L’avidità può rovinare il destino di una persona

Un pittore voleva fare del Budda e dei demoni i soggetti dei suoi quadri, così andò in cerca di persone che vi assomigliassero. Citazione (Immagine: YouTube / Screenshot )

Esiste una leggenda che parla di un pittore un tempo famoso. Voleva fare del Budda e dei demoni i soggetti dei suoi dipinti ma non sapeva che sembianze avessero. Potendo solo immaginare come fossero, divenne molto ansioso.

Un giorno, per caso, incontrò un monaco. Il suo carattere e la sua personalità lo toccarono profondamente. Il pittore, così, promise al monaco un sacco di soldi se si fosse prestato come modello per la sua pittura.

Poco tempo dopo, il pittore completò il suo dipinto del Budda. Fece scalpore in tutta la comunità. Il pittore esclamò: «Questo è il quadro più soddisfacente che abbia mai fatto. La persona che si è prestata da modello per il dipinto ha un tale aspetto sereno e luminoso da toccare i sentimenti della gente facendo loro pensare che è un Budda».

Il pittore mantenne la sua promessa e il monaco fu ricompensato con un sacco di soldi.

Il pittore pagò al monaco un sacco di soldi, per essersi prestato come modello per il suo dipinto del Budda. (Immagine: via pixabay CC0 1.0)

Passato qualche tempo, il pittore volle dipingere un demone. Incontrò nuove difficoltà. Dove mai poteva trovare la figura originale di un demone che gli facesse da modello? Così trovò molte persone dall’aspetto feroce, ma nessuno di essi si adattava agli standard. Era molto difficile trovare una persona nella vita reale con tali sembianze. Per caso, lo trovò in prigione e ne fu molto contento.

Quando fu faccia a faccia con il prigioniero, questo crollò in lacrime proprio di fronte a lui. Il prigioniero disse: «Perché mi hai cercato quando volevi dipingere un Budda e ora mi cerchi di nuovo per dipingere un demone?»

Il pittore fu preso alla sprovvista e diede un’occhiata più da vicino. Così disse: «come può essere possibile? La persona che dipinsi come Budda aveva una personalità straordinaria, ma tu hai l’aspetto di un vero demone. Come puoi essere la stessa persona?».

pittore
Il pittore rimase sorpreso quando capì che il prigioniero era lo stesso monaco che aveva dipinto in precedenza. (Immagine: Screenshot / YouTube)

Il triste prigioniero rispose: «Sei stato tu che mi hai cambiato da Budda a demone! Da quando ho ricevuto da te tutti quei soldi, ho speso molto del mio tempo a divertirmi e ad indulgere in cose immorali. Dopo averli spesi tutti, non potevo più controllare i miei desideri e ho ucciso persone. A causa del denaro ho commesso ogni tipo di azioni immorali e il risultato è quello che sono oggi».

Dopo aver ascoltato le sfortune del prigioniero, il pittore provò dolore. Rimase stupito di quanto può cambiare rapidamente la natura umana a causa dei desideri e di quanto l’uomo sia fragile. Sentendosi in colpa, gettò via i colori e i pennelli. Da quel giorno non dipinse mai più.

Scritto da Michael Segarty

Tradotto da: Massimiliano Volpato

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/05/19/greed-can-ruin-a-mans-destiny.html