giovedì, Luglio 16, 2020
20.2 C
Italia
Altro
    Italia
    cielo sereno
    20.2 ° C
    21.1 °
    18.9 °
    64 %
    1.6kmh
    0 %
    Mar
    24 °
    Mer
    27 °
    Gio
    28 °
    Ven
    28 °
    Sab
    26 °

    Le Reazioni Del Parlamento Italiano Sul Caso Hong Kong

    Nella Colonnia Britannica continuano le manifestazioni,le proteste e gli arresti, la Cina sta correndo veloce verso “un Paese un sistema, Qualcosa, invece, si sta muovendo a livello italiano su una tema particolarmente scottante per la maggior parte dei ministri al governo .

    Mentre nella colonia Britannica continuano le manifestazioni, le proteste e gli arresti, la Cina sta correndo veloce verso « un Paese un sistema», sostituendo il modello di:«un Paese, due sistemi» che dovrebbe essere ancora in vigore a Hong Kong fino al 2047.

    Tutto ruota attorno alla nuova legge sulla sicurezza nazionale, al centro delle discussioni delle «Due Sessioni» dei lavori parlamentari cinesi.

    Joshua Wong, segretario di ‘Demosisto’, in un colloquio con l’Agi, ha invitato l’Unione Europea a sanzionare Pechino per avere violato le regole stabilite dalla dichiarazione congiunta sino-britannica del 1984, che prevede autonomia e libertà per la città.

    Ma a livello europeo la situazione non è abbastanza solida e si muove ben poco, infatti :«Ogni risposta alle possibili azioni della Cina contro o a Hong Kong verrà discussa e decisa dagli Stati membri dell’Ue», ha raccontato il portavoce della Commissione Peter Stano. «I ministri degli Esteri dovrebbero discutere gli ultimi sviluppi durante il loro incontro».

    Ma come riporta l’agenzia cinese Xinhua, «in base alla bozza da votare, il testo approvato sarà subito efficace con l’inserimento nell’Allegato 3 della Basic Law, senza un voto del Parlamento locale. Pechino potrà così aprire e operare nella città con uffici di intelligence». In pratica Bruxelles ha scelto di discuterne a cose fatte.

    Qualcosa, invece, si sta muovendo a livello italiano su una tema particolarmente scottante per la maggior parte dei ministri al governo .

    In particolare, dopo il collegamento in videoconferenza di Joshua Wong in Senato, che aveva suscitato la dura reazione dell’ambasciata cinese a Roma, che ha definito quello un «comportamento irresponsabile» da parte dei politici italiani accusandoli di aver appoggiato «la violenza e il crimine».

    In quell’occasione il Partito democratico ha criticato il Movimento 5 stelle di non essere abbastanza influenti in merito. «Vogliamo ribadire che gli affari di Hong Kong spettano alla politica interna della Cina e nessun Paese organizzazione o singolo, ha alcun diritto di interferirvi», si legge nel comunicato dell’ambasciata cinese dopo quell’intervento in Senato dell’attivista pro democrazia Wong.

    La situazione rischia di creare nuovamente divisioni tra gli alleati di governo. La deputata del Partito democratico Lia Quartapelle sta per presentare infatti un’interrogazione al ministro degli Esteri Luigi Di Maio chiedendo all’Italia di «farsi sentire per condannare questa prepotenza».

    Urso di (Fondazione farefuturo) inoltre, propone una richiesta di ordine procedurale unitaria in Aula.

    Ultima settimana

    Falun Gong: storie di praticanti che soffrono in Cina

    Oggi in Cina la pratica spirituale chiamata Falun Gong è vietata e i suoi praticanti sono perseguitati. Introdotta nel 1992 dal...

    Anonymous Attacca TikTok: «Cancellatelo Subito. È Un Pericolo Pubblico»

    Anonymous mette in guardia gli utenti da TikTok, uno dei social più popolari del momento. Con gravi accuse sulla violazione della privacy, il...

    USA Inviano Portaerei Nel Mar Cinese Meridionale, Sale La Tensione

    Gli Stati Uniti hanno deciso di inviare nella zona intorno alle isole Paracel due portaerei militari da esercitazione: la USS Reagan...

    Il Regno Unito Bandisce La Rete 5G Huawei

    Il Regno Unito bandirà la tecnologia Huawei dalla rete 5G britannica entro la fine dell’anno. E' quanto afferma il primo ministro...

    Pin It on Pinterest