Il Rapporto Aureo esprime La Proporzione Divina

albero rapporto aureo Sequenza Fibonacci proporzione divina
Per capire il rapporto aureo, è necessario conoscere la Sequenza di Fibonacci. (Immagine: Screenshot / YouTube)

Per capire il Rapporto Aureo, bisogna prima conoscere la Sequenza di Fibonacci. Procede in tal modo: 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233… Questa è la proporzione aurea in forma numerica sequenziale, in cui gli ultimi due numeri si addizionano tra loro per ottenere il numero successivo. Durante tutta la sequenza, è mantenuto il rapporto di 1:16, chiamato anche Rapporto Aureo.

Il numero 1.618 è conosciuto come il Numero Dorato o phi. Quindi potreste pensare, cosa c’è di così speciale in questo specifico rapporto e numero? Di seguito sono riportati alcuni casi in cui è possibile trovare la proporzione aurea.

Nel sistema solare

Quando si prendono le distanze orbitali medie di ogni pianeta rispetto a quello che lo precede, la media corrisponde a phi approssimato. Saturno, ad esempio, presenta il Numero Aureo in diverse delle sue dimensioni, compresi i calcoli fatti sugli anelli. Anche le galassie a spirale lo osservano, come nel caso della Via Lattea.

Nella natura

Anche il disegno a spirale nella parte centrale del girasole osserva il rapporto, rendendo il più efficiente possibile l’utilizzo dello spazio. Infatti, se si conta il numero di petali su un fiore, si scopre che seguono sempre la Sequenza di Fibonacci. Un giglio ha 3 petali, mentre i ranuncoli ne hanno 5, la cicoria ne porta 21 e la margherita 34.

Contate il numero di petali su un fiore e scoprirete che seguono sempre la Sequenza di Fibonacci. (Immagine: via pixabay CC0 1.0)

Potete trovare modelli simili su pigne, ananas e cavolfiori. Anche le alghe e le radici delle piante seguono il rapporto. Le conchiglie sono progettate nella forma a spirale del rapporto aureo. Gli uragani e i tornado girano secondo la sequenza. Dividete il numero di api femmine per i maschi e la otterrete, misurate le onde del mare e la otterrete.

Nel corpo umano

Un perfetto esempio di Rapporto Aureo è il volto umano. Viene rispettato nello spazio tra bocca e naso e tra mento e occhi. Nell’analisi dei volti umani, quelli che più si conformano al rapporto sono considerati più belli, a prescindere da etnia, età e sesso.

La distanza dalla spalla al gomito e dal gomito alla punta del dito, è pari a 1:1,6, così come quella tra le nocche di ogni dito. Phi si presenta anche nella forma a spirale delle orecchie e nel modello dei nostri battiti cardiaci.

Il corpo dalla testa all’ombelico, e da lì al piede, mostra il rapporto aureo, un bambino nel grembo materno si muove a spirale rispettandolo: la sequenza di Fibonacci è riscontrabile in innumerevoli elementi naturali.

Il trading di Fibonacci basato sull’applicazione della nota sequenza nel mercato azionario è costantemente effettuato da traders veterani e analisti tecnici. Alcuni dei veicoli più belli sono realizzati secondo questo rapporto. Michelangelo e Leonardo Da Vinci lo hanno seguito nella composizione della loro arte. Secondo molti, questo è il motivo per cui le loro opere sono profondamente apprezzate. L’Arca di Noè e l’Arca dell’Alleanza sono state progettate sulla base della sequenza aurea.

uomo vitruviano Leonardo Da Vinci rapporto aureo Sequenza Fibonacci
Grandi artisti come Leonardo Da Vinci hanno seguito questo rapporto nella composizione delle loro opere. (Immagine: Screenshot / YouTube)

Un preciso allineamento

Alcuni sostengono che questa proporzione sia solo una coincidenza. Ma il fatto che così tante cose – dalla struttura della Via Lattea fino alla bocca di una persona – si presentino in preciso allineamento con tale rapporto ha lasciato perplessi gli scienziati. Per alcuni, la risposta è semplice: é stato pianificato dal cielo per darci un indizio che la creazione non è stata solo un evento casuale, ma è stata progettata da un potere superiore. Questo è il motivo per cui il rapporto è anche chiamato la Proporzione Divina.

La prossima volta che uscirete di casa, riaccendete la curiosità del bambino e tornate esploratori. Cercate la proporzione aurea nelle cose che vi circondano e vi renderete conto che non esistono coincidenze.

Tradotto da: Massimiliano Volpato

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/06/24/golden-ratio-the-divine-proportion.html