L’IPAC difende le democrazie dal comunismo cinese

IPAC alleanza paesi democratici
L'IPAC mira a difendere i paesi democratici dal comunismo cinese. (Immagine: YouTube/Screenshot)

un gruppo di legislatori di otto nazioni democratiche assieme al Parlamento europeo ha creato un’alleanza globale. Si chiama Alleanza interparlamentare sulla Cina (IPAC ). L’obiettivo è contrastare la crescente influenza della Cina comunista in tutto il mondo. L’organizzazione intende quindi spingere vari governi in tutto il mondo a prendere una posizione più forte contro le atroci politiche del governo cinese e a proteggere i valori democratici dalla soppressione comunista.

IPAC

Quando i paesi si sono opposti a Pechino, lo hanno fatto da soli. Piuttosto che basarsi su una difesa comune di principi condivisi, i Paesi sono stati invece attenti ai propri interessi nazionali. Dipendono infatti sempre più dalla Repubblica Popolare Cinese per i minerali, i componenti e i prodotti fondamentali. «Nessun Paese dovrebbe sostenere da solo l’onere di difendere le libertà fondamentali e l’integrità dell’ordine internazionale», afferma l’IPAC in una dichiarazione.

La missione dell’IPAC rientra approssimativamente in 5 categorie: sostenere i diritti umani, proteggere l’ordine basato su regole a livello internazionale, promuovere l’equità nel commercio, salvaguardare l’integrità delle nazioni e rafforzare la sicurezza. Le otto nazioni partecipanti includono gli Stati Uniti, il Regno Unito, il Canada, la Germania, la Svezia, l’Australia, la Norvegia e il Giappone. In totale, 18 politici fanno parte dell’alleanza, tra cui Robert Menendez e Marco Rubio dagli Stati Uniti.

senatore Marco Rubio USA IPAC
Il Senatore degli Stati Uniti Marco Rubio è membro dell’IPAC. (Immagine: Wikimedia / CC0 1.0)

Ogni paese che fa parte dell’IPAC ha le proprie rimostranze contro il governo comunista cinese. Gli Stati Uniti sono arrabbiati con la Cina per le sue pratiche commerciali asimmetriche, la scarsa protezione della proprietà intellettuale e il furto di segreti militari americani. Il Canada ha perso due cittadini a causa del regime cinese. Sono entrambi detenuti da Pechino dopo che il governo canadese ha arrestato il direttore finanziario di Huawei a causa di un’ordinanza del tribunale statunitense. La Svezia sta ancora combattendo contro Pechino per ottenere il rilascio di uno dei suoi cittadini. La Cina ha arrestato il cittadino svedese Gui Minhai per aver agito contro gli interessi del regime comunista. Per quanto riguarda l’Australia, il sistema politico del paese è attaccato da Pechino. La Cina ha anche aumentato le tariffe su alcune esportazioni australiane dopo che il paese ha chiesto un’indagine sull’origine del coronavirus del PCC.

Il Global Times, di proprietà statale cinese, ha criticato l’IPAC, definendolo un’alleanza anti-Cina destinata a fallire nell’era della globalizzazione del XXI secolo. Un diplomatico cinese ha dichiarato che gli obiettivi dell’IPAC si sono formati a causa di una «interpretazione parziale» della politica estera della Cina.

Aumento del bilancio militare

La Cina ha aumentato il suo bilancio militare per l’anno. Il secondo maggiore finanziatore militare al mondo ha aumentato la spesa per la difesa del 6,6%, raggiungendo i 179 miliardi di dollari. Zhang Yesui, portavoce del PNG, ha minimizzato le critiche sul fatto che il governo cinese non è stato abbastanza trasparente sulla spesa per la difesa del paese. Alcuni esperti ritengono che le armi moderne accumulate dai militari di Pechino superino di gran lunga quanto annunciato ufficialmente.

Anche se l’aumento del budget è stato inferiore rispetto agli anni precedenti, un aumento del 6% non è assolutamente da sottovalutare se si considera il fatto che la Cina sta attraversando una situazione economica difficile a causa dell’epidemia di COVID-19. Si dice che il budget attuale sia quasi il triplo della spesa militare dell’India. Gli esperti sottolineano che la rapida espansione dell’esercito cinese ha scatenato una corsa agli armamenti in Asia, mentre i paesi cercano di rafforzarsi contro un potenziale conflitto militare con la Cina.

sottomarino
La Cina sta investendo pesantemente nel suo bilancio militare. (Immagine: Wikimedia / GNU FDL)

L’esercito indiano si è recentemente scontrato con le forze cinesi al confine orientale dopo che si è scoperto che i cinesi stavano cercando di occupare una zona che appartiene all’India e 20 soldati indiani sono morti recentemente in scontri con i soldati cinesi. Nel frattempo, Taiwan sta tenendo un’esercitazione militare che si concentrerà sulla protezione dell’isola da forze ostili come la Cina. In futuro, India, Taiwan e altri Paesi asiatici come la Corea del Sud potrebbero aderire all’IPAC per rafforzare l’alleanza contro il regime comunista.

Tradotto da: Massimiliano Volpato

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/06/18/taking-china-head-on-ipac-to-aid-democratic-countries.html