Il Suolo È Grande Trattenitore Di Quantità Di Carbonio

Hanno quantificato il carbonio del suolo globale sequestrato dalle radici e la quantità di carbonio che si disperde nel suolo. Esso rivela che il clima e l'uso del suolo sono i principali fattori che influenzano l'immagazzinaggio del carbonio nel sottosuolo.
suolo quantità carbonio
Un nuovo studio mostra che il suolo è un importante trattenitore di carbonio. (Immagine: ASU)

Oggi i livelli di anidride carbonica dannosa nell’atmosfera continuano ad aumentare. Dunque, è sempre più importante comprendere l’equilibrio del carbonio sul pianeta. Il nuovo rapporto è stato redatto dagli ecologi finanziati dalla U.S. National Science Foundation (NFS) dell’Arizona State University (ASU). Hanno identificato nello specifico le quantità di carbonio del suolo globale sequestrato dalle radici e la quantità di carbonio che si disperde nel suolo. Esso rivela che il clima e l’uso del suolo sono i principali fattori che influenzano l’immagazzinaggio del carbonio nel sottosuolo.

Lo studio, «Modelli globali e controlli climatici della fissazione del carbonio nella rete sotterranea», rileva anche che la quantità di carbonio trattenuto nel sottosuolo cambia con le precipitazioni. Tuttavia il suo effetto varia tra le grandi specie vegetali.

Le future decisioni politiche

Lo scienziato dell’ASU Osvaldo Sala e colleghi, hanno collaborato al lavoro pubblicato negli Atti dell’Accademia Nazionale delle Scienze. Per misurare il sequestro del carbonio, hanno utilizzato un nuovo approccio. I ricercatori hanno così scoperto che questo trattenimento nel sottosuolo rappresenta quasi il 46% della totale fissazione di carbonio del pianeta. Sala ha detto:

Questo lavoro è importante nella ricerca di una migliore comprensione del bilancio globale del carbonio e di come risponde al cambiamento climatico. Il nuovo approccio fornisce una quantificazione globale completa della produttività delle radici che aiuterà a modellare il ciclo globale del carbonio. Forse porterà a nuove innovazioni negli approcci per la rimozione del carbonio.

La ricerca è stata condotta in parte presso il Sito di ricerca ecologica a lungo termine del bacino di Jornada della NSF. John Schade, direttore del programma della divisione di biologia ambientale della NSF, ha dichiarato:

Lo studio avrà un impatto importante sulle stime attuali e future di quanto carbonio è fissato e immagazzinato dalle piante, che sono informazioni critiche per le future decisioni politiche riguardo al cambiamento ambientale globale.

Fornito da: National Science Foundation [Nota: i materiali potrebbero essere stati modificati per ragioni di lunghezza del contenuto.]

Articolo in inglese: https://visiontimes.com/2020/10/03/study-reveals-soil-is-a-significant-carbon-sequestration-driver.html

Tradotto da: Francesco Cifardi