La dogana di Chicago sequestra centinaia di migliaia di dollari in valuta contraffatta prodotta in Cina

Shane Campbell, sul tema della valuta contraffatta, ha detto: "I nostri ufficiali del CBP sono sempre all'erta e controllano ogni tipo di spedizione illegale che passa attraverso il FMI… Fermando queste spedizioni, stiamo proteggendo le nostre istituzioni finanziarie, le imprese e il pubblico".
Gli ufficiali della US Customs and Border Protection Officer  aprono i bagagli dei viaggiatori aerei internazionali presso l'area doganale e di immigrazione degli Stati Uniti all'Aeroporto Internazionale di Dulles (IAD) il 21 dicembre 2011 a Sterling, Virginia, vicino Washington DC. (Immagine: PAUL J. RICHARDS/AFP tramite Getty Images)

Durante un periodo di tre giorni, dal 15 al 17 maggio, la U.S. Customs and Border Protection (CBP) ha sequestrato 24 pacchi contenenti valuta contraffatta per un valore totale di 685.000 dollari. Tutte le spedizioni provenivano dalla Cina ed erano indirizzate a varie città americane.

Anche se le spedizioni confiscate erano “destinate ad essere usate come denaro di scena, la riproduzione di valuta è una violazione della legge federale. I trasgressori possono essere arrestati”. Le valute erano in banconote da 5, 10, 20, 50 e 100 dollari. Un carico diretto nel Bronx a New York, conteneva quasi mille banconote da 100 dollari. Un pacco diretto a Louisville conteneva 103 banconote da 50 dollari e 101 banconote da 20 dollari.

Shane Campbell, Area Port Director-Chicago, ha affermtato in una dichiarazione:”I nostri ufficiali del CBP sono sempre in all’erta e controllano ogni tipo di spedizione illegale che passa attraverso il FMI… Fermando queste spedizioni stiamo proteggendo le nostre istituzioni finanziarie, le imprese e il pubblico”.

Le valute false sono state consegnate alle indagini sulla sicurezza interna e ai servizi segreti statunitensi per “ulteriori indagini”. Gli ufficiali del CBP di solito sequestrano circa 40-50 pacchi di merci illegali ogni giorno. Annualmente, gli ufficiali del CBP trattano quasi 57 milioni di pacchi.

Storia delle spedizioni illegali dalla Cina

Secondo un comunicato stampa, per l’anno fiscale da ottobre 2019 a settembre 2020, la dogana di Chicago ha sequestrato oltre 10,6 milioni di dollari in valuta contraffatta. Il denaro veniva introdotto attraverso l’International Mail Facility (IMF) a Chicago O’Hare.

In totale, gli ufficiali della FMI hanno confiscato 306 spedizioni false, la maggior parte di esse sequestrate durante un’operazione chiamata “Show Me the Money”, che mirava a frenare il traffico illegale di valuta. Più di 280 delle spedizioni provenivano dalla Cina, molte con filigrane mancanti, numeri di serie ripetitivi, lettere cinesi, materiale di scarsa qualità e senza fibre incorporate.

Tuttavia, Chicago non è l’unico posto in America dove viene sequestrato denaro contraffatto dalla Cina. Nel gennaio dello scorso anno, i funzionari del CBP hanno sequestrato 900.000 dollari di valuta statunitense da una spedizione ferroviaria commerciale in Minnesota. Nel maggio 2020, il CBP di Cincinnati ha confiscato 252.000 dollari di denaro falso da Shenzhen. Poi, nel giugno 2020, gli ufficiali del CBP di Milwaukee hanno sequestrato 351.000 dollari in valuta contraffatta da Shanghai.

Secondo il Bureau of Engraving and Printing del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, il possesso di monete americane false con intento fraudolento è una “violazione del Titolo 18, Sezione 472 del Codice degli Stati Uniti”, ed è punibile con 15 anni di carcere, una multa fino a 15.000 dollari, o entrambi.

Il 6 aprile di quest’anno, il CBP di Chicago ha annunciato di aver sequestrato oltre 100 spedizioni di moneta falsa per un valore di oltre 1,64 milioni di dollari durante i tre mesi precedenti. La maggior parte delle monete americane, banconote ed euro provenivano dalla Cina.

Solo 10 giorni dopo, il 16 aprile, il CBP ha sequestrato 281 spedizioni per lo più dalla Cina, comprese due spedizioni con un totale di 1.589 banconote da 100 dollari contraffatte. Le spedizioni erano dirette in Texas e Georgia. Il 21 aprile, il CBP di Chicago ha condotto quattro sequestri, raccogliendo 6.345 monete contraffatte da 1 dollaro e 283 monete da 2,50 dollari. La maggior parte delle monete erano destinate ad essere vendute come oggetti da collezione.

La contraffazione è un business redditizio che viene spesso utilizzato per finanziare attività illegali come il traffico di esseri umani, droga e anche il terrorismo”, ha rilasciato in una dichiarazione Mike Pfeiffer, assistente del direttore dell’area portuale di Chicago.

Con la segnalazione di Arvind Datta.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/05/28/chicago-china-counterfeit-currency.html