La musicoterapia nella medicina tradizionale cinese

Gli esperimenti portano i ricercatori a concludere che l'antico sistema di benessere della musicoterapia legato alla medicina tradizionale cinese può essere benefico anche oggi.
antica cina tao
L'uso della musica come terapia medica ha una lunga storia nella medicina cinese. (Immagine: Screenshot / <a href="https://youtu.be/RjHJSnhGnNg" rel="noreferrer

La musicoterapia nella medicina tradizionale cinese, ovvero l’utilizzo della musica come terapia medica, ha una lunga storia in Cina. Infatti il primo testo medico sull’argomento, chiamato Il Classico di Medicina dell’Imperatore Giallo, fu realizzato circa 2.300 anni fa. La ricerca moderna sulla pratica ha fornito prove a sostegno dell’efficacia della terapia musicale cinese.

Musicoterapia cinese

Secondo la medicina cinese, tutti gli elementi della natura sono composti da cinque sostanze – terra, acqua, fuoco, legno e metallo. Questi cinque elementi hanno vari aspetti corrispondenti, come gli organi interni del corpo, le stagioni, le note musicali, il colore e così via.

«La musica classica cinese era composta da cinque note o suoni – jiao, zhi, gong, shang e yu – e veniva eseguita da strumenti musicali cinesi classici come il tamburo, il gong, il flauto e la cetra. La medicina cinese usa la relazione tra gli organi interni e le corrispondenze dei cinque elementi, come le note musicali, per raggiungere diversi scopi curativi», secondo Edge Magazine.

5 elementi
La medicina cinese si basa sulla relazione tra gli organi interni e le note musicali che corrispondono ai cinque elementi: terra, acqua, fuoco, legno e metallo. (Immagine:  
pixabay / 
CC0 1.0 )

La nota jiao corrisponde all’elemento legno e influenza il fegato. Invece zhi è legata all’elemento fuoco ed è collegata al cuore e al flusso sanguigno. Gong appartiene all’elemento terra e ha un’influenza sulla milza, mentre shang è legata all’elemento metallo e si crede che nutra lo yin del polmone. Infine la nota yu è legata all’elemento acqua ed è collegata allo yin del rene.

La musica appartenente alla scala jiao ha la capacità di calmare il qi del fegato. Quella appartenente alla scala Zhi regola il flusso del qi e del sangue mentre espelle il freddo e rinvigorisce lo yang del cuore. Invece Gong rafforza lo stomaco e la milza. Migliora la dinamica ascendente e discendente del jiao medio, che rappresenta tutto ciò che si trova tra l’ombelico e il diaframma.

La musica shang controlla il metabolismo dell’acqua e rafforza gli effetti purificatori del fegato. Infine, si ritiene che la musica yu consolidi il qi, migliori l’intelligenza, prevenga l’invecchiamento e mantenga la salute dei reni.

Studi di ricerca

Uno studio del 2017 ha esaminato gli effetti della musicoterapia della medicina tradizionale cinese sulla depressione post-ictus. Sono novantadue i pazienti che hanno partecipato allo studio e sono stati divisi in tre gruppi – gruppo A, gruppo B e gruppo di controllo. Oltre ai farmaci regolari, al gruppo B è stata somministrata due volte al giorno la musicoterapia, in linea con i suggerimenti della medicina tradizionale cinese. Prima e dopo aver ricevuto il trattamento, a tutti i partecipanti sono state misurate la scala della depressione di Hamilton (HAMD-17) e le attività della vita quotidiana (ADL)

I ricercatori hanno scoperto che «il punteggio HAMD-17 è diminuito significativamente dopo il trattamento in tutti e tre i gruppi e la riduzione post-trattamento del punteggio HAMD-17 è stata marcatamente maggiore nel gruppo di trattamento B che nel gruppo di trattamento A… Il punteggio ADL è aumentato significativamente dopo il trattamento in tutti e tre i gruppi, e l’aumento post-trattamento del punteggio ADL è stato significativamente maggiore nel gruppo di trattamento B che nel gruppo di trattamento A», secondo il Journal of Traditional Chinese Medicine.

I ricercatori hanno concluso che una combinazione di musicoterapia cinese e agopuntura e iniezione può aiutare a migliorare i sintomi nei pazienti che soffrono di depressione post-ictus.

anziana inserviente
I ricercatori che hanno esaminato gli effetti della terapia musicale cinese sulla depressione post-ictus hanno trovato un miglioramento significativamente maggiore nel gruppo che ha ricevuto la terapia. (Immagine: Screenshot / YouTube)

Un altro studio ha valutato come la terapia musicale cinese può beneficiare le persone in fasi avanzate di cancro. I soggetti erano divisi in tre gruppi. Uno ascoltava musica occidentale, uno non era esposto alla musica, e un terzo gruppo ascoltava musica cinese. I punteggi del Karnofsky Performance Score (KPS) e dell’Hospice Quality of Life Index-Revised (HQOLI-R) dei pazienti che avevano ricevuto la terapia musicale cinese erano migliori degli altri due gruppi. Hanno portato così i ricercatori a concludere che l’antico sistema di benessere può essere benefico anche oggi.

Tradotto da: Massimiliano Volpato

Articolo in Inglese: https://visiontimes.com/2019/12/12/music-therapy-in-traditional-chinese-medicine2.html