La Polonia conferma l’acquisto di carri armati M1 Abrams, modernizzazione dell’esercito per contrastare la Russia

Il ministro della difesa ha affermato che i carri armati M1 sono costruiti per contrastare "i moderni carri armati russi T-14 Armata". Gli M1 sostituiranno gli obsoleti PT-91 e T-72 di progettazione sovietica.
La Polonia sta comprando 250 carri armati M1 Abrams dagli Stati Uniti per contrastare l'aggressione russa. (Immagine: Military_Material tramite Pixabay)

ll 15 luglio il ministro della difesa polacco Mariusz Blaszczak ha annunciato che il suo paese avrebbe acquistato 250 carri armati M1A2 Abrams SEPv3 dagli Stati Uniti. L’accordo, del valore di 6 miliardi di dollari, includerà anche pacchetti logistici e di addestramento, munizioni e aggiornamenti delle infrastrutture. I nuovi carri armati dovrebbero rafforzare le difese della Polonia contro le incursioni russe.

“Naturalmente questa è una risposta alle sfide che affrontiamo in termini di sicurezza internazionale… Il nostro compito è quello di scoraggiare un potenziale aggressore. Sappiamo tutti dov’è quell’aggressore”, ha detto Blaszczak in una conferenza stampa. La Polonia è in guardia da quando la Russia ha annesso la Crimea dall’Ucraina nel 2014.

Durante una cerimonia militare a Wesola, Blaszczak ha dichiarato che i carri armati M1 saranno schierati nelle zone orientali della Polonia “nella prima linea di difesa”. Dovrebbero essere consegnati a partire dal prossimo anno. Il ministro della difesa ha affermato che gli M1 sono costruiti per contrastare “i moderni carri armati russi T-14 Armata”. I nuovi carri armati sostituiranno gli obsoleti PT-91 e T-72 di progettazione sovietica.

Alcuni vedono l’acquisto da parte della Polonia dei carri armati M1 Abrams come ironico. Infatti gli Stati Uniti avevano originariamente sviluppato questi carri armati per combattere le forze polacche e sovietiche in Europa occidentale.

In un articolo su The National Interest, Dan Goure, vice presidente del gruppo di ricerca sulle politiche pubbliche, Lexington Institute, dice che la vendita di carri armati M1 Abrams alla Polonia lavorerà a favore dell’America. L’esercito polacco attualmente utilizza circa 500 carri armati di progettazione russa, che hanno più di tre decenni.

Armando la Polonia con nuovi carri armati, le capacità del paese per il combattimento pesante di alto livello “miglioreranno sostanzialmente”. Una forte flotta di carri armati polacchi sarà un deterrente all’aggressione russa, e la vendita sosterrà l’interoperabilità tra le forze americane e polacche. Inoltre, armare la Polonia con carri armati M1 invia un messaggio alla Russia che Washington “intende sostenere le sue parole a sostegno della NATO con i fatti”.

“Fornire alla Polonia una versione del carro armato M1 Abrams e incoraggiare la sua industria ad essere coinvolta nel sostenere i carri armati Abrams statunitensi e polacchi sarebbe una dichiarazione significativa dell’impegno della NATO nella difesa del suo fianco orientale”, scrive Goure.

Carri armati M1

Il carro armato M1 Abrams, che ha debuttato nel 1981, attualmente serve come carro armato principale del Corpo dei Marines e dell’esercito degli Stati Uniti. È dotato di un sistema di controllo del fuoco computerizzato, protezione nucleare, biologica e chimica (NBC) per i membri dell’equipaggio. Possiede un motore a turbina multicombustibile.

Attualmente sono operative tre versioni: M1, M1A1 e l’ultimo modello, M1A2. Nonostante abbia quattro decenni, l’esercito degli Stati Uniti continua a utilizzare la serie di carri armati M1 e si è impegnato a usarli in futuro con corazze, potenza di fuoco e ottiche migliorate.

“L’ultima versione dell’M1, l’M1A2 SEPv3, aggiunge una mitragliatrice calibro 50 azionata a distanza, una migliore protezione dalle bombe stradali telecomandate e un collegamento dati delle munizioni che permette all’equipaggio del carro armato di impartire comandi specializzati ai colpi del cannone principale. Il carro armato da 73,6 tonnellate ha un equipaggio di quattro persone e può percorrere 70 km orari su strada e 50 fuoristrada”, secondo Popular Mechanics .

La prima unità militare a ricevere i carri armati M1A2 SEPv3 è stata la 1a Divisione di cavalleria della terza squadra di combattimento della brigata corazzata dell’esercito americano lo scorso anno. La Polonia riceverà i carri armati anche prima di alcune unità dell’esercito americano.

Oltre ai carri armati di epoca sovietica, la Polonia ha anche 250 carri armati Leopard 2 A4 e A5 di fabbricazione tedesca. Dopo aver integrato 250 carri armati M1A2 SEPv3, la Polonia controllerà una delle forze di carri armati più forti dell’Europa continentale.

Il governo polacco mira a incoraggiare le aziende americane a lavorare con le aziende di difesa polacche attraverso joint venture e accordi di cooperazione. L’esperienza tecnica delle aziende americane sinergizzerebbe con il costo relativamente più economico della produzione polacca.

Tradotto da: Massimiliano Volpato

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/07/19/poland-confirms-purchase-of-m1-abrams-tanks-modernizing-military-to-counter-russia.html