Machu Picchu, Perù: aperto per un solo turista!

Neyra ha presto disposto un permesso speciale e Katayama è diventato il primo straniero ad entrare nel sito dopo molti mesi.
Machu Picchu Perù
Machu Picchu, come altri siti turistici in tutto il mondo, è stato chiuso, mentre le nazioni sono soggette a restrizioni di viaggio a causa della pandemia COVID-19. (Immagine: tramite pixabay CC0 1.0)

Da quando è scoppiata la pandemia COVID-19, il Perù, come tutte le altre nazioni, è stato sottoposto a severe restrizioni di viaggio. Anche i siti turistici come Machu Picchu sono stati chiusi ai visitatori. Tuttavia, di recente il governo del Perù ha aperto Machu Picchu per un solo turista. Perché? Continuate a leggere per scoprirlo.

Machu Picchu tutto per Katayama

Jesse Katayama è arrivato in Perù a marzo ed era previsto che si fermasse solo per pochi giorni. Tuttavia, è rimasto bloccato nel Paese a causa delle restrizioni di viaggio. Katayama non ha potuto nemmeno visitare Machu Picchu, per il quale aveva viaggiato molto. Il 26enne ha trascorso il suo tempo in Perù insegnando lezioni di pugilato ai bambini del posto.

Non potendo aspettare più a lungo, Katayama ha presentato una richiesta speciale al ministro della Cultura Alejandro Neyra spiegando la sua situazione. Neyra ha presto disposto un permesso speciale e Katayama è diventato il primo straniero ad entrare nel sito dopo molti mesi. Il governo ha preso questa decisione per sottolineare il fatto che il Perù ha ricevuto il sigillo «Viaggio sicuro» dal World Travel and Tourism Council con sede a Londra. Il sigillo è un’indicazione che il Perù è una destinazione turistica sicura che soddisfa gli standard internazionali di igiene e sicurezza contro il COVID-19.

Machu Picchu Perù Katayama
Il governo del Perù ha aperto Machu Picchu per il turista giapponese Jesse Katayama per sottolineare il fatto che il paese ha ricevuto il sigillo «Viaggio sicuro» dal World Travel and Tourism Council. (Immagine: Screenshot / YouTube)

Aperture per stranieri

Katayama ha riportato di aver avuto una buona esperienza durante il suo soggiorno in Perù e che si è fatto molti amici durante il periodo. «Questo tour è davvero incredibile… Grazie Ministro della Cultura Alejandro Neyra per avermelo fatto vedere», ha detto Katayama, come riportato da ABC News. A Machu Picchu è prevista l’apertura per i turisti stranieri nel mese di novembre, permettendo di entrare ad un 30 per cento della sua normale capacità di 675 persone al giorno. Il sito riceve di solito 1,5 milioni e mezzo di visitatori all’anno ed è la più grande attrazione turistica del Paese.

Di recente, hanno già riaperto circa 17 siti archeologici del paese e altri nove dovrebbero riaprire entro la fine del prossimo mese. Sei siti saranno aperti tra novembre e gennaio. Per quanto riguarda il COVID-19, il Perù è uno dei Paesi più colpiti al mondo, registrando 890.574 casi con un numero impressionante di morti per milione di persone (1.033).

Curiosità su Machu Pucchu

Machu Picchu si trova su una cresta di montagna ad un’altezza di 2.430 metri. Il popolo Inca lo ha costruito intorno alla metà del 1400. Tuttavia, è stato portato all’attenzione internazionale solo nel 1911 quando il sito fu scoperto dall’archeologo Hiram Bingham. Machu Picchu vanta della nomina di una delle nuove Sette Meraviglie del Mondo nel 2007 ed è Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO dal 1983.

Machu Picchu Perù sito turistico
Machu Picchu è patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1983. (Immagine: Frank_am_Main tramite flickr CC BY-SA 2.0)

Poiché la città si trova in alta montagna, una coltre di nebbia la ricopre solitamente verso mezzogiorno. Alcune persone potrebbero sentirsi come se galleggiassero tra le nuvole. Ci sono anche storie di fantasmi e spiriti che si alzano da terra e rapiscono le persone. Poiché gli Incas non hanno mai tenuto alcun registro, non è chiaro il motivo per cui abbiano lasciato questo posto. Machu Picchu è stato popolato solo per 100 anni prima di essere abbandonato. Alcuni ipotizzano che gli Incas possano essere scappati, cercando di sfuggire a un’epidemia di vaiolo.

Gli Incas hanno sviluppato un ampio sistema di comunicazione e percorsi di circa 30.000 chilometri che collegano Machu Picchu con altre regioni. È interessante notare che i costruttori hanno effettivamente reso le strutture della città antisismiche. Si dice che quando un terremoto colpisce il sito, le pietre tendono a danzare.

Tradotto da: Ilona Golebiewska

Articolo in inglese: https://visiontimes.com/2020/11/03/why-perus-machu-picchu-opened-amidst-covid-19-for-one-single-tourist.html