L’APA bandisce il professore Staddon dalla lista e-mail dopo la sua domanda: “Esiste un cromosoma Z?

L'APA ha da tempo assunto una posizione politicamente corretta sul tema dei ruoli di genere. Nel 2019 ha pubblicato le "primissime linee guida per la pratica con uomini e ragazzi", in cui si affermava che "la mascolinità tradizionale è psicologicamente dannosa".
Una prospettiva binaria nei confronti del sesso ha indotto la Divisione 6 dell'American Psychological Association (APA) Society for Behavioral Neuroscience and Comparative Psychology (SBNCP) a bandire un professore dopo che aveva chiesto sarcasticamente se esistesse un

John Staddon, professore di psicologia e neuroscienze della Duke University, ha ricevuto l’espulsione da una lista di e-mail dell’American Psychological Association (APA) per la neuroscienza comportamentale e la psicologia comparata (SBNCP). Il motivo è l’aver espresso la sua opinione scientificamente provata che il sesso è binario. La situazione ha attirato l’attenzione della National Association of Scholars (NAS), la quale ha pubblicato l’email del professore Staddon dal trio presidenziale SBNCP in un articolo intitolato Cancellare la cultura nelle scienze: un caso di studio.

Staddon, nel commento che andrebbe oltre il livello di tolleranza della SBNCP Division 6, chiede : “Hmm … visione binaria del sesso falsa? Qual è la prova? Esiste un cromosoma Z?”

Jonathan Crystal, professore di scienze psicologiche e cerebrali presso l’Università dell’Indiana, ha inviato un’e-mail a Staddon informandolo di aver violato il Codice di condotta dell’SBNCP e che sarebbe stato rimosso dal listserv.

Il Codice di Condotta afferma che l’SBNCP “promuove durante le conferenze un ambiente accogliente che sia sicuro, collaborativo, solidale e produttivo per tutti i partecipanti”. Prosegue affermando che l’SBNCPrispetta e valorizza la diversità di punti di vista, competenze, opinioni, background ed esperienze riflesse tra tutti i membri della Società” e che i membri devono “trattare tutti con rispetto e considerazione”

“È accettabile in un’organizzazione scientifica e negli incontri scientifici che i membri abbiano forti differenze di opinione o diverse prospettive teoriche sugli aspetti della scienza psicologica”, afferma il Codice di condotta. 

“Tuttavia, tali differenze e disaccordi possono essere trasmessi in modi che non facciano sentire gli altri minacciati, umiliati, discriminati o molestati. Comunica apertamente e premurosamente con gli altri e tieni in considerazione i punti di vista e le opinioni che sono diverse dalle tue”.

 L’articolo del NAS che espone questa manifestazione di cultura di cancellazione ha dichiarato che il loro scopo era “parte di un più ampio sforzo del NAS per contrastare la cultura di cancellazione nell’istruzione superiore. Lo pubblichiamo per fornire un esempio succinto di come una cancellazione avviene in tempo reale.”

Hanno esortato “i lettori che non sono a conoscenza con i casi [non] di affrettarsi con e-mail, lettere, o messaggi.” Invece hanno chiesto agli lettori “di pesare i fatti e controllare i nostri conti contro altre fonti. Se poi siete d’accordo che un college o un’università ha agito in mala fede o in contrasto con i principi fondamentali dell’inchiesta liberale, allora vi esortiamo a parlare.”

L’e-mail di Crystal in cui avvertiva Staddon che sarebbe stato rimosso dalla comunità affermava: “La direzione della divisione ha ricevuto lamentele su alcuni dei post che hai inviato al listserv della divisione. Non voglio entrare nei dettagli della gamma di reclami nel corso degli anni, tuttavia, voglio segnalare che un certo numero di membri del comitato esecutivo e altri hanno espresso pubblicamente preoccupazioni sul listserv nel tentativo di renderti consapevole di come i lettori della lista potrebbero vedere alcuni dei post“.

Staddon ha ribattuto: “Non ho mai insultato nessuno; nessuna critica ad hominem (a differenza di quelli a cui stai rispondendo, piuttosto vigliaccamente, devo aggiungere). Forse sono stato un po’ irriverente in alcune occasioni. È triste che un pubblico di presunti scienziati non sia in grado di assumere alcun punto di vista dissenziente, come ad esempio il suggerimento che in realtà ci siano solo due sessi”

Incredibile! Gradisco avere una distrazione in meno, tuttavia, penso che dovresti davvero preoccuparti della riluttanza della Div 6 a tollerare punti di vista divergenti. L’APA è in declino da un po’ di tempo. Tuttavia, pensavo che la Div 6 potesse resistere. Ahimè, non doveva essere!”

L’APA ha da tempo assunto una posizione politicamente corretta sul tema dei ruoli di genere. Nel 2019, l’APA ha pubblicato le “primissime linee guida per la pratica con uomini e ragazzi“, in cui si affermava che “la mascolinità tradizionale è psicologicamente dannosa”.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/06/01/duke-prof-z-chromosome-apa-ban.html