Musica E Non Vedenti: Accademia Americana Insegna Con Nuovo Metodo

Pinto crede che tutti, ciechi o meno, siano nati con il potenziale di avere un tono perfetto. Tuttavia, la maggior parte di noi perde questa capacità nel tempo, poiché la vista finisce per diventare il senso dominante.
pianoforte persona
L'AMB è l'unica accademia di musica negli Stati Uniti che si dedica completamente all'insegnamento della musica agli studenti non vedenti. (Immagine: tramite pixabay CC0 1.0)

AMB è un’accademia di musica in California che è piuttosto unico rispetto ad altre scuole di musica – è l’unica accademia di musica negli Stati Uniti che è completamente dedicata all’insegnamento della musica agli studenti non vedenti. David Pinto, il fondatore di AMB, ha persino sviluppato un software speciale per aiutare gli studenti ad imparare la musica in modo efficiente.

Musica per non vedenti

Pinto non ha mai pensato di insegnare a studenti non vedenti fino ad un incontro casuale nel 1995. Durante una delle sue lezioni di musica a Los Angeles, uno studente non vedente entrò senza saperlo. Si è chiesto così se lo studente non vedente potesse registrare e modificare la musica con il computer come fanno gli altri musicisti normali. Guardando le risorse disponibili per questi studenti, si rese conto che mancavano. Così iniziò a sviluppare un software che i non vedenti potessero usare per impostare la musica proprio come i loro coetanei che hanno la vista.

Circa 18 anni fa, Pinto decise di fondare l’AMB insieme a sua moglie. Hanno iniziato l’accademia da casa loro. Una volta cresciuta la richiesta di classi, si sono trasferiti in uno spazio più grande. Ogni sabato, Pinto e una dozzina di insegnanti di musica passano il loro tempo a formare gli studenti ciechi all’arte della musica. «Il sabato è un giorno di rigorosa istruzione musicale durante il quale prendono lezioni di pianoforte, voce, ukulele, chitarra, flauto, percussioni, teoria musicale e composizione. Gli studenti AMB imparano anche competenze specialistiche come la lettura della notazione musicale in Braille e il funzionamento dei programmi per computer, sviluppati da lui stesso, che sono versioni accessibili ai non vedenti di Garage Band e del software di notazione musicale Sibelius», secondo LA Times.

musica non vedenti flauto
Ogni sabato, Pinto e una dozzina di insegnanti di musica passano il loro tempo a formare gli studenti non vedenti all’arte della musica.(Immagine: Screenshot / YouTube)

Pinto crede che tutti, ciechi o meno, siano nati con il potenziale di avere un tono perfetto. Tuttavia, la maggior parte di noi perde questa capacità nel tempo, poiché la vista finisce per diventare il nostro senso dominante. Al contrario, i non vedenti devono affidarsi all’udito come senso primario, il che significa che hanno molte più probabilità di avere un’intonazione perfetta. Secondo alcune stime, solo l’1% della popolazione mondiale possiede un’intonazione perfetta, un numero che secondo Pinto potrebbe essere più alto tra i musicisti che iniziano presto ad allenarsi. Anche il linguaggio può avere un effetto importante. Pinto indica la Cina come un esempio in cui i cantanti hanno più probabilità di avere un’intonazione perfetta, poiché il loro udito è affinato da una costante conversazione in una lingua tonale.

Pinto e il suo gruppo di insegnanti devono trovare metodi unici per insegnare a studenti non vedenti. Poiché gli studenti non possono vedere, i metodi di insegnamento che vengono utilizzati per le persone con la vista sono inutili. Gli insegnanti devono spesso rendere gli studenti non vedenti fisicamente consapevoli della corretta posizione del braccio, della mano, del dito e del busto e di come usare perfettamente i muscoli corrispondenti. Oltre alle lezioni di musica, l’AMB offre anche lezioni di recupero per gli studenti non vedenti che non vanno bene nei loro studi accademici.

musica non vedenti chitarra
Pinto e il suo gruppo di insegnanti devono trovare metodi unici per insegnare a studenti non vedenti. (Immagine: Screenshot / YouTube)

Musicisti ciechi famosi

Nel corso della storia, molti musicisti ciechi hanno affascinato la gente con il loro dono della musica. Nell’America moderna, due di queste persone si distinguono: Ray Charles e Stevie Wonder. Nato negli anni ’30, Charles non era cieco alla nascita, ma perse la vista all’età di sette anni. Rimase orfano a 15 anni. Nonostante una vita difficile, Charles diventò il miglior pianista nero del suo tempo ed è spesso chiamato il «Padre dell’anima» della musica. Ray Charles aveva anche stretti rapporti con l’AMB. Pinto ha avuto persino l’onore di lavorare a stretto contatto con lui negli ultimi due anni della sua vita.

Stevie Wonder, ispirato da Charles, è un altro grande musicista cieco che ha raggiunto uno status leggendario. È conosciuto come qualcuno che fin da giovane era abbastanza dotato. Quando aveva solo 11 anni, Wonder ha firmato numerosi contratti musicali. Nel 2014 gli è stata conferita la Medaglia presidenziale della libertà. Stevie Wonder è uno dei musicisti più venduti al mondo, avendo venduto oltre 100 milioni di dischi a livello internazionale.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/09/04/an-american-academy-that-teaches-music-to-the-blind.html