Il Regno Unito incoraggerà l’uso dei passaporti dei vaccini COVID-19 dopo la riapertura del 19 luglio

Intervenendo alla Camera dei Comuni, il segretario alla salute Sajid Javid ha confermato il piano, ma con una condizione aggiuntiva legata alla richiesta dei passaporti dei vaccini da parte dei locali pubblici.
Un'immagine illustrativa mostra lo schermo di uno smartphone con il riscontro di effettuazione di vaccino contro il Covid-19 sull'app del Servizio sanitario nazionale (NHS) a Londra il 18 maggio 2021. (Immagine: JUSTIN TALLIS/AFP tramite Getty Images)

Il governo britannico aveva precedentemente proposto che il 19 luglio avrebbe segnato la fine di tutte le restrizioni per COVID-19. Intervenendo alla Camera dei Comuni, il segretario alla salute Sajid Javid ha confermato il piano, ma con una condizione aggiuntiva. Ha affermato che il governo incoraggerà le imprese come ristoranti, pub e locali pubblici a servirsi dei passaporti dei vaccini per decidere la presenza dei clienti.

Stiamo pubblicando un piano… che mostra l’approccio sicuro e graduale che adotteremo nel corso dell’estate… Include i dettagli su come incoraggeremo le imprese e i grandi eventi a utilizzare la certificazione in ambienti ad alto rischio per limitare il rischio di diffusione dell’infezione“, ha detto Javid alla Camera dei Comuni .

La certificazione proverebbe se la persona è stata completamente vaccinata o ha un risultato negativo del test COVID-19. Oppure ha sviluppato un’immunità naturale per aver contratto il coronavirus. Il segretario alla salute ha detto che le imprese riceveranno presto ulteriori dettagli sul piano del passaporto vaccinale. Ha assicurato che tutte le restrizioni sul distanziamento sociale saranno rimosse lunedì 19 luglio. Il governo continuerà a raccomandare l’uso di mascherine in luoghi affollati come i trasporti pubblici.

ragazzi strada
Il governo del Regno Unito incoraggerà l’uso di passaporti vaccinali nei pub e nei ristoranti.
(Immagine: icsilviu tramite Pixabay )

In autunno, i passaporti dei vaccini potrebbero diventare uno strumento importante che ci consentirà di mantenere aperte le attività”, ha detto al Times un membro del governo . “Se siamo in grado di mostrare i reali benefici della vaccinazione in termini di vita quotidiana, allora potrebbe essere uno strumento piuttosto utile“, ha affermato un’altra fonte del governo.

Secondo il media, il governo non sta prendendo in considerazione i passaporti COVID-19 per questo mese. Questo perché le fasce più giovani della popolazione non hanno avuto il tempo di ottenere due dosi dei vaccini. Ma entro settembre, quando si prevede che a tutti gli adulti sarà offerta l’opportunità di vaccinarsi completamente, potrebbero essere introdotti i passaporti COVID-19.

Una guida del 12 luglio emessa dal governo del Regno Unito afferma che il NHS COVID Pass sarebbe incoraggiato tra le aziende e in grandi eventi.

Il pass può essere ottenuto due settimane dopo aver effettuato il secondo vaccino contro il COVID-19. Anche coloro che hanno un test PCR negativo o un risultato del test del flusso laterale nelle ultime 48 ore possono ottenere un pass. Tuttavia, scadrà 48 ore dopo il risultato del test. Le persone con risultati positivi del test PCR negli ultimi sei mesi possono ottenere un pass che durerà 180 giorni. Al momento, i cittadini di età inferiore ai 16 anni non possono ottenere il pass in quanto non vaccinati.

“Il governo lavorerà con le organizzazioni in cui è probabile che le persone si trovino in prossimità di altre persone al di fuori della propria famiglia per incoraggiare l’uso di questo (pass NHS COVID). Se non vengono prese misure sufficienti per limitare l’infezione, il governo prenderà in considerazione l’obbligo di certificazione in determinate sedi in un secondo momento”, afferma la guida.

In un’intervista con BBC Radio 4 a marzo, il professor Stephen Reicher, consulente del governo, aveva messo in guardia dall’utilizzare i passaporti dei vaccini in un modo che potrebbe influenzare la vita quotidiana delle persone. 

“Le persone in realtà non sono contrarie ai passaporti vaccinali per poter viaggiare a livello internazionale… Ma quando si tratta di incentivi negativi, in effetti, per escludere le persone dalla loro vita quotidiana, dall’attività sociale, allora in realtà funzionano in un modo molto diverso”, ha detto Reicher.

Il professore ha anche affermato che i passaporti dei vaccini potrebbero portare a “divisione sociale e apartheid sociale”, che potrebbero finire per distruggere “qualsiasi senso di comunità che è stato così positivo nella pandemia”.

A giugno un rapporto pubblicato dalla Commissione della Pubblica Amministrazione e Affari Costituzionali ha avvertito che “non c’è alcuna giustificazione per l’introduzione di un sistema di certificazione dello stato di Covid”. Ha affermato che i passaporti dei vaccini possono comportare una discriminazione basata sulla razza. Infatti i tassi di vaccinazione sono risultati più bassi tra i neri, gli asiatici e altri gruppi etnici minoritari. Inoltre, i passaporti possono anche portare a discriminazioni sulla base dell’età, della religione e del contesto socioeconomico.

“Finora il governo non è riuscito a sostenere scientificamente l’introduzione di una certificazione sullo stato di Covid”, afferma il rapporto.

Nel frattempo, il Chief Medical Officer inglese Chris Whitty ha avvertito che il Regno Unito non tornerà allo “status quo” fino alla prossima primavera; Le restrizioni COVID-19 potrebbero essere nuovamente imposte nella stagione invernale.

“Penso che abbiamo questa ondata attuale, si spera che ci sarà un periodo di Covid più tranquillo dopo, e poi sarà ancora un inverno piuttosto difficile, specialmente per il NHS, quindi entro la prossima primavera spero un po’ di più in un modello più prevedibile”, ha detto Whitty parlando a una conferenza annuale della Local Government Association (LGA).

Almeno il 67,59 percento della popolazione del Regno Unito ha ricevuto una dose del vaccino COVID-19 a partire dal 10 luglio. La vaccinazione completa è del 51,21%. In totale, il Regno Unito ha registrato 5,15 milioni di casi di coronavirus. Più di 4,36 milioni di persone sono guarite dall’infezione mentre 128.431 persone sono morte.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/07/14/uk-to-encourage-use-of-covid-19-vaccine-passports-after-july-19-reopening.html