La casa di Monet a Giverny: i meravigliosi giardini acquatici

Appassionato di giardinaggio, Monet ha usato la sua conoscenza della pittura di colore, prospettiva e luce per rendere il suo giardino il più bello possibile.
casa di Monet
La casa di Claude Monet a Giverny, Francia. (Immagine: Philippe Alès tramite wikimedia CC BY-SA 3.0)

Claude Monet è uno dei pittori francesi più popolari ed è il fondatore della pittura impressionista francese. La casa in cui abitava si trova nella città di Giverny, che può essere visitata anche oggi. Un’organizzazione chiamata Fondation Monet a Giverny conserva e gestisce la sua casa e i suoi giardini. Il luogo è uno dei siti più visitati della Normandia, che attira ogni anno centinaia di migliaia di visitatori.

La casa di Monet

Si ritiene che Monet abbia vissuto qui per una parte significativa della sua vita tra il 1883 e il 1926. La casa era molto più piccola di quella attuale, poiché Monet la fece ampliare per ospitare la sua enorme famiglia composta dalla moglie e da otto figli.

«Monet affittò la casa dove avrebbe trascorso il resto della sua vita nel maggio del 1883 e cominciò immediatamente a creare il giardino davanti alla casa, che si chiama «Clos Normand». Nel novembre del 1890, poté acquistare la casa e il terreno. Nel 1893, acquistò un altro pezzo di terra, all’epoca dietro i binari del treno che corrono ai margini della proprietà. Qui creò un giardino acquatico, il «Jardin d’Eau», con il famoso stagno delle ninfee», secondo Atlas Obscura.

casa di Monet giardino acquatico
Il giardino acquatico di Claude Monet.
Monet creò il giardino d’acqua nella sua proprietà. (Immagine: Michal Osmenda tramite wikimedia CC BY 2.0 )

Al piano terra si trovano il salotto blu, la dispensa e il soggiorno studio. Lo studio è il luogo in cui Monet ha lavorato fino al 1899. Questa stanza è stata trasformata in un salotto dove di solito veniva servito il caffè. Anche la sala da pranzo è situata al piano terra, adornata con piastrelle blu e mobili gialli.

Al primo piano si trovano le stanze private. La prima è la stanza privata di Monet che è stata ricostituita nel 2013. La stanza ospita opere d’arte e oggetti dell’epoca di Monet. Poi ci si sposta nei camerini, nella camera da letto della moglie di Monet e in una piccola stanza per il cucito. L’ultima stanza al piano è la camera da letto della figliastra di Monet, decorata con carta da parati a fiori.

I giardini

Appassionato di giardinaggio, Monet ha usato la sua conoscenza della pittura di colore, prospettiva e luce per rendere il suo giardino il più bello possibile. Il giardino è diviso in due sezioni. Quella di fronte alla casa è conosciuta come Clos Normand. Qui è dove la maggior parte delle piante da fiore sono piantate insieme a rose rampicanti e alberi ornamentali. Nel vicolo centrale si trovano archi di ferro ornati di rose.

casa di Monet giardini piante fiori
Il giardino di fronte alla casa è il luogo in cui si trova la maggior parte delle piante da fiore insieme alle rose rampicanti e agli alberi ornamentali. (Immagine: Michal Osmenda tramite wikimedia CC BY 2.0 )

La seconda sezione è il giardino acquatico che si basa su un giardino in stile giapponese. Molti dei più grandi dipinti di Monet si dice che siano stati ispirati dal giardino acquatico. Il bellissimo ponte giapponese e la barca a remi dell’epoca di Monet sono ancora presenti. Oltre alle ninfee, il giardino contiene salici piangenti, glicine e un boschetto di bambù.

La casa è aperta al pubblico da fine marzo a fine ottobre. Il periodo migliore per visitarla è in primavera, quando i fiori del giardino sono in piena fioritura. La casa è aperta tra le 9:30 e le 18:00. Gli adulti pagano di solito un biglietto di 9,50 euro, mentre i bambini sotto i 7 anni possono entrare gratuitamente. Le visite guidate sono disponibili su appuntamento, con le guide che comunicano in inglese, tedesco e francese. Un normale tour dura di solito un’ora e quindici minuti.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://visiontimes.com/2020/10/18/visiting-monets-giverny-home-and-gardens.html