ONU: il regime del Venezuela ha commesso crimini contro l’umanità

Il documento presentato a Ginevra parla di più di 200 casi di violazioni di diritti umani avallati dal governo
onu regime del venezuela
Assemblea dell'ONU a Ginevra. (Immagine: YouTube / Screenshot )

Recentemente in una inchiesta dell’ONU a Ginevra, una squadra di ispettori ha presentato un rapporto di 414 pagine, nel quale sono stati accertati e denunciati molti casi di omicidi, minacce, torture e pestaggi: tutti crimini contro l’umanità che il regime del Venezuela ha commesso.


Secondo il gruppo che ha svolto le indagini, il presidente Nicolas Maduro ed altri alti funzionari del governo non solo sarebbero stati a conoscenza di questi crimini, ma li avrebbero anche ordinati e coordinati. La corte internazionale penale li considera atti criminali contro l’umanità.

Nella relazione si dice che le forze dell’ordine venezuelane sarebbero state coinvolte in violenze sistematiche dal 2014, con lo scopo di reprimere l’opposizione politica e di creare il terrore nella popolazione.

Pesante l’accusa dell’avvocato a capo della missione: «Queste violazioni sono state commesse direttamente da membri delle forze di sicurezza delle agenzie d’intelligence, abbiamo ragionevoli motivi per ritenere che le autorità inclusi il presidente e i ministri di interno e difesa fossero a conoscenza di questi crimini, li ordinavano o contribuivano in altro modo». Il rapporto Onu che condanna il regime del Venezuela è stato diffuso il 16 settembre.


All’Onu non è stato consentito di entrare in Venezuela, pertanto le interviste sono state realizzate a distanza. Inoltre, Il presidente del parlamento Juan Guaidò, dichiarando illeggittima la rielezione di Maduro, ha sottolineato: «Il rapporto elimina ogni dubbio sul fatto che Maduro non sia altro che un criminale».


L’alta tensione e lo sconcerto politico causati dal regime, hanno danneggiato pesantemente il Venezuela, nondimeno, il paese si trova a dover affrontare il problema della pandemia. Di conseguenza, con la sanità in crisi, la questione si prospetta di difficile risoluzione.