La Lombardia chiederà 20 miliardi di euro di danni alla Cina

lombardia chiede i danni alla cina

Piazza Duomo nel centro della città di Milano (Immagine Pixabay)

La regione Lombardia è stata una delle zone più colpite dal Virus del PCC in Italia, con migliaia di vittime. Dal 4 maggio dovrebbe partire la fase 2, ovvero un lento e progressivo ritorno alla normalità e anche l’economia dovrebbe riprendersi lentamente. La regione ha pagato un alto prezzo in termini di vite umane e il conto delle vittime si attesta sui 13679 decessi al 30 aprile 2020, con più di 75 mila casi positivi.

Adesso la produttiva Lombardia deve fare i conti, come le altre regioni, con i danni economici e accertare le responsabilità. Il segretario della Lega in Lombardia Paolo Grimoldi ha infatti dichiarato: «La Regione Lombardia chiederà, e in tempi brevissimi, il conto dei danni alla Repubblica Popolare Cinese: siamo pronti a mandare all’ambasciatore cinese un acconto di richiesta danni da 20 miliardi». […]

[…] «E’ quello che stanno facendo negli altri Stati occidentali: negli Stati Uniti alcuni singoli Stati hanno già denunciato e chiesto danni alla Cina per le conseguenze della pandemia da Covid19.» […] «… e anche Australia e Gran Bretagna si dirigono decise in questa direzione». […]

Sempre più governi nazionali e associazioni stanno mettendo in campo azioni concrete per chiedere degli ingenti risarcimenti a Pechino, per le sue responsabilità nell’insabbiamento e nella censura delle informazioni sul Virus. Pochi giorni fa, il Codacons ha presentato un esposto alla procura di Milano denunciando l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Continua Paolo Grimoldi: «Solo in Italia, che eppure è uno dei Paesi piu colpiti dal virus, tutto tace.  Sappiamo bene che il Governo giallorosso è genuflesso a Pechino, non siamo sorpresi, ma tutto ha un limite.  Per cui in assenza dello Stato tocca alle Regioni dare un segnale forte.  E la Regione Lombardia, dopo un passaggio in Consiglio Regionale, sarà la prima a chiedere a Pechino il risarcimento per i danni subiti».