La gratitudine custodisce il tuo sè, nel vento della crisi

AFFRONTARE UNA CRISI CON LA GRATITUDINE

La gratitudine può aiutarti a far fronte alla situazione del virus del PCC. (Immagine: pixabay / CC0 1.0)

Quando ci si trova ad affrontare situazioni incerte e stressanti è naturale farsi prendere dal panico e immaginare il peggio. Purtroppo, questo rende la nostra vita ancora più stressante, peggiorando la nostra condizione psicologica. Attualmente, il lockdown relativo al coronavirus del PCC, ha costretto molte persone in tutto il mondo all‘auto-isolamento. La gratitudine è un sentimento che può aiutarci ad riequilibrare la nostra vita.

Stare bene con gli altri

Uno studio del 2012, condotto dall’Università del Kentucky, rivela come il senso di gratitudine determini il modo di rapportarsi fra le persone. I ricercatori hanno scoperto che “le persone riconoscenti hanno maggiori probabilità di comportarsi in modo socievole, anche quando gli altri si comportano in modo meno gentile …I partecipanti allo studio che hanno ottenuto punteggi più alti erano meno propensi a vendicarsi contro gli altri, nonostante avessero ricevuto dei feedback negativi. Hanno mostrato più sensibilità ed empatia verso le altre persone ed un ridotto desiderio di vendetta ”, secondo Psychology Today. La paura del virus del PCC può indurre alcune persone ad evitare completamente gli altri, il che potrebbe influenzare le loro relazioni all’interno della comunità. A tutto questo si può prevenire con  il senso di riconoscenza.

Riflettere sulla morte

Il virus del PCC ci mette di fronte alla possibilità di morte, il che può sembrare abbastanza spaventoso. Tuttavia, se mantieni la calma, potresti anche approfittarne per riflettere sulla tua vita e sul significato che ha per te la morte. In uno studio i ricercatori hanno chiesto ai partecipanti di immaginare una situazione in cui rimanevano bloccati all’interno di un grattacielo in fiamme e alla fine morivano.

Riflettere sulla morte può aiutarti a sviluppare un senso di gratitudine. (Immagine: pixabay / CC0 1.0)

L’esperimento “ha portato ad un sostanziale aumento del senso di riconoscenza in questo gruppo, come hanno scoperto i ricercatori quando l‘hanno confrontato con due gruppi di controllo a cui non era stato chiesto di immaginare le proprie morti. In questo modo ricordare il male può aiutarci ad apprezzare il bene”, secondo Greater Good.

Alla stessa maniera, considera che potrebbe accadere qualcosa di spiacevole se non seguissi le regole della quarantena. In questo momento, però, sei vivo e sarai in grado di vivere la tua vita al massimo una volta che le restrizioni saranno state rimosse. Sii grato di avere una tale possibilità, a differenza delle migliaia di persone che purtroppo sono morte.

Dormire meglio

Alcune persone hanno difficoltà a dormire perchè sono preoccupate di poter essere infettate dal virus. Questo le tiene sveglie fino a tarda notte e anche se si addormentano il loro riposo viene interrotto ripetutamente. Se questo continua per alcuni giorni, inizieranno a sentirsi irritate e mentalmente esauste a causa della mancanza di sonno. Provare gratitudine può aiutare a riposare bene la notte.

Avere gratitudine può aiutarti a dormire meglio. (Immagine: pixabay / CC0 1.0)

“Gli studi hanno dimostrato che ricevere e compiere semplici atti di gentilezza attiva l’ipotalamo e regola quindi tutti i meccanismi corporei da esso controllati, di cui il sonno è il principale. La regolazione ipotalamica innescata dalla gratitudine ci aiuta ad avere in modo naturale un sonno più profondo e più sano ogni giorno. Un cervello pieno di gratitudine e gentilezza è più probabiie che dorma meglio e si svegli riposato ed energico ogni mattina ”, secondo Positive Psychology.

Meno ansia e depressione

Una volta sviluppato il senso di riconoscenza, i sentimenti di ansia e depressione diminuiranno lentamente, poiché questa ha la capacità di ridurre gli ormoni dello stress e gestire le funzioni automatiche del sistema nervoso. La corteccia prefrontale del tuo cervello è collegata a emozioni negative come la vergogna, la colpa e la violenza. La gratitudine può innescare un aumento della modulazione neurale di questa regione, rendendo così le persone più positive ed empatiche. Queste sono qualità che ti aiuteranno a superare facilmente una crisi come lo scoppio del virus del PCC.

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/04/16/how-gratitude-can-help-you-cope-with-crisis.html