti dal NIH venissero utilizzati dall’Istituto di virologia di Wuhan (WIV). La dichiarazione è avvenuta durante un’intervista con il conduttore radiofonico Hugh Hewitt pubblicata il 2 giugno su YouTube.

Gli Stati Uniti hanno fornito oltre $ 600.000 in sovvenzioni all’istituto di virologia di Wuhan tramite l’EcoHealth Alliance di Peter Daszak. Tuttavia non è chiaro come quei fondi siano stati utilizzati e se siano stati utilizzati o meno per la ricerca sul guadagno di funzione (Gain-of-function research). Questa ricerca può essere descritta come una ricerca mirante ad aumentare la patogenesi, la trasmissibilità o la gamma di ospiti di un virus.

Durante l’intervista Collins ha dichiarato: “Quando forniamo una sovvenzione… essa ha dei termini riguardanti ciò che il beneficiario dovrebbe fare con quei fondi… E confidiamo che questi si dimostri onesto e non ingannevole”.

“I fondi destinati a Wuhan, che erano un subappalto di EcoHealth, erano mirati in modo molto specifico a cercare di classificare i virus che si potevano isolare dai pipistrelli nelle caverne cinesi. Avevamo delle buone ragione per voler approfondire la questione, dato che la SARS e la MERS condividono questa stessa origine”, ha proseguito.

“Non avevamo alcun controllo su cos’altro stessero facendo con quei fondi. Questa è un’altra cosa su cui vorremmo sapere di più e un’indagine potrebbe potenzialmente rivelarcelo”. La sua dichiarazione mette in discussione le affermazioni del subordinato di Collins, il Dr. Anthony Fauci, che ha affermato che il NIH non ha collaborato con l’Istituto di Virologia di Wuhan sulla ricerca sul guadagno di funzione.

Secondo Collins, Fauci e il NIH non avevano modo di conoscere con certezza a cosa servissero i fondi della sovvenzione. Fauci ha dichiarato al Senato degli Stati Uniti, in un’udienza di questo mese, che gli Stati Uniti “Non hanno mai, e non lo fanno ora, finanziato la ricerca sul guadagno di funzione nell’Istituto di Virologia di Wuhan”.

Il comportamento evasivo del NIH

Durante l’intervista, Hewitt ha dichiarato che la risposta di due pagine del NIH a un’indagine dettagliata effettuata dall’ufficio di Cathy McMorris Rodgers, negli Stati Uniti, rappresentante per il quinto distretto congressuale di Washington, equivale ad una “mancata risposta” e potrebbe essere interpretata come “elusiva”. Ha chiesto: “Perché il NIH non dovrebbe fare lo sforzo di essere pienamente collaborativo senza dare l’impressione di voler eludere?”.

Collins ha risposto: “Per molte delle informazioni che stanno chiedendo non abbiamo le risposte. Alcune sono piuttosto sensibili, non del tutto classificate, ma ci si avvicina. Non sembrava quindi che fosse stato il frutto di uno scambio di lettere molto, molto dettagliato”.

“E ancora, nella nostra risposta, ci siamo offerti di avere la possibilità di entrare semplicemente in uno spazio sicuro e sostenere una conversazione”. Collins ha aggiunto che l’inchiesta conteneva “29 domande, 11 pagine, e 40 note a piè di pagina”.

Hewitt ha insistito ulteriormente dicendo: “Se il NIH non risponde a comitati autorizzati dal Congresso che sollevano questioni di governance, ma siamo una nazione di leggi e il NIH, è abbastanza sicuro, è il governo federale e il Congresso sovrintende al NIH”.

Ha continuato: “Non voglio essere scortese, ma penso davvero che dovrebbero esaminare paragrafo per paragrafo e rispondere a ogni domanda, anche se dovessimo discuterne in una SCIF (Struttura per informazioni a compartimenti stagni)”. Gli SCIF sono stanze specializzate che proteggono dalla sorveglianza elettronica e sopprimono la fuga di dati sensibili per la sicurezza o militari.

Secondo un comunicato stampa rilasciato nel gennaio 2021 dall’allora Segretario di Stato Mike Pompeo: “Gli Stati Uniti hanno ripetutamente richiesto un’indagine trasparente e approfondita sulle origini del COVID-19. Comprendere l’origine di questa pandemia è essenziale per la salute pubblica globale, la ripresa economica e la sicurezza internazionale”. Tuttavia le richieste per un’indagine approfondita sulle origini del COVID-19 sono rimaste in gran parte senza risposta.

Tradotto da: Andrea Murgia

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/06/07/nih-wuhan-institute-of-virology.html