Pechino: Grandine A Forma Di Coronavirus

Sono le tre del pomeriggio del 25 giugno, è il giorno il cui in Cina si festeggia il Dragon Boat Festival. A Pechino si scatena una forte tempesta con grandine, così come aveva annunciato l’ufficio meteorologico della città. Le persone condividono le foto in Weibo, il principale social media cinese.

Tuttavia non è una normale grandine, i chicchi siano molto grossi e spesso hanno un aspetto molto simile al coronavirus. Alcuni ne hanno parlato come «nuova grandine della corona», altri più seriamente hanno fatto notare che «la grandine porta con sé l’aura del virus».

Alle persone, nonostante le alluvioni, la grandine e il forte vento a sette nodi, è stato richiesto di fare il test dell’acido nucleico del virus, come dimostra il fermo-immagine di un video. Alcuni si son chiesti se non fosse stato meglio ricevere l’avviso su un app per sapere quando recarsi sul sito dei test, invece di restare in fila ad attendere sotto le peggiori condizioni atmosferiche. Solitamente infatti in Cina tutto avviene tramite smartphone.

Il suo effetto si è riversato soprattutto sui raccolti, tanto che alcuni hanno definito il 2020 «l’anno del disastro per i contadini cinesi».

Scritto da: Fabio Cotroneo