Integrità elettorale, la Pennsylvania rimuove i nomi dei defunti dai registri

"Questo segna un'importante vittoria per l'integrità delle elezioni in Pennsylvania" ha detto J.Christian Adamin, presidente del PILF e consigliere generale.
Una persona con il certificato di voto del Commonwealth della Pennsylvania durante la sessione congiunta del Congresso, mentre la sessione è stata ripresa in seguito alle proteste il del 7 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti a Washington DC.  (Immagine: SAUL LOEB / AFP tramite Getty Images)

Lo stato della Pennsylvania ha accettato di rimuovere i nomi dei defunti dai registri elettorali dopo che i funzionari statali hanno raggiunto un accordo con la Public Interest Legal Foundation (PILF). Nel novembre dello scorso anno il Pilf, organismo di vigilanza sull’integrità elettorale, aveva intentato una causa contro i funzionari elettorali della Pennsylvania, sostenendo che appena un mese prima della corsa presidenziale del 2020, 21.000 nomi di persone decedute apparivano nei registri elettorali. Quasi 9.200 erano morte da oltre cinque anni, mentre 2.000 da almeno un decennio.

Come parte dell’accordo, i funzionari della Pennsylvania si sono impegnati a confrontare il proprio database di registrazione degli elettori con il registro dei decessi della previdenza sociale. In seguito, tutte le commissioni elettorali di contea sarebbero istruite a rimuovere tutti i morti registrati dalle liste.

Il presidente del PILF e consigliere generale J.Christian Adamin, ha affermato in una dichiarazione:“Questo segna un’importante vittoria per l’integrità delle elezioni in Pennsylvania… L’incapacità del Commonwealth di rimuovere i dichiaranti deceduti ha creato una vasta opportunità di frode e abuso degli elettori. È fondamentale non avere nei registri elettori morti attivi da 5, 10 o anche 20 anni. Questo accordo risolve il problema“.

Modifica della lista dei deceduti

L’accordo prevede che il Dipartimento di Stato confronti i dati del Centro d’informazione per la registrazione elettronica con il database di registrazione dei voti prima delle elezioni del 2021. Trasmetta dunque i nomi delle persone identificate come decedute alle rispettive commissioni di contea.

Inoltre, il 30 maggio, 31 agosto e 30 novembre 2021, il dipartimento fornirà alla PILF le copie dell’esportazione degli elettori. Il dipartimento ha detto di essere lieto che l’accordo possa concedere alle commissioni elettorali delle contee «un altro strumento prezioso» per assicurare che i loro registri degli elettori siano aggiornati e accurati. Pagherà anche 7.500 dollari a PILF per coprire parzialmente le spese legali dell’organizzazione e altri costi.

La corsa presidenziale del 2020 nello stato è stata vinta da Biden, che ha sconfitto Trump con 80.555 voti, circa l’1% dei voti totali. Trump aveva intentato delle cause che contestavano i risultati elettorali, ma i tribunali le respinsero tutte.

Lo stato del Texas aveva intentato una causa in cui accusava violazioni della legge elettorale in Pennsylvania. Tra di esse l’abrogazione della verifica delle firme, la mancata segregazione delle schede elettorali e la modifica della scadenza del voto per corrispondenza. Anche in questo il tribunale respinse la causa.

Integrità elettorale alle prossime elezioni primarie in Pennsylvania

L’accordo arriva mentre la Pennsylvania ha fissato la scadenza della registrazione degli elettori per le elezioni primarie al 3 maggio. Le primarie sono previste per il 18 maggio. Veronica Degraffenreid, il Segretario di Stato, ha detto in una dichiarazione: “Incoraggio tutti gli elettori idonei ad assicurarsi di essere registrati e che le loro informazioni siano aggiornate. Le elezioni comunali danno ai residenti l’opportunità di selezionare i dirigenti locali responsabili delle decisioni che influenzano la nostra vita quotidiana… È facile registrarsi per votare o aggiornare la propria registrazione online“.

Tutti gli elettori avranno diritto di votare alle primarie su tre domande di voto. Ogni domanda è relativa a una proposta di emendamento alla costituzione della Pennsylvania. Solo le persone che hanno ricevuto la cittadinanza almeno un mese prima delle primarie negli Stati Uniti sono idonee per la registrazione degli elettori. Coloro che desiderano votare per posta alle primarie devono inviare una domanda per il voto entro l’11 maggio.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/04/29/safeguarding-election-integrity-pennsylvania-will-remove-dead-voters-from-voter-rolls.html