Missile cinese ipersonico progettato per distruggere le basi americane

Nel 2018 e nel 2019 la Cina ha lanciato più missili rispetto al resto del mondo messo insieme. Nel 2020 la Cina ha lanciato più di 220 missili balistici, superando i suoi record nei due anni precedenti.
missile ipersonico
I missili DF-17 sono un pericolo per le basi americane nell'Indo-Pacifico. (Immagine: pixabay / CC0 1.0)

L’esercito cinese ha recentemente organizzato un’esercitazione con un nuovo missile cinese ipersonico. È in grado di colpire le basi statunitensi nella regione dell’Indo-Pacifico. Il mezzo ospita un missile balistico di medio livello chiamato DF-17. Il video dell’esercitazione è stato recentemente trasmesso dalla televisione di stato cinese con un missile, che molti analisti ritengono essere il DF-17. Un altro video ha mostrato il missile racchiuso in una copertura mimetica.

«Quella copertura [DF-17] è stata rimossa per la parata militare [nel 2019], ma dovrebbe essere perfettamente intatta durante la battaglia per mantenerla alla giusta temperatura e per proteggere il missile dai danni ambientali… È anche mimetica per proteggere il missile dal rilevamento», ha detto il colonnello in pensione del PLA e il telecronista militare Yue Gang al South China Morning Post.

Un ufficiale ha rivelato che il nuovo sistema di armamento riduce il tempo necessario del lancio dei missili. Ha detto che la capacità del PLA di affrontare una guerra futura sarà migliorata grazie a questo missile ipersonico.

veicolo a scorrimento DF-ZF
La capacità del PLA di intraprendere una guerra futura sarà migliorata grazie a questo missile. (Immagine: pixabay/CCO/10)

Il DF-17 è montato su un veicolo a scorrimento ipersonico DF-ZF e può raggiungere velocità fino a Mach 5. Questa velocità è la soglia che determina se un oggetto volante possa essere classificato come ipersonico. Può trasportare testate sia convenzionali che non convenzionali.

I missili possono colpire ad una distanza fino a 2.500 chilometri, mettendo a rischio la regione indopacifica. Altri paesi che progettano missili ipersonici sono ad esempio gli Stati Uniti, la Russia e l’India.

Il velivolo di decollo utilizzato nell’esercitazione dovrebbe accelerare il processo di lancio del DF-17

La copertura mimetica del missile lo rende invisibile ai satelliti nemici e agli strumenti di rilevamento aereo. La copertura protegge anche i proiettili dalle difficili condizioni di battaglia e dalle intemperie.

Yang Chengjun, un esperto di missili cinese, ha affermato che il DF-17 renderà inutile il sistema antimissile americano THAAD. Il THAAD è attualmente dispiegato in Corea del Sud. Inoltre, il DF-17 sarà efficace anche contro i missili SM-3 degli Stati Uniti e del Giappone.

Le crescenti capacità missilistiche della Cina sono state fonte di preoccupazione per Washington. In un recente intervento, il segretario di Stato Mike Pompeo ha criticato il programma missilistico nucleare della Cina comunista.

Il missile cinese ipersonico non è fatto per prendere la polvere

Nel 2018 e nel 2019 la Cina ha lanciato più missili rispetto al resto del mondo messo insieme. Nel 2020 la Cina ha lanciato più di 220 missili balistici, superando i suoi record nei due anni precedenti. Le immagini satellitari commerciali rivelano l’attività durante tutto l’anno a Lop Nur, il laboratorio cinese per i test sulle armi nucleari. In concomitanza con il rimodernamento delle armi, la posizione nucleare di Pechino sta diventando sempre più aggressiva. Minaccia anche i vicini che non hanno armi nucleari e mina la fiducia nella sua cosiddetta politica del «No First Use», ha detto Pompeo durante il suo intervento.

L’uso del DF-17 nelle esercitazioni coincide con l’appello del presidente Xi Jinping per i preparativi di guerra. Nel suo primo ordine di quest’anno, Xi ha chiesto al PLA di mantenere «la prontezza al combattimento a tempo pieno» e di prepararsi ad «agire in qualsiasi momento» Voleva anche che i militari aumentassero l’integrazione delle più recenti tecnologie e sistemi di combattimento, incluse le esercitazioni di combattimento online e le simulazioni al computer.

Nell’ambito della sua strategia tech+web, Pechino ha utilizzato sempre più spesso i simulatori online. Questo per offrire al suo personale militare un’esercitazione il più reale possibile. Il commentatore militare cinese Song Zhongping ha detto che l’ordine di Xi ha indicato che Pechino è disposta ad attuare qualsiasi misura necessaria per rendere il PLA più forte di qualsiasi altro suo avversario.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://visiontimes.com/2021/01/08/chinas-new-hypersonic-missile-designed-to-destroy-american-bases.html